I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Non tutto il sushi è leggero e ipocalorico

Alcuni piatti di sushi contengono moltissime calorie: bisogna imparare a scegliere correttamente

Pubblicato il 13/01/2016 da Prevenzione a tavola

Alzi la mano chi di voi ha sempre pensato che andare a mangiare sushi fosse dietetico e leggero?

In pochi però sanno che anche il cibo giapponese può nascondere delle calorie di troppo. E’ importante infatti saper scegliere i piatti perfetti per non appesantirsi. Il salmone e il tonno fresco contengono elevate quantità di acidi grassi omega-3, indicati per combattere le malattie cardiache e neurologiche, di conseguenza il sashimi è la scelta ideale per coloro che non vogliono concedersi dei peccati di gola. Se si prendono invece gli hot rolls o del nigiri sushi, le calorie assunte saliranno alle stelle, ma basta ordinare anche del riso integrale per bilanciare i nutrienti.

Per quanto riguarda il wasabi e lo zenzero, questi possono essere consumati in grandi quantità poiché sono ricchi di vitamine ed hanno proprietà antiossidanti ed antinfiammatorie. Sono invece da evitare la salsa di soia e tutte le altre salse cremose, che contengono grassi, zuccheri e sale in elevate quantità. Infine, è fondamentale non cadere nella trappola delle offerte "All you can eat": consumare montagne di piccoli pezzi di sushi velocemente fa sì che si assumano in poco più di mezz’ora le calorie di un’intera giornata. Fonte



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

I cibi che sembrano genuini ma provocano il diabete

Influenzano il metabolismo, provocando aumento di peso e resistenza all'insulina. Nuova ricerca ha scoperto i cibi responsabili

Se mangi i fagiolini la tua salute ti ringrazierà

Ecco perché fanno bene. E poi: trucchi per scegliere i fagiolini migliori e cuocerli senza perdere le proprietà nutritive

Scoperti i cibi che contrastano il tumore alla vescica

La ricerca è stata condotta dall’Istituto nazionale tumori di Milano

Le uova proteggerebbero la vista degli anziani da una malattia della retina

Ecco quante uova bisognerebbe mangiare a settimana, secondo la rivista Clinical Nutrition

Fave, il regalo primaverile che fa bene alla salute (e due ricette)

Regolano l'intestino, controllano glucosio e colesterolo nel sangue. Ma sono tossiche per alcuni.

Corsi - Prevenzione a tavola

Le mele ci stanno avvelenando?

Il Codacons denuncia la presenza di troppi pesticidi sulla buccia delle mele del supermercato

L’alimentazione sbagliata uccide più del fumo e della pressione alta

A livello globale una morte su 5 è riconducibile a un'alimentazione scorretta, povera di cereali integrali e verdure

Solo pensare al caffè ci rende più attenti e lucidi

Nuovo studio svolto dall'Università di Toronto pubblicato sulla rivista scientifica Consciousness and Cognition

Corsi - Prevenzione a tavola

Prevenzione a tavola: un commento da condividere

Le domande di una nostra studentessa sono diventate un post con i consigli e una ricetta di Elena Alquati

Il colesterolo delle uova mette a rischio il cuore?

Nuovo studio riapre il dibattito sulle uova

Arriva la quinoa tutta italiana

Una varietà adattabile alle nostre condizioni climatiche di quinoa, lo pseudocereale delle Ande

Funghi, mantengono giovane il cervello e contrastano la demenza

Lo afferma uno studio pubblicato su Journal of Alzheimer's Disease. Ecco quanti grammi a settimana ne servono.

Berrino, ecco cosa non mangiare per vivere in salute

L'ampiezza del girovita rivela un alto rischio di ammalarsi

Il tè verde migliora la salute intestinale e contrasta l’obesità

Il tè verde incoraggia la crescita di buoni batteri intestinali, e che porta a una serie di benefici che riducono significativamente il rischio di obesità

Ma è vero che gli spinaci contengono così tanto ferro?

E se Popeye, il nostro Braccio di Ferro, coi suoi spinaci ci avesse ingannati per tutto questo tempo? L'ISS fa chiarezza