I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Come eliminare le verruche senza lasciare cicatrici

Esistono diversi trattamenti efficaci che potete realizzare in casa e che non lasciano cicatrici sulla pelle

Pubblicato il 22/12/2015 da Prevenzione a tavola

Le verruche sono piccole formazioni cutanee che possono comparire in diversi punti del corpo e diffondersi facilmente.

Sono causate da un virus, appartenente alla famiglia del papilloma umano, di cui si stima facciano parte circa 70 sottospecie. Una volta che la pelle viene infettata, possono passare giorni, perfino settimane prima che la verruca si formi.

Nella maggior parte dei casi, si tratta di una formazione benigna, ma alcune verruche possono essere dolorose e crescere fino a raggiungere una considerevole grandezza, causando danni alla pelle.

Eliminare una verruca con rimedi naturali è un’operazione abbastanza complessa: richiede tempo e pazienza prima di potere vedere buoni risultati. Tuttavia, esistono diversi trattamenti efficaci che potete realizzare in casa, utili soprattutto perché agiscono senza lasciare cicatrici sulla pelle.

Patata

Il succo di patata aiuta a disfarsi delle verruche, accelerando il recupero della pelle.

Come si usa?

  • Tagliate una fetta di patata, sfregatela sulla verruca, più volte al giorno. Ripetete questa operazione tutti i giorni, fino a quando vedrete buoni risultati.
  • Potete, in alternativa, preparare una crema con la polpa di patata; applicatela la sera, prima di andare a dormire. Coprite con una garza e lasciate agire fino alla mattina, affinché possa agire durante le ore di riposo.
Scoprite anche benefici delle patate per la salute

Aceto di mele

L’acido contenuto in questo alimento è un principio attivo che stimola l’eliminazione della verruca.

Inoltre, possiede un’azione antibiotica, quindi aiuta a sconfiggere il virus che la provoca.

Come si usa?

  • Lavate la zona infettata dalla verruca con acqua e sapone antibatterico.
  • Impregnate un batuffolo di cotone nell’aceto di mele biologico, quindi applicatelo sulla pelle, fissandolo con un cerotto affinché non cada.
  • Lasciate agire per un’ora. Ripetete questo trattamento tutti i giorni.

Buccia di banana

Anche se, in genere, finisce nel cestino dei rifiuti, la buccia della banana contiene sostanze che possono essere sfruttate a vari scopi.

In questo caso, la sua azione contro le verruche è dovuta alla presenza del potassio e dell’acido salicilico.

Come si usa?

  • Tagliate dalla buccia di banana un piccolo quadratino, fissatelo sopra la verruca,in modo che la parte interna di colore bianco resti a contatto con la pelle.
  • Lasciate agire per un paio d’ore. Ripetete il trattamento più volte al giorno, tutti i giorni.

Cipolla

Le sue proprietà antibiotiche e antivirali aiutano a combattere il virus responsabile dell’infezione.

Come si usa?

  • Tagliate un pezzo di cipolla, strofinatela sulla verruca per alcuni minuti. Per ottenere un buon risultato, ripetete il trattamento 3 volte al giorno, tutti i giorni.
  • Se preferite, potete estrarre il succo della cipolla e applicarlo sulla pelle con un batuffolo di cotone. Lasciate che agisca tutta la notte.
  • Sarà opportuno fare prima una piccola prova perché per alcune persone potrebbe essere troppo irritante.

Olio di melaleuca

L’olio di melaleuca o tea tree  oil è noto per la sua potente azione antibiotica, antivirale e antimicotica, in grado di prevenire e curare varie alterazioni della pelle.

Come si usa?

Acquistate l’olio di melaleuca nella vostra erboristeria di fiducia e applicate da 1 a 3 gocce di olio sulla verruca.

Aloe vera

Questa pianta, ricca di sostanze antiossidanti e idratanti, era tenuta in alta considerazione già nell’antichità per la sua capacità di curare diversi tipi di malattie cutanee.

Da molti anni viene impiegata per eliminare le verruche, specialmente perché accelera il processo di guarigione della pelle, evitando che restino delle cicatrici.

Come si usa?

  • Estraete il gel dall’aloe vera, applicatelo sulla verruca aiutandovi con un batuffolo di cotone. Coprite con una garza e lasciate agire per tutta la notte.
  • Ripetete il trattamento tutti i giorni, prima di andare a dormire, fino a quando non vedrete scomparire la verruca.

Se dopo alcuni giorni di trattamento naturale non notate alcun miglioramento oppure vedete che la situazione peggiora, consultate il medico per ricevere una diagnosi e una terapia adeguata.

In casi estremamente rari, una verruca può invece nascondere una formazione cancerogena. È meglio essere completamente sicuri e tranquilli. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Corsi - Prevenzione a tavola

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo

Come orientarsi tra i diversi tipi di farina

La nutrizionista spiega la differenza tra farine integrali, tipo 00, tipo 0, tipo 1, tipo 2, di manitoba, di grano duro, di grano tenero