I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

10 consigli per prevenire il cancro al colon retto

Dei semplici consigli quotidiani per prevenire il tumore al colon retto

Pubblicato il 21/12/2015 da Prevenzione a tavola

Sono molte le cause che concorrono a determinare la malattia,tra cui abitudini sbagliate legate alla dieta e all’alimentazione e una predisposizione genetica. Come detto in precedenza, la consapevolezza è la migliore arma di prevenzione. Ecco allora 10 cose che possiamo fare per prevenire questo tipo di tumore.

  1. Svolgere attività fisica

L’attività fisica svolge un ruolo importante nella prevenzione di molti tumori, il cancro al colon retto è uno di questi. Sembra che svolgere costantemente attività fisica riduca il rischio del 40-50%. In genere, si consiglia di impegnarsi per almeno 30 minuti, per 5 giorni la settimana, se si svolge un’attività fisica di moderata intensità; 20 minuti, tre o più giorni la settimana, se ci si impegna in un’attività più intensa.

  1. Controllare il peso

Se siete in sovrappeso, è possibile ridurre il rischio di cancro del colon-retto, semplicemente perdendo qualche chilo di troppo: il rischio diminuisce del 15%, ogni cinque punti di indice di massa corporea (BMI) persa.

  1. Smettere di fumare

Il fumo è probabilmente uno dei fattori di rischio più noti per diversi tipi di tumori, non solo quello ai polmoni, ma anche al colon, allo stomaco e all’esofago.

  1. Limitare il consumo di alcol

Bere troppo non soltanto aumenta il rischio di sviluppare un cancro al colon retto, ma danneggia anche il fegato. Un’abitudine, quindi, che deve essere ridimensionata per migliorare la salute generale dell’organismo.

  1. Ridurre il consumo di carne rossa

Visto che il colon è la parte finale del tubo digerente, il cibo che ingeriamo influisce pesantemente sulla sua salute. Un alto consumo di carne rossa è stato collegato allo sviluppo del cancro al colon (ma anche a una maggiore probabilità di cancro al seno). Il consumo della carne rossa diventa particolarmente problematico soprattutto quando è cucinata ad alte temperature, come abbiamo già visto in un nostro precedente articolo.

  1. Mangiare molta frutta e verdura con proprietà antitumorali

Una dieta ricca di antiossidanti e sostanze fitochimiche aiuta a prevenire i tumori che attaccano il corpo. Alcune delle più potenti fonti di antitumorali presenti in natura sono: cavoli, broccoli, barbabietole, peperoni, pomodori. Non solo: una corretta assunzione di folati, ottenuti attraverso il consumo di alimenti come verdure a foglia larga, broccoli, carciofi, legumi e cereali, funge da barriera difensiva nelle persone sane, contro il tumore al colon retto. E non dimenticate il potere delle mele

  1. Aumentare l’apporto di fibre

Le fibre sono molto importanti per la salute del colon. Agiscono come un detergente intestinale che spazza via tutte le sostanze nocive e potenzialmente cancerogene. Inoltre, favoriscono il proliferare dei batteri buoni nell’intestino. Sì a farina d’avena, crusca, fagioli e semi.

  1. Evitare cibi conservati con nitrito di sodio

In particolare, alimenti trasformati e insaccati. Sembra infatti che , nello stomaco, questo composto reagisca con gli acidi del corpo, formando sostanze tossiche.

  1. Assicuratevi un buon apporto di vitamina D

Carenze di questa vitamina nel corpo, infatti, possono creare degli scompensi alla base di diverse malattie.

  1. Fate controlli periodici

La diagnosi precoce è la più potente arma contro il cancro al colon retto. Oltre i 50 anni di età, se rientrate all’interno di fasce a rischio o avete avuto qualche altro caso in famiglia, prendete in considerazione l’idea di fare dei test di controllo.

È estremamente importante anche prestare attenzione a qualsiasi disturbo che possa essere letto come un segno premonitore di cancro. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Corsi - Prevenzione a tavola

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo

Come orientarsi tra i diversi tipi di farina

La nutrizionista spiega la differenza tra farine integrali, tipo 00, tipo 0, tipo 1, tipo 2, di manitoba, di grano duro, di grano tenero