I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

10 consigli per prevenire il cancro al colon retto

Dei semplici consigli quotidiani per prevenire il tumore al colon retto

Pubblicato il 21/12/2015 da Prevenzione a tavola

Sono molte le cause che concorrono a determinare la malattia,tra cui abitudini sbagliate legate alla dieta e all’alimentazione e una predisposizione genetica. Come detto in precedenza, la consapevolezza è la migliore arma di prevenzione. Ecco allora 10 cose che possiamo fare per prevenire questo tipo di tumore.

  1. Svolgere attività fisica

L’attività fisica svolge un ruolo importante nella prevenzione di molti tumori, il cancro al colon retto è uno di questi. Sembra che svolgere costantemente attività fisica riduca il rischio del 40-50%. In genere, si consiglia di impegnarsi per almeno 30 minuti, per 5 giorni la settimana, se si svolge un’attività fisica di moderata intensità; 20 minuti, tre o più giorni la settimana, se ci si impegna in un’attività più intensa.

  1. Controllare il peso

Se siete in sovrappeso, è possibile ridurre il rischio di cancro del colon-retto, semplicemente perdendo qualche chilo di troppo: il rischio diminuisce del 15%, ogni cinque punti di indice di massa corporea (BMI) persa.

  1. Smettere di fumare

Il fumo è probabilmente uno dei fattori di rischio più noti per diversi tipi di tumori, non solo quello ai polmoni, ma anche al colon, allo stomaco e all’esofago.

  1. Limitare il consumo di alcol

Bere troppo non soltanto aumenta il rischio di sviluppare un cancro al colon retto, ma danneggia anche il fegato. Un’abitudine, quindi, che deve essere ridimensionata per migliorare la salute generale dell’organismo.

  1. Ridurre il consumo di carne rossa

Visto che il colon è la parte finale del tubo digerente, il cibo che ingeriamo influisce pesantemente sulla sua salute. Un alto consumo di carne rossa è stato collegato allo sviluppo del cancro al colon (ma anche a una maggiore probabilità di cancro al seno). Il consumo della carne rossa diventa particolarmente problematico soprattutto quando è cucinata ad alte temperature, come abbiamo già visto in un nostro precedente articolo.

  1. Mangiare molta frutta e verdura con proprietà antitumorali

Una dieta ricca di antiossidanti e sostanze fitochimiche aiuta a prevenire i tumori che attaccano il corpo. Alcune delle più potenti fonti di antitumorali presenti in natura sono: cavoli, broccoli, barbabietole, peperoni, pomodori. Non solo: una corretta assunzione di folati, ottenuti attraverso il consumo di alimenti come verdure a foglia larga, broccoli, carciofi, legumi e cereali, funge da barriera difensiva nelle persone sane, contro il tumore al colon retto. E non dimenticate il potere delle mele

  1. Aumentare l’apporto di fibre

Le fibre sono molto importanti per la salute del colon. Agiscono come un detergente intestinale che spazza via tutte le sostanze nocive e potenzialmente cancerogene. Inoltre, favoriscono il proliferare dei batteri buoni nell’intestino. Sì a farina d’avena, crusca, fagioli e semi.

  1. Evitare cibi conservati con nitrito di sodio

In particolare, alimenti trasformati e insaccati. Sembra infatti che , nello stomaco, questo composto reagisca con gli acidi del corpo, formando sostanze tossiche.

  1. Assicuratevi un buon apporto di vitamina D

Carenze di questa vitamina nel corpo, infatti, possono creare degli scompensi alla base di diverse malattie.

  1. Fate controlli periodici

La diagnosi precoce è la più potente arma contro il cancro al colon retto. Oltre i 50 anni di età, se rientrate all’interno di fasce a rischio o avete avuto qualche altro caso in famiglia, prendete in considerazione l’idea di fare dei test di controllo.

È estremamente importante anche prestare attenzione a qualsiasi disturbo che possa essere letto come un segno premonitore di cancro. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

Corsi - Prevenzione a tavola

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Corsi - Prevenzione a tavola

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo

Perché è bene consumare mandorle italiane

Le mandorle rappresentano un'ottima merenda, sana, nutriente e saziante

Cosa significano i numeri e le lettere sulle uova?

Importante informarsi per sapere che tipo di uova stiamo acquistando

Le uova non aumentano il colesterolo né rovinano il fegato

Sfiatiamo un falso mito e facciamo chiarezza sul ruolo delle uova nella nostra alimentazione

La pasta madre: proprietà, benefici e vantaggi in cucina

Anche chiamato lievito madre, migliora la regolazione della glicemia e la digeribilità dei prodotti