I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Vino rosso e tè verde, alleati della prevenzione e della terapia del tumore

Hanno la stessa struttura chimica e un ruolo protettivo nei confronti del cancro e di molte altre malattie

Pubblicato il 16/12/2015 da Mariano Bizzarri
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Uno studio del 2013 ha messo in evidenza come il rischio di contrarre un tumore del polmone nei forti fumatori venisse ridotto di circa il 70% soltanto bevendo due bicchieri di vino rosso al giorno. Questo è un risultato assolutamente certo e sicuro condotto su 300 mila persone negli Stati Uniti, anche perché è confermato dagli studi di biologia molecolare.

Il vino rosso contiene una quantità straordinaria di principi farmacologici, estremamente potenti e attivi, in grado non solo di ridurre il rischio di cancro (visto che riducono i fattori ossidanti, proteggendo le cellule normali da numerosi stimoli di carattere cancerogenico), ma capace anche di concorrere alla terapia di questi tumori.

Leggi anche La straordinaria utilità farmacologica dell’inositolo

Nei nostri laboratori abbiamo isolato otto principali componenti, che collettivamente vengono chiamati Grape seed extract (estratti di semi d'uva), e vengono concentrati e usati già oggi come presidio farmacologico nella terapia dei tumori. Dal punto di vista preventivo sarebbe sufficienti consumare più uva e trattare il vino per quello che è, ossia un alimento, come è sempre stato dall'antichità, rispettando le buone regole dell'alimentazione, senza superare le dosi raccomandate perché è inutile: bastano 2 o 3 bicchieri di vino rosso al giorno.

Pur essendo lontanissimo dal te verde sotto il profilo organolettico, come qualità, come sapore, il vino rosso e il te verde condividono la stessa struttura chimica. Non è un caso che entrambe queste due bevande abbiano un ruolo protettivo nei confronti non solo del cancro ma di tante altre malattie: trombosi, ipercolesterolemia, pressione alta. Inoltre è assolutamente straordinario che due grandi civiltà come quella latina e quella cinese avessero individuato come loro bevanda di riferimento, composti che hanno la stessa composizioni e e le stesse indicazioni in termini di prevenzione e  trattamento delle malattie

Leggi anche I presidi naturali che riducono gli effetti collaterali della chemioterapia



banner basso postfucina





Mariano Bizzarri

Mariano Bizzarri
Professore e Ricercatore sperimentale

Mariano Bizzarri è nato a Roma il 12/10/1957. Ha studiato in Marocco, Spagna, Francia e Italia. Laurea nel 1981 in Medicina e Chirurgia 110/110 e lode con tesi sperimentale. Nel 2000 ha conseguito il dottorato di ricerca in Chirurgia sperimentale. È stato nominato membro del Consiglio di Amministrazione dell’Università La Sapienza per il ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Corsi - Prevenzione a tavola

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo

Come orientarsi tra i diversi tipi di farina

La nutrizionista spiega la differenza tra farine integrali, tipo 00, tipo 0, tipo 1, tipo 2, di manitoba, di grano duro, di grano tenero