I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Una studentessa si nutre di solo te per una settimana

Un esperimento finito male per una ragazza che ha assunto solo te per una settimana

Pubblicato il 01/12/2015 da Prevenzione a tavola

Jessica Cole, studentessa inglese al terzo anno di psicologia della Lincoln University, ci ha messo l'idea e tanta buona volontà per concludere quello che tutti sanno istintivamente: se non mangi ti senti male. La giovane ha deciso infatti di fare un esperimento: nutrirsi per una settimana di sole tazze di tè per vedere quale sarebbe stata la reazione del suo organismo. La giovane ha raccontato che con il passare dei giorni si sentiva sempre più stanca e accusava uno stordimento crescente causato probabilmente sia dalla debilitazione fisica che dalla concentrazione di caffeina.

Potrebbe interessarti anche Tè verde: le controindicazioni da non sottovalutare

La studentessa ha consumato sessanta tazze di infuso, laddove ogni porzione contiene in media 75 mg. di caffeina. Tuttavia ciò che ha realmente debilitato la giovane è l'assenza di cibo. Jessica Cole ha spiegato al Mirror che "era davvero noioso bere giorno dopo giorno sempre la stessa cosa; penso di non aver mai desiderato tanto in vita mia un semplice bicchiere d'acqua". Alla fine della settimana di "test", la giovane ha riferito di sentirsi "nauseata", nonché "prosciugata, davvero stanca e fiacca". L'esperimento di Jessica giunge in un momento particolarmente significativo che almeno in parte riduce la banalità del risultato dimostrato.

L'attenzione talora patologica verso le diete, nonché gli allarmismi causati da una notizia in sé poco rivoluzionaria come quella diffusa dall'OMS sul consumo eccessivo di carni rosse e lavorate, sono solo le più recenti informazioni che, reinterpretate, possono contribuire a fare confusione sull'alimentazione e sulle giuste misure. Del resto è di pochi giorni fa in Inghilterra la notizia diffusa dall'Autorità europea per la sicurezza alimentare secondo cui gli europei consumano troppa caffeina. Il limite giornaliero è di 400 mg. e il 30% dei cittadini del Vecchio continente eccede la dose consigliata. Nell'ultima settimana anche Jessica Cole, se non ha ecceduto in grassi, ha quantomeno esagerato in caffeina. (fonte)

Potrebbe interessarti anche Lo spot sul té che non vedrete mai in Italia



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Corsi - Prevenzione a tavola

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo