Come ridurre lo stress con la Meditazione

Oggi la ricerca scientifica ha studiato e approfondito moltissimo lo stress, proprio perché lo stress è diventato un argomento principale sia della nostra vita familiare, affettiva, ma soprattutto professionale. Oggi nelle aziende si parla moltissimo di stress lavoro-correlato e in effetti lo stress è qualcosa che si è insinuato sempre di più nella vita di tutti i giorni. Viviamo vite stressanti, sempre alla ricerca di qualcosa, sempre in movimento, continuamente pensando a ciò che sarà, anziché riuscire a vivere e a stare in ciò che accade, nel presente, l’unico momento che realmente conta.

Leggi anche Come gestire lo stress in ambito lavorativo

Lo stress è stato approfondito, si è cercato di conoscerlo e soprattutto di studiare quali potessero essere le tecniche, le pratiche che possono aiutare a diminuirlo. Lo stress nasce principalmente da un errore di percezione, dall’idea di non essere in grado di riuscire a affrontare ciò che dobbiamo affrontare. Questo accade perché la nostra mente prende il sopravvento: immagini negative di noi stessi, immagini negative degli altri, immagini negative rispetto alla situazione che stiamo vivendo.

Leggi anche Che cos’è lo stress e come affrontarlo

Riuscire a controllare la mente è quindi qualcosa di estremamente importante. Per fare questo oggi la ricerca ha dimostrato che antiche tecniche utilizzate nei millenni, possono essere un utile compendio per riuscire a gestire lo stress, in particolare Jon Kabat Zinn, un biologo americano che, 30/40 anni fa presso il Mit (Massachusetts Institute of technolgy), ha  introdotto l’utilizzo di una tecnica denominata Mindfulness, ovvero di pienezza della consapevolezza mentale, derivata dall’antica conoscenza orientale, dalla Vipassanā buddista. Si stratta di una tecnica per gestire lo stress, creando dei protocolli di ricerca e di intervento denominati Mindfulness based stress reduction, che permettono di ridurre significativamente i livelli di stress, in tutti gli ambiti.

Oggi l’MBSR viene utilizzato a livello accademico, negli ospedali, nelle scuole con i bambini, proprio perché la consapevolezza, l’intento di portare attenzione a ciò che sta accadendo, ai nostri pensieri, ai nostri stati interni, alle nostre emozioni fa sì che si sviluppi sempre di più un’attenzione consapevole dentro di noi.

A livello fisiologico accade qualcosa di sorprendente perché i flussi del sangue del nostro cervello tendono verso regioni del nostro corpo, in particolare per esempio la corteccia orbito frontale, che sono deputate a integrare le informazioni, a monitorare sempre meglio quello che accade dentro di noi. Una pratica costante come quella appunto della mindfulness, del respiro, è una scelta consapevole fondamentale che permette di crescere in una dimensione oggi importantissima che è quella della riappropriazione dei propri sensi, di quello che ci sta accadendo, di quello che viviamo dentro. Riuscire a fare questo è considerata oggi come l’eccellenza rispetto alla gestione dello stress.

Leggi anche Lo stress nelle relazioni di ogni giorno

Non perderti gli aggiornamenti della pagina Facebook del dottor Enrico Gamba

Condividi il post

Comincia il tuo nuovo stile di vita

Vogliamo divulgare e diffondere consapevolezza alimentare, tramite ricette, consigli e organizzazione della dispensa grazie le proprietà e benefici degli alimenti.

Tieniti informato

Tieniti in-forma(to)

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti per ricevere ogni settimana consigli e ricette

Connettiti con noi sui social

Leggi le ultime su

Goditi i video su

Prevenzione a tavola è un marchio registrato - P.I. 04215320963