I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Depurare il fegato e la cistifellea, prevenendo i calcoli biliari

Non ci soffermiamo quasi mai a pensare di quali cure necessitano il nostro fegato e la cistifellea

Pubblicato il 25/11/2015 da Prevenzione a tavola

Non ci soffermiamo quasi mai a pensare di quali cure necessitano il nostro fegato e la cistifellea, fino a quando non è troppo tardi. Ad esempio, finché il medico ci dice che abbiamo il fegato grasso oppure i tanto temuti e dolorosi calcoli biliari. Consideriamo che chi vive in un paese sviluppato segue, per lo più, una dieta inadeguata e dannosa.

L’obesità, il colesterolo, l’abitudine a consumare “cibo spazzatura” riempie il nostro corpo di tossine e altera le funzioni dell’organismo. Da qui sorgono problemi epatici e disturbi alla cistifellea.

Come si fa a depurare il fegato e la cistifellea ed evitare così i calcoli biliari o qualsiasi altra patologia correlata? Ve lo spieghiamo qui di seguito.

L’importanza di depurare il fegato e la cistifellea

Non importa quanti anni abbiate, se siete in sovrappeso o avete un peso forma. Godere di una buona salute epatica è essenziale per il funzionamento del nostro corpo, per sentirci bene e per prevenire molte malattie, comprese quelle che colpiscono la cistifellea.

Sapete perché in genere il fegato si ammala? Tenete presente che:

  • Il consumo regolare di zucchero, di caffeina e farine bianche raffinate, fa sì che tutte le vitamine del gruppo B assunte attraverso gli altri alimenti, vengano ridotte. Questo si traduce in una minore produzione di acido cloridrico, basilare per i processi digestivi.
  • Quando un alimento non viene elaborato in maniera adeguata e quindi non ben digerito, si formano gas legati alla sua decomposizione; si genera quindi una serie di tossine che, assorbite dalla parete intestinale, passano direttamente nel circolo sanguigno. Tutto questo finisce per saturare e intossicare il nostro fegato.
  • E l’intestino, quanto è importante per la nostra salute? Come sapete, nel suo interno si trovano ceppi di batteri molto benefici, che ci aiutano a digerire le sostanze nutrienti, oltre che ad eliminare quelle in eccesso. Tuttavia, a causa di un’alimentazione errata, così come dell’abuso di antibiotici o di altri tipi di medicine, questa flora batterica viene distrutta, favorendo il proliferare di altri batteri dannosi. Alla fine, il colon si ammala e, ancora una volta, il fegato si riempie di tossine.
  • Un eccesso di tossine nell’organismo e un livello elevato di grassi è, in genere, legato ad un livello alto di colesterolo “cattivo” che altera le nostre funzioni di base, tra cui quelle della vescica biliare. I calcoli biliari, provocati da un accumulo di colesterolo, si possono originare nella vescica biliare o nei dotti biliari del fegato.

Come depurare il fegato e la cistifellea

1. Un cucchiaio di olio di oliva con succo di limone a digiuno.

Sono sufficienti 3 grammi di olio di oliva con 4 gocce di succo di limone, un rimedio antico che vi aiuterà a disintossicare fegato e cistifellea e a ridurre il loro sovraccarico. Gli acidi grassi contenuti nell’olio di oliva, uniti agli antiossidanti e alle vitamine del limone, sono ottimi ricostituenti per questi due organi. Vanno sempre presi a digiuno, appena alzati. Ve la sentite?

2. Un bicchiere di succo di mela a colazione.

La mela è l’alimento ideale per disintossicare e rinforzare il fegato. Il suo segreto risiede in un alto contenuto di vitamine e soprattutto nella pectina, perfetta per rimuovere i metalli pesanti presenti nel fegato e ottimizzare la funzionalità epatica. Non dobbiamo dimenticare anche l’acido malico, presente nel succo di mela, che aiuta a pulire i dotti biliari e ad eliminare possibili piccoli calcoli che si vanno a formare in questa zona. Infine, grazie all’effetto fermentativo del succo di mela, i dotti biliari si espandono, favorendo la circolazione della bile. Per far ciò, sarebbe ideale lavare bene una mela biologica e poi metterla nella centrifuga. In questo modo, potrete beneficiare anche della buccia.

3. Un bicchiere di succo di pompelmo a mezzogiorno.

A tutti sarà capitato di sentirsi gonfi, con la digestione lenta o di avere gas nell’intestino. Un modo semplice per risolvere questi problemi è bere un bicchiere di succo di pompelmo appena spremuto. È magnifico per depurare il fegato e la cistifellea dai grassi. Il suo alto contenuto di flavonoidi, antiossidanti ed enzimi aiuta a dissolvere e prevenire i calcoli biliari.

Ricordate sempre di berlo a colazione o dopo pranzo. Vi aiuterà a digerire.

4. Qualche consiglio in più..

  • Per depurare il fegato e la cistifellea in modo efficace, cercate di eliminare il consumo di alimenti troppo elaborati, i surgelati, le farine raffinate, gli zuccheri, il sale, gli alcolici e le bibite gassate.
  • Evitate le bevande troppo fredde perché ostacolano la corretta depurazione del fegato. È meglio bere l’acqua tiepida e i succhi di frutta tiepidi… Tutto a temperatura ambiente.
  • Cercate di non mangiare carni rosse e latticini.
  • Bevete due litri di acqua al giorno.
  • Non fate consumo eccessivo di medicine, non assumete farmaci “fai da te”. Non abusate di antibiotici.

(Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

Corsi - Prevenzione a tavola

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo