I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Depurare il fegato e la cistifellea, prevenendo i calcoli biliari

Non ci soffermiamo quasi mai a pensare di quali cure necessitano il nostro fegato e la cistifellea

Pubblicato il 25/11/2015 da Prevenzione a tavola

Non ci soffermiamo quasi mai a pensare di quali cure necessitano il nostro fegato e la cistifellea, fino a quando non è troppo tardi. Ad esempio, finché il medico ci dice che abbiamo il fegato grasso oppure i tanto temuti e dolorosi calcoli biliari. Consideriamo che chi vive in un paese sviluppato segue, per lo più, una dieta inadeguata e dannosa.

L’obesità, il colesterolo, l’abitudine a consumare “cibo spazzatura” riempie il nostro corpo di tossine e altera le funzioni dell’organismo. Da qui sorgono problemi epatici e disturbi alla cistifellea.

Come si fa a depurare il fegato e la cistifellea ed evitare così i calcoli biliari o qualsiasi altra patologia correlata? Ve lo spieghiamo qui di seguito.

L’importanza di depurare il fegato e la cistifellea

Non importa quanti anni abbiate, se siete in sovrappeso o avete un peso forma. Godere di una buona salute epatica è essenziale per il funzionamento del nostro corpo, per sentirci bene e per prevenire molte malattie, comprese quelle che colpiscono la cistifellea.

Sapete perché in genere il fegato si ammala? Tenete presente che:

  • Il consumo regolare di zucchero, di caffeina e farine bianche raffinate, fa sì che tutte le vitamine del gruppo B assunte attraverso gli altri alimenti, vengano ridotte. Questo si traduce in una minore produzione di acido cloridrico, basilare per i processi digestivi.
  • Quando un alimento non viene elaborato in maniera adeguata e quindi non ben digerito, si formano gas legati alla sua decomposizione; si genera quindi una serie di tossine che, assorbite dalla parete intestinale, passano direttamente nel circolo sanguigno. Tutto questo finisce per saturare e intossicare il nostro fegato.
  • E l’intestino, quanto è importante per la nostra salute? Come sapete, nel suo interno si trovano ceppi di batteri molto benefici, che ci aiutano a digerire le sostanze nutrienti, oltre che ad eliminare quelle in eccesso. Tuttavia, a causa di un’alimentazione errata, così come dell’abuso di antibiotici o di altri tipi di medicine, questa flora batterica viene distrutta, favorendo il proliferare di altri batteri dannosi. Alla fine, il colon si ammala e, ancora una volta, il fegato si riempie di tossine.
  • Un eccesso di tossine nell’organismo e un livello elevato di grassi è, in genere, legato ad un livello alto di colesterolo “cattivo” che altera le nostre funzioni di base, tra cui quelle della vescica biliare. I calcoli biliari, provocati da un accumulo di colesterolo, si possono originare nella vescica biliare o nei dotti biliari del fegato.

Come depurare il fegato e la cistifellea

1. Un cucchiaio di olio di oliva con succo di limone a digiuno.

Sono sufficienti 3 grammi di olio di oliva con 4 gocce di succo di limone, un rimedio antico che vi aiuterà a disintossicare fegato e cistifellea e a ridurre il loro sovraccarico. Gli acidi grassi contenuti nell’olio di oliva, uniti agli antiossidanti e alle vitamine del limone, sono ottimi ricostituenti per questi due organi. Vanno sempre presi a digiuno, appena alzati. Ve la sentite?

2. Un bicchiere di succo di mela a colazione.

La mela è l’alimento ideale per disintossicare e rinforzare il fegato. Il suo segreto risiede in un alto contenuto di vitamine e soprattutto nella pectina, perfetta per rimuovere i metalli pesanti presenti nel fegato e ottimizzare la funzionalità epatica. Non dobbiamo dimenticare anche l’acido malico, presente nel succo di mela, che aiuta a pulire i dotti biliari e ad eliminare possibili piccoli calcoli che si vanno a formare in questa zona. Infine, grazie all’effetto fermentativo del succo di mela, i dotti biliari si espandono, favorendo la circolazione della bile. Per far ciò, sarebbe ideale lavare bene una mela biologica e poi metterla nella centrifuga. In questo modo, potrete beneficiare anche della buccia.

3. Un bicchiere di succo di pompelmo a mezzogiorno.

A tutti sarà capitato di sentirsi gonfi, con la digestione lenta o di avere gas nell’intestino. Un modo semplice per risolvere questi problemi è bere un bicchiere di succo di pompelmo appena spremuto. È magnifico per depurare il fegato e la cistifellea dai grassi. Il suo alto contenuto di flavonoidi, antiossidanti ed enzimi aiuta a dissolvere e prevenire i calcoli biliari.

Ricordate sempre di berlo a colazione o dopo pranzo. Vi aiuterà a digerire.

4. Qualche consiglio in più..

  • Per depurare il fegato e la cistifellea in modo efficace, cercate di eliminare il consumo di alimenti troppo elaborati, i surgelati, le farine raffinate, gli zuccheri, il sale, gli alcolici e le bibite gassate.
  • Evitate le bevande troppo fredde perché ostacolano la corretta depurazione del fegato. È meglio bere l’acqua tiepida e i succhi di frutta tiepidi… Tutto a temperatura ambiente.
  • Cercate di non mangiare carni rosse e latticini.
  • Bevete due litri di acqua al giorno.
  • Non fate consumo eccessivo di medicine, non assumete farmaci “fai da te”. Non abusate di antibiotici.

(Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali