I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

La cura del limone farà bene al vostro cuore

Riduce le malattie cardiovascolari, regola il colesterolo cattivo e riduce l'ipertensione

Pubblicato il 25/11/2015 da Prevenzione a tavola

La nostra salute cardiaca sarà favorevolmente influenzata dalla cura del limone. Il suo alto indice di antiossidanti migliorerà la salute delle vene e delle arterie grazie alle seguenti virtù:

  • Regola l’eccesso del colesterolo cattivo o LDL.
  • Offre maggiore elasticità a vene e arterie.
  • Elimina la placca di grasso che aderisce alle arterie.
  • Riduce l’ipertensione.

Qualsiasi alimento ricco di vitamina C e antiossidanti è positivo per il nostro cuore, ma è chiaro che il limone è sempre uno dei più interessanti da questo punto di vista.

Come eseguire la cura del limone

Di cosa abbiamo bisogno?

  • Succo di ½ limone biologico.
  • 1 bicchiere d’acqua (200 ml)
Volete saperne di più? Benefici e usi della scorza di limone

Come si prepara?

  • Prima di tutto abbiamo bisogno di un limone biologico, di cui possiamo esseri sicuri riguardo alla provenienza e sul fatto che sia stato coltivato senza pesticidi. Forse vi sorprenderà, ma negli ultimi anni a causa dei metodi di coltivazione utilizzati e del trasporto delle merci, molti dei nostri agrumi hanno perso gli originari livelli di vitamine.
  • La prima cosa da fare è riscaldare un po’ d’acqua. Deve essere tiepida, non calda e assolutamente non fredda. In questo modo potenzieremo ancora di più le virtù di questa cura.
  • Prendere il succo di mezzo limone e mescolarlo con l’acqua tiepida. Dobbiamo berlo a digiuno per 4 giorni di seguito. Interrompere per una settimana e poi iniziare nuovamente la cura.
  • Se notate qualsiasi tipo di fastidio, aggiungete più acqua o diminuite la quantità di succo di limone. Vi interesserà sapere che il succo di limone è indicato anche per trattare la gastrite. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Corsi - Prevenzione a tavola

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo