I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

7 trucchi per bruciare grassi più velocemente

Oltre a un’alimentazione sana e a un’attività fisica costante, è possibile bruciare grassi con questi trucchi

Pubblicato il 24/11/2015 da Prevenzione a tavola

Per dire addio ai chili di troppo, oltre a un’alimentazione sana e a un’attività fisica costante, è possibile seguire alcuni trucchi per bruciare grassi più velocemente. Questi piccoli segreti, infatti, permettono con il tempo di rendere più facile il dimagrimento, spesso complicato a causa della routine tra casa e lavoro.

 In realtà, si tratta di semplici modifiche da apportare alle abitudini quotidiane: basta inserirne tre o quattro nella vita di ogni giorno per vedere subito i primi risultati e scigliere il grasso in maniera più facile e veloce di quanto si possa immaginare.

Leggi anche Pancia gonfia: ecco i cibi da evitare

 Ecco, allora, 7 trucchi per bruciare grassi più velocemente.

  1.  Ordinare un antipasto. Quando vi sedete al tavolo del ristorante, evitate di tuffarvi sul cestino del pane anzi - se gli altri commensali sono d'accordo - chiedete al cameriere di portarlo via. In alternativa, ordinate un antipasto come della bresaola o un'insalata per domare la fame.
  2.  Mangiare delle arachidi. Le arachidi regalano un grande senso di sazietà e, anche se non sono un cibo a ridotto contenuto di calorie, inserirle nell'alimentazione aiuta a tenere a bada la fame con uno spuntino e a bruciare grassi più velocemente.
  3.  Tenere in considerazione il proprio umore. L'umore influenza le abitudini alimentari: è possibile infatti che ci si getti sul cibo non per fame ma per un bisogno di consolazione, per solitudine, depressione o ansia. Quando andate in cerca di uno spuntino prendetevi un minuto per assicurarvi che abbiate effettivamente fame. In caso contrario, cercate di imparare a separare emozioni e cibo: chiamate un'amica per una chiacchierata e vi dimenticherete di aprire il frigorifero.
  4.  Comprare monoporzioni. Se avete bisogno di acquistare alimenti lavorati o grassi (cibo spazzatura in generale), perché proprio non sapete farne a meno, comprate delle monoporzioni. Biscotti e patatine così avranno un peso limitato sul consumo totale di calorie quotidiane.
  5.  Trovare una motivazione. Alle base di un dimagrimento, specie non facile, c'è la motivazione: scattatevi una foto in costume da bagno e fatelo durante il periodo di dieta ogni settimana. Notare i piccoli cambiamenti vi ispirerà e vi motiverà più di qualsiasi altra cosa.
  6.  Non rinunciare al cibo preferito. Che si tratti del cioccolato o delle patatine fritte, il cibo preferito – che di solito è qualcosa di grasso e soddisfacente – non deve essere completamente eliminato. Si rischierebbe infatti l'effetto del “fascino del proibito” e più non potrete mangiarlo più lo desidererete, finché crollerete mangiandone troppo e nel momento sbagliato.
  7.  Fare movimento appena possibile. Inserite una passeggiata o una corsetta appena potete tra gli impegni quotidiani: mentre siete al telefono con le amiche fate la cyclette, andate a cambiare un assegno in banca correndo, ballate mentre fate le pulizie di casa. Potreste sorprendervi dei risultati di questi piccoli cambiamenti. (Fonte)
Potrebbe interessarti anche Come eliminare la pancia



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Corsi - Prevenzione a tavola

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo

Come orientarsi tra i diversi tipi di farina

La nutrizionista spiega la differenza tra farine integrali, tipo 00, tipo 0, tipo 1, tipo 2, di manitoba, di grano duro, di grano tenero