I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Salmone transgenico: via libera dagli Usa

La Food and Drug Adminsitration (Fda) ha dato il via libera alla commercializzazione del prodotto

Pubblicato il 23/11/2015 da Prevenzione a tavola

Finiti nel mirino dell'opinione pubblica mondiale a causa di una scarsa informazione di fondo, gli organismi geneticamente modificati si dividono in realtà in due categorie sulla base della tipolgia di modifica,  a seconda che venga effettuata per migliorare la qualità del prodotto, oppure per velocizzarne i tempi di crescita e produzione; caso, quest'ultimo, in cui rientra l'inquietante salmone transgenico in arrivo sulle tavole degli americani.

Già ribattezzato Frankenfish dall'ironica stampa americana, il salmone biotech è frutto di un improbabile incrocio, effettuato in laboratorio, tra il salmone reale e una variante di salmone meno pregiata (simile all'anguilla) ed è stato creato, manco a dirlo, per consentire tempi e modi di crescita più rapidi e maggiori profitti ai produttori, ben lieti di vendere una sorta di esperimento genetico d'allevamento anziché un autentico salmone pescato con pazienza durante le fasi di risalita dei fiumi.

La cosa più inquietante, in tutto questo, è che la severissima Food and Drug Adminsitration (Fda) ha dato il via libera all'effettiva commercializzazione del prodotto, consentendone così l'approdo sulle tavole degli Americani, magari in previsione del periodo festivo in cui le allegre famigliole potranno degustare il selvaggio alimento proveniente da laboratori incontaminati e provette glaciali.

La commissione di indagine ha infatti stabilito che il salmone incriminato rispetta appieno gli standard nutritivi di settore e che l'apporto calorico erogato si trova in linea con i prodotti comunemente in commercio, nonostante la palese violazione di quella legge di natura che suggerirebbe di non dare vita artificialmente a nuove specie animali per i nostri comodi.

A causa del recente trattato che regola lo scambio di merci alimentari tra Usa ed Europa, il rischio è che il salmone transgenico possa ora fare la sua comparsa anche sui nostri mercati, andando così ad inficiare il livello qualitativo dei prodotti presenti in commercio e a rappresentare l'ennesimo attentato alla nostra nutrizione proveniente dal bizzarro universo a Stelle e Strisce.

Ideato dalla società AquaBounty, il prodotto denominato AquAdvance potrebbe rappresentare inoltre, a detta delle associazioni dei consumatori, una minaccia per i salmoni "normali”, data la possibilità che i pesci Frankestein sfuggano ai loro allevamenti e vadano a riprodursi con gli altri salmoni, dando vita ad un ulteriore ibrido destinato a spingere gli Ogm, di qualunque natura, sempre più al centro del mirino di un'opinione pubblica legittimamente inferocita. (fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La proteina dei broccoli che spegne i tumori

Nuovo studio scopre virtù di una proteina contenuta in tutte le 'crucifere', broccoli, cavolfiore, cime di rapa

Le straordinarie virtù dell’avocado

Riduce la fame e il peso, protegge il cuore e contrasta il diabete perché riduce i picchi glicemici

Nespole, il toccasana della primavera

Consigliate per chi soffre di problemi renali e al fegato, oltre che per altri disturbi

I cibi che sembrano genuini ma provocano il diabete

Influenzano il metabolismo, provocando aumento di peso e resistenza all'insulina. Nuova ricerca ha scoperto i cibi responsabili

Se mangi i fagiolini la tua salute ti ringrazierà

Ecco perché fanno bene. E poi: trucchi per scegliere i fagiolini migliori e cuocerli senza perdere le proprietà nutritive

Corsi - Prevenzione a tavola

Dieta sana: quali sono i nutrienti essenziali per un’alimentazione corretta?

Scoperti i cibi che contrastano il tumore alla vescica

La ricerca è stata condotta dall’Istituto nazionale tumori di Milano

Le uova proteggerebbero la vista degli anziani da una malattia della retina

Ecco quante uova bisognerebbe mangiare a settimana, secondo la rivista Clinical Nutrition

Corsi - Prevenzione a tavola

Fave, il regalo primaverile che fa bene alla salute (e due ricette)

Regolano l'intestino, controllano glucosio e colesterolo nel sangue. Ma sono tossiche per alcuni.

Le mele ci stanno avvelenando?

Il Codacons denuncia la presenza di troppi pesticidi sulla buccia delle mele del supermercato

L’alimentazione sbagliata uccide più del fumo e della pressione alta

A livello globale una morte su 5 è riconducibile a un'alimentazione scorretta, povera di cereali integrali e verdure

Solo pensare al caffè ci rende più attenti e lucidi

Nuovo studio svolto dall'Università di Toronto pubblicato sulla rivista scientifica Consciousness and Cognition

Prevenzione a tavola: un commento da condividere

Le domande di una nostra studentessa sono diventate un post con i consigli e una ricetta di Elena Alquati

Il colesterolo delle uova mette a rischio il cuore?

Nuovo studio riapre il dibattito sulle uova

Arriva la quinoa tutta italiana

Una varietà adattabile alle nostre condizioni climatiche di quinoa, lo pseudocereale delle Ande