I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Meglio adottare un animale di razza o di strada?

Entrambe le soluzioni hanno dei pro e hanno dei contro, vediamole insieme

Pubblicato il 20/11/2015 da
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

La diatriba “meglio animale di razza o meglio animale da strada” è una diatriba eterna alla quale non si arriverà mai a una conclusione. Entrambe le soluzioni hanno dei pro e hanno dei contro. E’ chiaro che in un canile o in un gattile si tratta di un animale provato già dalla vita che ha avuto dei problemi ed è un’opera altamente meritoria; non va per questo demonizzato chi, amante di una particolare razza o di un particolare tipo di animale, decide di spendere dei soldi per avere l’animale che lo soddisfa.

Come dicevamo nello scorso video, anche qui vale lo stesso discorso: prendere un animale in maniera da poterne soddisfare le esigenze, dare priorità alle esigenze dell’animale rispetto alle proprie! Il nostro può essere un gusto estetico, le loro sono vere e proprie esigenze. Se abiti in un appartamento di 35 metri quadrati non ti prendere un levriero afgano, se abiti in campagna non ti prendere un Maine Coon che è un gatto che ha una spiccata attitudine per l’esterno quindi è possibile che esca e non torni più. Le scelte come sempre vanno ponderate e riflettute a lungo.

Scegliere un animale di razza vuole dire prendere un animale che è stato allevato e cresciuto da allevatore, la stragrande maggioranza coscienziosi che hanno speso dei soldi per garantirne la linea di sangue, la salubrità e esaltare determinate caratteristiche: tutto questo ha ovviamente un costo che poi si coagula nel prezzo di acquisto.

Prendere un animale in una struttura vuole dire prendersi cura di un animale che ne ha veramente bisogno, ma parimenti non sappiamo con certezza cosa ci mettiamo in casa, se è un cane per esempio mordace perché è stato maltrattato da piccolo, piuttosto che un gatto con delle malattie croniche che al momento non sono state evidenziate e quant’altro, nonostante la scrupolosità dei controlli veterinari che possono essere effettuati.

Quindi da una parte c’è la razza, una maggiore garanzia di salubrità, dall’altra c’è l’opera altamente meritoria di avere salvato un animale da un destino che comunque non era consono, non era giusto, era crudele.

Non perderti gli aggiornamenti della pagina Facebook del dottor. Giordana



banner basso postfucina





Alessio Giordana

Alessio Giordana
Medico Veterinario

Laureato nel 1985 in Medicina Veterinaria, formato per anni nella più titolata clinica di torino, da 15 anni ho il mio ambulatorio a Milano. Da 30 anni mi occupo della salute e del benessere degli animali da compagnia. Seguo allevamenti felini titolati a livello ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La ricetta degli Gnocchi di borragine

Se l'orto ti regala borragine, tu fanne gnocchi deliziosi

La ricetta dei Guadrotti di miglio con nocciole

Un dolce sano, senza glutine e squisito: eccovi la lista degli ingredienti e il procedimento

Torta di mele rovesciata

Oggi v'insegno la ricetta della mia squisita torta di mele rovesciata

Crema di zucca al profumo di rosmarino

Una crema da utilizzare per un dessert, oppure per fare delle crostate, o anche delle fragranti torte salate

Favette dei morti, ricetta e ingredienti

Per la ricorrenza odierna ho preparato un dolce tradizionale di molte regioni italiane, le favette dei morti

Corsi - Prevenzione a tavola

Ricette autunnali, è online il nuovo corso di cucina di Prevenzione a Tavola

Menù giornalieri equilibrati per affrontare il cambio di stagione senza malanni

Giornata mondiale dell’alimentazione: tra coscienza e consapevolezza

Oggi in 150 Paesi si festeggia il World Food Day: da anni Prevenzione a tavola si batte per diffondere una corretta cultura del cibo

Pane di riso cotto fermentato

Una ricetta squisita che ci permette di recuperare gli avanzi di un pasto precedente. Ecco come si prepara

Corsi - Prevenzione a tavola

Pancake alle carote con farina di mandorla e semi di papavero

Una rivisitazione più sana, leggera e nutriente del famosissimo dolce americano per la prima colazione

Troppo fruttosio mette a rischio il fegato

Secondo un nuovo studio causa la steatosi epatica non alcolica

Chi mangia pasta ha un’alimentazione più sana e più ricca di nutrienti

E presenta un'assunzione giornaliera inferiore di grassi saturi e zuccheri aggiunti, rispetto a chi non la mangia

Con la soia diminuiscono le recidive di cancro al seno

La ricerca scientifica ha ampiamente dimostrato come il consumo di cibi tradizionali a base di soia riduca il rischio di recidive e mortalità

Quercetina: la molecola di frutta e verdura che contrasta il Covid-19

Si tratta della quercetina, contenuta in molti frutti, verdure e ortaggi comuni. E anche in vino rosso e thè. Ecco lo studio che dà una speranza in più nella lotta contro il coronavirus

Torta alle mele con grano saraceno ed estratto di liquirizia

La torta che prepariamo oggi è un piacere per le pupille gustative e anche per gli occhi. Ecco la ricetta della Torta alle mele con grano saraceno ed estratto di liquirizia

Le tortine di farro rivisitate da una nostra allieva

Valentina, una studentessa di Prevenzione a Tavola, ha realizzato una delle nostre ricette con qualche piccola variante che noi abbiamo molto apprezzato