I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Meglio adottare un animale di razza o di strada?

Entrambe le soluzioni hanno dei pro e hanno dei contro, vediamole insieme

Pubblicato il 20/11/2015 da Alessio Giordana
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

La diatriba "meglio animale di razza o meglio animale da strada" è una diatriba eterna alla quale non si arriverà mai a una conclusione. Entrambe le soluzioni hanno dei pro e hanno dei contro. E' chiaro che in un canile o in un gattile si tratta di un animale provato già dalla vita che ha avuto dei problemi ed è un’opera altamente meritoria; non va per questo demonizzato chi, amante di una particolare razza o di un particolare tipo di animale, decide di spendere dei soldi per avere l’animale che lo soddisfa.

Come dicevamo nello scorso video, anche qui vale lo stesso discorso: prendere un animale in maniera da poterne soddisfare le esigenze, dare priorità alle esigenze dell’animale rispetto alle proprie! Il nostro può essere un gusto estetico, le loro sono vere e proprie esigenze. Se abiti in un appartamento di 35 metri quadrati non ti prendere un levriero afgano, se abiti in campagna non ti prendere un Maine Coon che è un gatto che ha una spiccata attitudine per l’esterno quindi è possibile che esca e non torni più. Le scelte come sempre vanno ponderate e riflettute a lungo.

Scegliere un animale di razza vuole dire prendere un animale che è stato allevato e cresciuto da allevatore, la stragrande maggioranza coscienziosi che hanno speso dei soldi per garantirne la linea di sangue, la salubrità e esaltare determinate caratteristiche: tutto questo ha ovviamente un costo che poi si coagula nel prezzo di acquisto.

Prendere un animale in una struttura vuole dire prendersi cura di un animale che ne ha veramente bisogno, ma parimenti non sappiamo con certezza cosa ci mettiamo in casa, se è un cane per esempio mordace perché è stato maltrattato da piccolo, piuttosto che un gatto con delle malattie croniche che al momento non sono state evidenziate e quant’altro, nonostante la scrupolosità dei controlli veterinari che possono essere effettuati.

Quindi da una parte c’è la razza, una maggiore garanzia di salubrità, dall’altra c’è l’opera altamente meritoria di avere salvato un animale da un destino che comunque non era consono, non era giusto, era crudele.

Non perderti gli aggiornamenti della pagina Facebook del dottor. Giordana



banner basso postfucina





Alessio Giordana

Alessio Giordana
Medico Veterinario

Laureato nel 1985 in Medicina Veterinaria, formato per anni nella più titolata clinica di torino, da 15 anni ho il mio ambulatorio a Milano. Da 30 anni mi occupo della salute e del benessere degli animali da compagnia. Seguo allevamenti felini titolati a livello ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

Corsi - Prevenzione a tavola

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo