I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Bevande dietetiche favorirebbero infarti e ictus

Uno studio ha scoperto che le bevande dietetiche sono collegate alle malattie cardiovascolari

Pubblicato il 20/11/2015 da Prevenzione a tavola

Le bevande dietetiche saranno meno caloriche dei rispettivi prodotti "basic", eppure per loro non manca un collegamento con le malattie cardiovascolari. A stabilire questa preoccupante associazione è stato uno studio basato sui dati dell'osservatorio del Women's Health Initiative (WHI), che ha preso in esame la situazione clinica di quasi 60.000 donne in età da menopausa, osservando una correlazione tra il consumo di bevande dietetiche – e dunque di dolcificanti artificiali – e le malattie cardiache. I risultati della ricerca sono stati esposti all'annuale incontro scientifico dell'American College of Cardiology a Washington.

Leggi anche Coca Cola Light, Zero e classica: quali le differenze?

L'età media delle donne prese in esame è stata di 62,8 e nessuna di loro aveva sofferto in precedenza di malattie cardiovascolari. Dopo un periodo medio di osservazione di circa nove anni, l'8,5% delle donne che avevano consumato quotidianamente tra una e due bevande dietetiche al giorno (ossia 33-66 centilitri) è andato incontro ad ictus ischemico, infarto, insufficienza cardiaca congestizia, malattia arteriosa periferica o morte cardiovascolare. Percentuale che è scesa al 6,9% nelle donne che hanno bevuto 5-7 bevande a settimana, a 6,8% per consumi tra 1 e 4 bevande a settimana, e che è poi risalita al 7,2% tra coloro che hanno consumato tra zero e tre bevande dietetiche al mese. Ha spiegato il dottor Ankur Vyas, ricercatore della University of Iowa e coordinatore dello studio, che "i nostri risultati sono in linea e sviluppano studi precedenti che mostrano un'associazione tra bevande dietetiche e sindrome metabolica".

Potrebbe interessarti anche Le 6 regole per prevenire le malattie cardiovascolari

Si tratta tuttavia solo di un'associazione e non di una relazione causa-effetto. Lo stesso dottor Vyas ha chiarito che "non possiamo dire che le bevande dietetiche causare questi problemi". Sui dati presi in esame possono influire infatti altre variabili. Le donne che consumavano più due bevande dietetiche al giorno, infatti, erano in media più giovani, più inclini al vizio del fumo, in sovrappeso, ipertese e con una maggiore prevalenza di diabete. D'altro canto, il consumo di bevande dietetiche potrebbe rappresentare la reazione personale ad una dieta sbagliata. Stabilita la correlazione, dunque, diventa opportuno – osserva ancora il dottor Vyas – proseguire nello studio ed estendere il campione preso in esame. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La zucca è ottima per la nostra salute: due ricette da leccarsi i baffi

La zucca, la regina dell'autunno, è ricca di proprietà benefiche per il nostro organismo

Tutti i cibi che fanno bene alla pelle

La mantengono sana, idratata e la fanno invecchiare meno

L’olio extravergine d’oliva protegge da infarti e ictus

Il merito è di una proteina salva-cuore

Nel tuorlo d’uovo in segreto per non perdere i capelli

Secondo uno studio giapponese si nasconde un possibile composto contro l'alopecia

La dieta mediterranea allunga la vita degli anziani

Perché riduce del 25% il rischio di morte per qualsiasi causa negli over-65

Corsi - Prevenzione a tavola

Le fragole contrastano le malattie infiammatorie croniche intestinali

Secondo studio possono essere utili contro morbo di Chron e colite ulcerosa

Ecco perché le cicerchie fanno bene

Proprietà e benefici delle cicerchie

Cicerchie: tra falsi miti e realtà

In passato ingiustamente demonizzate, oggi le cicerchie sono oggetto di riscoperta

Corsi - Prevenzione a tavola

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'