I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Cosa c’è da sapere prima di adottare un cane o un gatto?

Bisogna partire dal presupposto che non è un acquisto, ma uno stravolgimento del proprio stile di vita

Pubblicato il 06/11/2015 da Alessio Giordana
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

La scelta di adottare un animale è quasi sempre una scelta emotiva, ci si è fatti emozionare da un animale visto su Internet o in una vetrina o in un allevamento e tutti prendono l’animale per soddisfare determinate pulsioni, volere compagnia, volere un animale di cui prendersi cura etc., sono tutte pulsioni doverose, il problema è che è una scelta e come tale va meditata.

Bisogna partire dal presupposto che non è un acquisto, ma uno stravolgimento del proprio stile di vita, quindi bisogna valutare l’impegno che l’animale comporta, non tanto dal punto di vista economico, si tratta semplicemente del mantenimento e di cure preventive dal punto di vista veterinario, quanto l’impegno di tempo. Cani e gatti sono animali sociali, il cane vive in branchi, il gatto vive in colonia, bisogna dedicare loro del tempo.  Cerco di stressare questo concetto perché un esempio su tutti molto frequente: il genitore quarantenne oberato di lavoro, con la figlia di 10 anni, che vuole un cucciolo e viene preso per soddisfare questa esigenza della ragazza, dimenticando però che tra tre anni la ragazza sarà tutta IPhone, trucchi della Pupa e fidanzatino e il cane sopravvivrà probabilmente da solo perché i genitori non possono prendersene cura partendo al mattino e tornando alla sera; fino a quando la figlia sarà sposata, separata a sua volta con una figlia.

È questa la cosa che bisogna mettere in conto che a un animale va dedicato parecchio tempo. Poi la tipologia di animale richiede un diverso impegno, il cane richiede un maggiore contatto, il cane va portato fuori, va fatto correre, perché il cane riconosce l’umano come capo branco.

Il gatto si adatta più facilmente a una vita in appartamento, ma essendo un animale sociale o prendiamo due gatti e fanno tra di loro una microcolonia e quindi hanno un ambiente più ricco di stimoli. Condannare un animale alla solitudine è una crudeltà, quindi quando si prende un animale bisogna valutare sempre che è un impegno di tempo, se è possibile l’adozione di un animale è la scelta migliore che uno possa operare, se questo tempo a disposizione purtroppo non ce l’abbiamo è meglio optare su altre cose.

Il mio consiglio è questo:

12108803_939617602758285_2572667174740769832_n

Non perderti gli aggiornamenti della pagina Facebook del dottor. Giordana



banner basso postfucina





Alessio Giordana

Alessio Giordana
Medico Veterinario

Laureato nel 1985 in Medicina Veterinaria, formato per anni nella più titolata clinica di torino, da 15 anni ho il mio ambulatorio a Milano. Da 30 anni mi occupo della salute e del benessere degli animali da compagnia. Seguo allevamenti felini titolati a livello ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali