I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Cosa c’è da sapere prima di adottare un cane o un gatto?

Bisogna partire dal presupposto che non è un acquisto, ma uno stravolgimento del proprio stile di vita

Pubblicato il 06/11/2015 da Alessio Giordana
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

La scelta di adottare un animale è quasi sempre una scelta emotiva, ci si è fatti emozionare da un animale visto su Internet o in una vetrina o in un allevamento e tutti prendono l’animale per soddisfare determinate pulsioni, volere compagnia, volere un animale di cui prendersi cura etc., sono tutte pulsioni doverose, il problema è che è una scelta e come tale va meditata.

Bisogna partire dal presupposto che non è un acquisto, ma uno stravolgimento del proprio stile di vita, quindi bisogna valutare l’impegno che l’animale comporta, non tanto dal punto di vista economico, si tratta semplicemente del mantenimento e di cure preventive dal punto di vista veterinario, quanto l’impegno di tempo. Cani e gatti sono animali sociali, il cane vive in branchi, il gatto vive in colonia, bisogna dedicare loro del tempo.  Cerco di stressare questo concetto perché un esempio su tutti molto frequente: il genitore quarantenne oberato di lavoro, con la figlia di 10 anni, che vuole un cucciolo e viene preso per soddisfare questa esigenza della ragazza, dimenticando però che tra tre anni la ragazza sarà tutta IPhone, trucchi della Pupa e fidanzatino e il cane sopravvivrà probabilmente da solo perché i genitori non possono prendersene cura partendo al mattino e tornando alla sera; fino a quando la figlia sarà sposata, separata a sua volta con una figlia.

È questa la cosa che bisogna mettere in conto che a un animale va dedicato parecchio tempo. Poi la tipologia di animale richiede un diverso impegno, il cane richiede un maggiore contatto, il cane va portato fuori, va fatto correre, perché il cane riconosce l’umano come capo branco.

Il gatto si adatta più facilmente a una vita in appartamento, ma essendo un animale sociale o prendiamo due gatti e fanno tra di loro una microcolonia e quindi hanno un ambiente più ricco di stimoli. Condannare un animale alla solitudine è una crudeltà, quindi quando si prende un animale bisogna valutare sempre che è un impegno di tempo, se è possibile l’adozione di un animale è la scelta migliore che uno possa operare, se questo tempo a disposizione purtroppo non ce l’abbiamo è meglio optare su altre cose.

Il mio consiglio è questo:

12108803_939617602758285_2572667174740769832_n

Non perderti gli aggiornamenti della pagina Facebook del dottor. Giordana



banner basso postfucina





Alessio Giordana

Alessio Giordana
Medico Veterinario

Laureato nel 1985 in Medicina Veterinaria, formato per anni nella più titolata clinica di torino, da 15 anni ho il mio ambulatorio a Milano. Da 30 anni mi occupo della salute e del benessere degli animali da compagnia. Seguo allevamenti felini titolati a livello ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La proteina dei broccoli che spegne i tumori

Nuovo studio scopre virtù di una proteina contenuta in tutte le 'crucifere', broccoli, cavolfiore, cime di rapa

Le straordinarie virtù dell’avocado

Riduce la fame e il peso, protegge il cuore e contrasta il diabete perché riduce i picchi glicemici

Nespole, il toccasana della primavera

Consigliate per chi soffre di problemi renali e al fegato, oltre che per altri disturbi

I cibi che sembrano genuini ma provocano il diabete

Influenzano il metabolismo, provocando aumento di peso e resistenza all'insulina. Nuova ricerca ha scoperto i cibi responsabili

Se mangi i fagiolini la tua salute ti ringrazierà

Ecco perché fanno bene. E poi: trucchi per scegliere i fagiolini migliori e cuocerli senza perdere le proprietà nutritive

Corsi - Prevenzione a tavola

Dieta sana: quali sono i nutrienti essenziali per un’alimentazione corretta?

Scoperti i cibi che contrastano il tumore alla vescica

La ricerca è stata condotta dall’Istituto nazionale tumori di Milano

Le uova proteggerebbero la vista degli anziani da una malattia della retina

Ecco quante uova bisognerebbe mangiare a settimana, secondo la rivista Clinical Nutrition

Corsi - Prevenzione a tavola

Fave, il regalo primaverile che fa bene alla salute (e due ricette)

Regolano l'intestino, controllano glucosio e colesterolo nel sangue. Ma sono tossiche per alcuni.

Le mele ci stanno avvelenando?

Il Codacons denuncia la presenza di troppi pesticidi sulla buccia delle mele del supermercato

L’alimentazione sbagliata uccide più del fumo e della pressione alta

A livello globale una morte su 5 è riconducibile a un'alimentazione scorretta, povera di cereali integrali e verdure

Solo pensare al caffè ci rende più attenti e lucidi

Nuovo studio svolto dall'Università di Toronto pubblicato sulla rivista scientifica Consciousness and Cognition

Prevenzione a tavola: un commento da condividere

Le domande di una nostra studentessa sono diventate un post con i consigli e una ricetta di Elena Alquati

Il colesterolo delle uova mette a rischio il cuore?

Nuovo studio riapre il dibattito sulle uova

Arriva la quinoa tutta italiana

Una varietà adattabile alle nostre condizioni climatiche di quinoa, lo pseudocereale delle Ande