La dieta che diminuisce il colesterolo e fa perdere peso

L’aglio non è solo un ingrediente essenziale per il condimento dei cibi ma è anche uno degli alimenti più benefici per la salute. Ha proprietà antitumorali, riesce ad accelerare il metabolismo e a combattere i danni provocati dal fumo. Secondo una tradizione tibetana, l’aglio è la base di un’antica ricetta medicinale ideata dai monaci buddisti del Tibet che permette di depurare il corpo e di perdere peso in modo salutare.

I benefici e le controindicazioni della cura dell’aglio
La “cura” sfrutta le proprietà mediche dell’aglio per eliminare i depositi di grasso che si accumulano nel corpo, per diminuite il colesterolo “cattivo”, i trigliceridi e la pressione arteriosa. La ricetta tibetana riesce inoltre a migliorare il funzionamento del fegato, dei reni e del sistema circolatorio, permettendo di combattere sovrappeso, ischemia, artrite ed anche sinusite e mal di testa. La dieta dell’aglio è però sconsigliata a chi soffre di ulcere digestive o irritazioni gastriche, a chi assume anticoagulanti e chi non tollera l’aglio crudo. Prima di cominciarla sarebbe meglio consultare un medico o un naturopata, soprattutto quando si assumono medicine o si hanno problemi di salute.

La ricetta della cura a base di aglio
Per preparare l’antica cura tibetana, bisogna mettere in una bottiglia di vetro un quarto di litro di alcol a 70 gradi e 350 grammi di aglio crudo, sbucciato e tritato. Dopo averla chiusa ermeticamente, è necessario lasciarla in frigorifero per 10 giorni. A questo punto, si può filtrare il liquido, che sarà diventato di un colore verdognolo, con un panno. Bisogna poi lasciarlo altri 3 giorni in frigorifero prima di poter cominciare la cura. Bisognerà assumere il liquido con un po’ d’acqua, venti minuti prima dei 3 pasti principali. Il primo giorno se ne dovranno assumere 1 goccia prima della colazione, 2 gocce prima del pranzo, 3 gocce prima della cena. Dal secondo al sesto giorno si dovrà aumentare quotidianamente ogni dose di 3 gocce, fino ad arrivare a 15 gocce prima della colazione, 14 gocce prima del pranzo, 13 gocce prima della cena nel giorno numero 6. Dal settimo al decimo giorno si dovrà invece diminuire le dosi quotidiane di 3 gocce per ogni dose, raggiungendo 3 gocce prima della colazione, 2 gocce prima del pranzo, 1 goccia prima della cena. Se a questo punto il preparato non è ancora finito, si possono prendere 25 gocce ogni giorno fino a quando non termina la bottiglia. Gli effetti sulla propria salute saranno incredibili. (Fonte)

Potrebbe interessarti anche: Come sbucciare l’aglio senza toccarlo

Condividi il post

Stroncatura, l’antica ricetta calabrese

Ormai è diventata una passione, andare alla ricerca delle ricette…

Torta di mele rovesciata

Oggi v’insegno la ricetta della mia squisita torta di mele…

Riso integrale al pesto di fave con profumo di menta

Oggi voglio condividere con voi questa ricetta semplice, veloce, sfiziosa:…

Comincia il tuo nuovo stile di vita

Vogliamo divulgare e diffondere consapevolezza alimentare, tramite ricette, consigli e organizzazione della dispensa grazie le proprietà e benefici degli alimenti.

Tieniti informato

Tieniti in-forma(to)

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti per ricevere ogni settimana consigli e ricette

Connettiti con noi sui social

Leggi le ultime su

Goditi i video su

Prevenzione a tavola è un marchio registrato - P.I. 04215320963