I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Il metodo per conservare le erbe aromatiche

Ecco un geniale metodo di conservazione delle erbe aromatiche fresche

Pubblicato il 03/11/2015 da Prevenzione a tavola

L’olio di oliva è presente in quasi tutte le case e serve per condire una qualsiasi pietanza, conferendogli un sapore più squisito rispetto alla norma. Tuttavia, questa particolare spezia nasconde al suo interno altre proprietà insospettabili. Esso può impreziosire diversi cibi, ma assume anche altre funzioni di una certa importanza. Ve ne descriviamo una in questo articolo.

Partiamo innanzitutto da un presupposto. L’altro ingrediente protagonista di questo pezzo è costituito dalle erbe aromatiche. Queste ultime sono estremamente complicate da conservare. Infatti, è sufficiente un piccolo errore per fare in modo che le stesse perdano la maggior parte del proprio sapore e non servano più a nulla. Esiste un sistema semplice e pratico per fare in modo che una cosa del genere non succeda. E non c’è bisogno di essere cuochi di primissima categoria o casalinghe disperate per riuscire in questo obiettivo immediato. È sufficiente utilizzare proprio il già citato olio d’oliva, e non ci vuole neanche una dose così cospicua, anzi.

olio

La prima operazione da eseguire è prendere un piccolo fascio di erbe aromatiche. Questi ortaggi devono essere rigorosamente freschi per fare in modo che l’esperimento possa essere compiuto al meglio e che tali erbe siano sufficientemente commestibili. Quindi, bisogna proseguire inserendole all’interno delle piccole vaschette che di solito vengono adoperate peressere riempite di acqua e condotte nel freezer. Si può scegliere di ritagliare le erbe aromatiche in piccoli pezzi, o in alternativa di lasciarle sui rami e sulle foglie senza eseguire alcun tipo di operazione aggiuntiva. In qualsiasi modo vengano inserite le erbe, il risultato conclusivo è sempre uguale, così come vi sarà mostrato di qui a poco.

feqf

Adesso, negli spazi adibiti all’inserimento dei cubetti di ghiaccio, si versa l’olio sufficiente a riempirli. Ovviamente, questo olio di oliva deve ricoprire le erbe aromatiche, altrimenti tutto ciò che è stato fatto sarà stato totalmente inutile. È proprio ora che arriva la parte saliente di tutta l’iniziativa, la dimostrazione evidente della funzione miracolosa dell’olio d’oliva. Quest’ultimo, insieme alle varie erbe aromatiche, deve essere posto all’interno del congelatore. Deve restare lì dentro per qualche ora, facendo in modo che le piccole vaschette agiscano nel modo migliore. Alla fine, dovranno venire fuori veri e propri cubetti di olio congelato, molto simili alla tipica acqua ghiacciata.

feeqfq

Si tratta di un sistema davvero unico per fare in modo che le erbe possano conservarsi per un arco di tempo maggiore e siano riutilizzabili in più circostanze. Come si può vedere, stiamo parlando di una procedura per niente complicata, accessibile davvero a tutti. Il trucco è riuscito e non fa altro che porre in risalto le qualità sopraffine dell’olio di oliva, che non si limita ad essere un perfetto condimento. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali