I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Topo riesce a nascondersi al gatto ma alla fine…

Pubblicato il 02/11/2015 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Per rendersi conto di quanto il naso di un gatto sia fine quasi quanto quello di un cane, si deve pensare che è formato da circa 200 milioni di cellule olfattive, che paragonate ai 5 milioni presenti nel nostro, spiegano come sia possibile che alcuni odori per noi “inesistenti” per lui siano invece perfettamente chiari, nitidi come se li vedesse.

Vero prodigio di ingegneria, il naso del gatto possiede al suo interno una complicata struttura fatta di pieghe ossee che servono per tenere intrappolata l’aria carica di odori e metterla poi a contatto con le cellule sensoriali.

Perciò quando il micio respira, una parte dell’aria introdotta finisce nei polmoni e una parte, che contiene odori particolari, rimane invece in queste speciali fosse nasali, ricchissime di recettori, per essere riconosciuta. Eppure questo topo manda in crisi tutta questa teoria…



banner basso postfucina







  • Segui TV:


NOTIZIE + RECENTI

Mela rosa dei Sibillini utile nella prevenzione di malattie cardiovascolari e neurodegenerative

Lo dimostrano i risultati di uno studio dell'Università di Camerino sulle proprietà salutistiche del frutto

Scampi e gamberi italiani pieni di microplastiche

I ricercatori delle Università di Cagliari e delle Marche hanno scovato un'alta concentrazione nei crostacei

Un avocado al giorno toglie il colesterolo cattivo di torno

La scoperta dei ricercatori americani: Bisogna includerlo nella propria alimentazione

Gli integratori non sostituiscono un’alimentazione corretta né i farmaci

Il Ministero della Salute ha stilato un Decalogo per il corretto uso degli integratori: "non esistono prodotti miracolosi"

Dott. Berrino: “Come contrastare l’obesità infantile”

I nostri bambini assumono troppi zuccheri e troppe proteine. La colpa? L'esempio sbagliato dei genitori

Corsi - Prevenzione a tavola

Sbucciare una melagrana in meno di un minuto

Vale la pena imparare a sbucciare questo frutto perché si tratta davvero di un concentrato di proprietà benefiche per il nostro organismo

Contengono più calorie le castagne arrostite, bollite o secche?

Il metodo di cottura influisce molto sul contenuto calorico delle castagne

10 validissimi motivi per mangiare i semi di zucca

I semi di zucca hanno proprietà straordinarie e benefici per il nostro organismo

Corsi - Prevenzione a tavola

È tempo di barbabietole, ricchissime di benefici

Riduce la pressione del sangue, migliora le prestazioni fisiche e mentali, stimola il dimagrimento

Corbezzolo, il preziosissimo frutto autunnale

Alla scoperta del corbezzolo, frutto presente nelle aree mediterranee, ricco di proprietà e dai mille usi in cucina

La frutta secca non fa ingrassare e protegge dalle malattie cardiovascolari

Un nuovo studio indica quanti grammi mangiarne tutti i giorni per evitare l'aumento di peso

Salutiamo l’estate con i corsi di Prevenzione a tavola a metà prezzo

Fino a lunedì 23 settembre 2019, giorno dell'equinozio d'autunno

Fichi, il frutto di fine estate alleato dell’intestino

Antiossidanti e antinfiammatori. Ecco la ricetta della marmellata di fichi senza zucchero

La pizza contrasta alcune malattie e allunga la vita

Deve però essere preparata in Italia con ingredienti italiani: la pizza vince l'Ig Nobel 2019 per la medicina

Troppo sale, grassi e zuccheri nella carne ‘vegetale’

Una ricerca analizza hamburger, falafel, salsicce, polpette a base di tofu, soia e cereali. I risultati non sono entusiasmanti.