I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Cosa contiene l’estratto di camomilla Plasmon?

L'analisi degli ingredienti dell'estratto solubile/granulare di camomilla Plasmon

Pubblicato il 29/10/2015 da Chiara Cevoli

Sono prodotti ampiamente utilizzati da tanti genitori: per comodità, perché si pensa siano una buona soluzione per calmare i bambini, perché ai bambini piacciono moltissimo. Ma cosa contengono? Sono veramente indicati per i più piccoli?

INGREDIENTI

  • Estratto solubile: Saccarosio, destrosio, estratto secco di camomilla (1,8%), sciroppo di glucosio disidratato
  • Estratto granulare: Destrosio, saccarosio, sciroppo di glucosio disidratato, estratto secco di camomilla (1%).

Anche se in ordine diverso gli ingredienti sono gli stessi in entrambi i prodotti:

  1. Saccarosio: è il comune zucchero, è una catena formata da 2 zuccheri semplici il glucosio e il fruttosio.
  2. Destrosio: è un altro nome del glucosio
  3. Sciroppo di glucosio disidratato: sempre glucosio sotto forma di sciroppo, quindi sciolto.
  4. Estratto secco di camomilla

Dalla lista degli ingredienti si nota immediatamente una cosa: 3 su un totale di 4 sono zucchero, sotto nomi diversi, ma sempre di zucchero parliamo. 1 cucchiaino da 5 grammi di estratto granulare contiene infatti:

  • 4,95 gr di zucchero (99%)
  • 0,05 gr di camomilla (1%)

In pratica è come pagare a peso d’oro un po’ di zucchero. Inoltre, per quanto possa essere comodo un prodotto del genere, purtroppo però gli effetti sia a breve che a lungo termine dell’uso quotidiano di queste bevande non è così scontato.

Potrebbe interessarti anche Cosa contengono i biscotti per neonati?

Infatti abituare bambini così piccoli (e spesso queste bevande sono date ai neonati) a sapori così dolci renderà ancora più difficile abituarli a mangiare alimenti più naturali e ovviamente molto meno dolci come la frutta. Inoltre se da un lato la camomilla ha proprietà calmanti, ed è proprio per questa ragione che viene data ai bambini, dall’altro lo zucchero ha invece proprietà eccitanti, soprattutto gli zuccheri semplici, come quelli contenuti in questi estratti. Lo zucchero, in particolare il glucosio, presente in questi prodotti in tutti e 3 gli ingredienti diversi dalla camomilla, è infatti il carburante del nostro corpo, è un pacchetto di energia prontamente disponibile e utilizzabile. Non a caso il glucosio, o per essere più precisi il destrosio, è utilizzato dagli SPORTIVI per ripristinare, dopo uno sforzo fisico intenso, le riserve di glicogeno (la forma di immagazzinamento degli zuccheri) nel corpo: ma di questo bambini così piccoli non hanno di certo bisogno! Oltretutto nessuno dei 2 prodotti è biologico.

Cosa fare quindi?

Comprate una confezione di camomilla biologica al supermercato e preparate voi stessi la bevanda per i vostri bambini aggiungendo magari un po’ di miele.

Non perderti gli aggiornamenti della dott.ssa Cevoli sulla sua pagina Facebook
Estratto granulare ed estratto solubile di camomilla Plasmon: altro non sono che zucchero venduto a peso d'oro! La... Posted by Dott.ssa Chiara Cevoli Biologo Nutrizionista on Mercoledì 28 ottobre 2015



banner basso postfucina





Chiara Cevoli

Chiara Cevoli
Biologa Nutrizionista

Laureata in Biologia Applicata alla Ricerca Biomedica presso l'Università di Roma La Sapienza nel 2009 con lode, mi sono da subito interessata alla tematica dell'alimentazione frequentando diversi corsi e collaborando in alcuni Ospedali del Lazio come volontaria. Negli anni successivi è quindi iniziata la mia attività come Biologo Nutrizionista ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore

Non causa solo ipertensione: nuova ricerca svela i rischi del sale

Ecco cosa si rischia con una dieta ad alto contenuto di sale

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Corsi - Prevenzione a tavola

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Corsi - Prevenzione a tavola

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente