I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

I 10 cibi naturalmente afrodisiaci

Dallo zafferano alla cipolla rossa, dalla 'nduja alla cicoria: scopriteli tutti!

Pubblicato il 22/10/2015 da Prevenzione a tavola

Dalla cicoria che risveglia l’eros alle mandorle che stimolano la fertilita’, fino a pistacchi e cipolla rossa: arriva ad Expo la top ten dei cibi afrodisiaci naturali. Ad affermarlo e’ la Coldiretti che al padiglione “No farmers no party” all’ingresso del Cardo sud dell’esposizione universale ha allestito la prima esposizione dei prodotti che la scienza o la tradizione popolare hanno certificato avere proprieta’ afrodisiache, con tanto di assaggi e la presentazione dello studio “L’amore dell’orto”, in occasione del Mandorla Day. Proprio la mandorla – sottolinea la Coldiretti – e’ uno dei cibi indispensabili in un menage di coppia. Secondo la medicina naturale – spiega la Coldiretti -, ne bastano 30 grammi al giorno per stimolare la fertilita’ nell’uomo e incrementare la passione, soprattutto nelle donne.

Non a caso nel Medioevo la mandorla era uno degli ingredienti principali nella cucina di corte, indispensabile per i piatti afrodisiaci e i filtri d’amore, e ancora oggi si usa regalare confetti di mandorla in occasione di battesimi e matrimoni, per augurare fertilita’ e prosperita’ nella vita futura. Frutta secca e passione vanno a braccetto – continua la Coldiretti – anche nel caso dei pistacchi, come quelli di Bronte, considerati eccitante gia’ nell’antichita’, grazie all’abbondante presenza di antiossidanti. Il pistacchio potrebbe inoltre aiutare contro le difficolta’ sotto le lenzuola da parte dell’uomo. Ma a stimolare l’eros sono anche delle verdure “insospettabili” – rivela la Coldiretti – come ad esempio la cicoria che e’ fonte dell’ormone maschile androstenedione. Il suo consumo almeno due volte alla settimana (250 grammi) riaccende le passioni sopite con il passare degli anni.

Lo stesso discorso – aggiunge la Coldiretti – vale per il peperone che, soprattutto se appena colto, puo’ essere considerato afrodisiaco grazie anche alla notevole presenza di vitamina C che ne fa un prodotto con spiccate caratteristiche antiossidanti, utili per la fertilita’. Per chi riesce a sopportarne gli “effetti collaterali” sull’alito (comunque superabili strofinando sui denti foglie di salvia, oppure masticando prezzemolo, o chicchi di caffe’, menta o chiodi di garofano), un altro toccasana – spiega la Coldiretti – e’ la cipolla rossa che vanta un elevato contenuto di ossido nitroso, il principio attivo contenuto nel viagra. Ai tempi dei faraoni dell’antico Egitto la cipolla rossa veniva data agli schiavi impegnati nella costruzione delle piramidi affinche’ acquistassero piu’ energia. Ma anche l’aglio e’ un ottimo afrodisiaco – continua la Coldiretti – tanto che consumandone due spicchi d’aglio al giorno, per tre mesi consecutivi, e’ utilizzato nel trattamento dell’impotenza. Non a caso e’ tra i piu’ popolari cibi afrodisiaci conosciuti al mondo: Ovidio consigliava agli amanti insalata di aglio e cipolle e Galeno defini’ il bulbo “eccitante per Venere”. Dalla terra all’acqua, un prodotto che stimola l’eros e’ anche l’anguilla – ricorda la Coldiretti -considerata afrodisiaca sin dall’antichita’ per la sua forma, che ha convinto anche gli antichi cinesi e giapponesi del loro potere di stimolare il desiderio sessuale.

Un rimedio infallibile per evitare figuracce e’ anche – evidenzia la Coldiretti – il peperoncino che per le sue proprieta’ provate da studi scientifici. Proprieta’ che ritroviamo anche nella Nduja, il caratteristico salume calabrese che, grazie all’elevata presenza di peperoncino, aumenta l’afflusso di sangue agli organi. Pure lo zafferano – conclude la Coldiretti – e’ tra i principali alleati di una vita sessuale frizzante. Nella mitologia greca, Zeus giaceva con le sue donne su un letto di zafferano, per aumentare sensazioni e potenza sessuale. Dalla leggenda alla scienza, una ricerca dell’Universita’ di Guelph (Canada), pubblicata su Food Research, che ha paragonato centinaia di studi sulle sostanze afrodisiache per comprenderne l’effetto sulla funzionalita’ sessuale, ha provato che lo zafferano sarebbe in grado di risvegliare i sensi. (fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Pancake senza glutine con giuggiole

Una ricetta squisita, facilissima e naturalmente dolce

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Nespole, il toccasana della primavera

Consigliate per chi soffre di problemi renali e al fegato, oltre che per altri disturbi

Ciliegie, il regalo di fine primavera (e una ricetta)

Da metà maggio la natura ci regala le ciliegie, un frutto ricco di vitamine e sali minerali, ma povero di calorie: uno spuntino perfetto

La ricetta dei Pisarei e fasò

Oggi impariamo a preparare i pisarei, classici gnocchetti di farina e pan grattato della provincia di Piacenza conditi con fagioli borlotti e pomodoro

Corsi - Prevenzione a tavola

I cibi che proteggono occhi e vista

La salute degli occhi e il corretto funzionamento della vista passano anche dalla tavola. Ecco i cibi che contrastano o prevengono malattie degenerative oculari, come glaucoma e cataratta)

Crostata con kanten alle ciliegie

Oggi prepariamo una torta squisita, con la base della crostata e la parte superiore di kanten di ciliegie

10 buoni motivi per mangiare fragole

Via libera alla stagione delle fragole, il frutto squisito e ottimo per la salute

Corsi - Prevenzione a tavola

Se mangi i fagiolini la tua salute ti ringrazierà

Ecco perché fanno bene. E poi: trucchi per scegliere i fagiolini migliori e cuocerli senza perdere le proprietà nutritive

Perché gli asparagi sono così buoni per la salute

Cinque ottimi motivi per mangiare gli asparagi e qualche ricetta per utilizzarli in cucina

Ricevi il tuo attestato di Prevenzione a tavola!

Ecco come fare per riceverlo

Tortine di mele con pasta madre

Il nostro Chef Francesco, dopo averci insegnato come preparare e rinfrescare la Pasta madre, ci regala una splendida e dolcissima ricetta

Come riutilizzare in cucina le foglie dei carciofi

In molti non sanno che le foglie esterne dei carciofi, quelle che di solito buttiamo, non solo sono commestibili ma sono anche buonissime. Ecco come cucinarle

Troppo alcol in quarantena danneggia sistema immunitario

E quindi, oltre al rischio di sviluppare dipendenza, rende più esposti alle infezioni

Fave, il regalo primaverile che fa bene alla salute (e due ricette)

Regolano l'intestino, controllano glucosio e colesterolo nel sangue. Ma sono tossiche per alcuni.