I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Liberalizzazione farmaci fascia C: ecco quanto si risparmierebbe

Comporterebbe inoltre una maggiore competizione sul prezzo, a beneficio delle tasche dei cittadini

Pubblicato il 07/10/2015 da Prevenzione a tavola

Nel Ddl concorrenza i partiti della maggioranza hanno deciso di vietare la vendita dei farmaci di fascia C nelle parafarmacie e nei corner dei supermercati. Si tratta di una decisione assurda ma perfettamente motivabile: le pressioni e connivenze tra la potente lobby del farmaco e Governo e Pd hanno sortito l'effetto desiderato, che va contro i principi di liberalizzazione e concorrenza nel settore in questo mercato. Non bastasse, il Governo piazza il colpo di grazia al comparto concedendo a un competitor potente come le società di capitali la possibilità di acquistare farmacie. La conseguenza sarà un mercato dal regime concorrenziale totalmente squilibrato e a rischio di cannibalizzazione. Questa sera c'è chi brinderà a un'operazione che fa solo il bene di alcuni, ma non dei farmacisti nel loro complesso e dei cittadini".

Così i deputati 5S in commissione Affari Sociali e Finanze:

"Il voto contrario della maggioranza rispetto alla possibilità di liberalizzare i farmaci di fascia C - quelli che non hanno bisogno di prescrizione medica - ha un profilo totalmente corporativistico. Non si spiega altrimenti il 'no' alla possibilità di aprire a una maggiore competizione sul prezzo di quei prodotti, che avrebbe avuto ricadute positive sulle tasche dei cittadini e fatto espandere il mercato in termini, secondo Altroconsumo, di almeno 500 milioni all'anno.

In compenso, la non applicazione del patent linkage, che noi abbiamo chiesto, fa un bel favore alle case farmaceutiche e Governo non interessa che questa decisione determinerà mancati risparmi per 230 milioni nel 2015 e circa 700 dal 2015 al 2020.

Niente da fare: quando ci sono da tutelare i poteri forti Governo e Maggioranza procedono a passo spedito. Se invece vanno promossi e tutelati gli interessi comuni, c'è sempre una buona scusa dietro l'angolo". (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore

Non causa solo ipertensione: nuova ricerca svela i rischi del sale

Ecco cosa si rischia con una dieta ad alto contenuto di sale

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Corsi - Prevenzione a tavola

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Corsi - Prevenzione a tavola

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente