I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

I presidi naturali che riducono gli effetti collaterali della chemioterapia

Medicine naturali associate ai trattamenti convenzionali danno ottimi risultati nella cura dei tumori

Pubblicato il 05/10/2015 da
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Rispetto a trent’anni fa oggi quando facciamo la chemioterapia al paziente, molti effetti collaterali riusciamo a trattarli in modo più che soddisfacente, perché abbiamo dei farmaci che bloccano il vomito o che permettono di recuperare i globuli bianchi e i globuli rossi che vengono attaccati durante la chemio.

Disgraziatamente per tanti alti effetti collaterali non abbiamo farmaci di sintesi, ma è qui che ci viene in soccorso la natura. Oggi esistono tanti presidi naturali, dallo zenzero, all’inositolo, ai preparati dell’uva, ai derivati della nux, che ci aiutano a gestire tanti effetti collaterali, come la nausea, la debolezza, che normalmente non potrebbero essere curati con farmaci convenzionali, per il semplice motivo che questi farmaci non ci sono.

L’associazione di questi rimedi soft, di queste medicine naturali ai trattamenti convenzionali, permette quindi, non solo di amplificare la risposta in modo significativo, ma permette altresì al paziente di vivere con maggiore tranquillità e di sperimentare molti meno problemi di quanto non sarebbe possibile, se non fossero presenti questi supporti naturali, che aiutano ad attraversare questa fase difficile della cura dei tumori. Cose che trent’anni fa non esistevano assolutamente.

Guarda anche questo video: Utilità farmacologica delle molecole naturali nella lotta contro il cancro



banner basso postfucina





Mariano Bizzarri

Mariano Bizzarri
Professore e Ricercatore sperimentale

Mariano Bizzarri è nato a Roma il 12/10/1957. Ha studiato in Marocco, Spagna, Francia e Italia. Laurea nel 1981 in Medicina e Chirurgia 110/110 e lode con tesi sperimentale. Nel 2000 ha conseguito il dottorato di ricerca in Chirurgia sperimentale. È stato nominato membro del Consiglio di Amministrazione dell’Università La Sapienza per il ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Castagnaccio con “mandorlotta”

Un castagnaccio speciale, con l'aggiunta della ricotta di mandorle

Crumble di castagne – Ricetta

Come preparare un delizioso Crumble di castagne, per impreziosire torte e budini

Un piatto piccante di linguine con le rape

Mi sono recata al mio supermercato personale, l’orto, ho raccolto le rape bianche e le ho trasformate in un piatto di linguine "slurp"

Mense scolastiche: ecco come dovrebbero mangiare i bambini

E' difficile che i bambini che mangiano nelle mense scolastiche godano dell'attenzione necessaria alla loro nutrizione: 10 punti per cambiare

La ricetta degli Gnocchi di borragine

Se l'orto ti regala borragine, tu fanne gnocchi deliziosi

Corsi - Prevenzione a tavola

La ricetta dei Guadrotti di miglio con nocciole

Un dolce sano, senza glutine e squisito: eccovi la lista degli ingredienti e il procedimento

Torta di mele rovesciata

Oggi v'insegno la ricetta della mia squisita torta di mele rovesciata

Crema di zucca al profumo di rosmarino

Una crema da utilizzare per un dessert, oppure per fare delle crostate, o anche delle fragranti torte salate

Corsi - Prevenzione a tavola

Favette dei morti, ricetta e ingredienti

Per la ricorrenza odierna ho preparato un dolce tradizionale di molte regioni italiane, le favette dei morti

Ricette autunnali, è online il nuovo corso di cucina di Prevenzione a Tavola

Menù giornalieri equilibrati per affrontare il cambio di stagione senza malanni

Giornata mondiale dell’alimentazione: tra coscienza e consapevolezza

Oggi in 150 Paesi si festeggia il World Food Day: da anni Prevenzione a tavola si batte per diffondere una corretta cultura del cibo

Pane di riso cotto fermentato

Una ricetta squisita che ci permette di recuperare gli avanzi di un pasto precedente. Ecco come si prepara

Pancake alle carote con farina di mandorla e semi di papavero

Una rivisitazione più sana, leggera e nutriente del famosissimo dolce americano per la prima colazione

Troppo fruttosio mette a rischio il fegato

Secondo un nuovo studio causa la steatosi epatica non alcolica

Chi mangia pasta ha un’alimentazione più sana e più ricca di nutrienti

E presenta un'assunzione giornaliera inferiore di grassi saturi e zuccheri aggiunti, rispetto a chi non la mangia