I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

I presidi naturali che riducono gli effetti collaterali della chemioterapia

Medicine naturali associate ai trattamenti convenzionali danno ottimi risultati nella cura dei tumori

Pubblicato il 05/10/2015 da Mariano Bizzarri
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Rispetto a trent'anni fa oggi quando facciamo la chemioterapia al paziente, molti effetti collaterali riusciamo a trattarli in modo più che soddisfacente, perché abbiamo dei farmaci che bloccano il vomito o che permettono di recuperare i globuli bianchi e i globuli rossi che vengono attaccati durante la chemio.

Disgraziatamente per tanti alti effetti collaterali non abbiamo farmaci di sintesi, ma è qui che ci viene in soccorso la natura. Oggi esistono tanti presidi naturali, dallo zenzero, all'inositolo, ai preparati dell'uva, ai derivati della nux, che ci aiutano a gestire tanti effetti collaterali, come la nausea, la debolezza, che normalmente non potrebbero essere curati con farmaci convenzionali, per il semplice motivo che questi farmaci non ci sono.

L'associazione di questi rimedi soft, di queste medicine naturali ai trattamenti convenzionali, permette quindi, non solo di amplificare la risposta in modo significativo, ma permette altresì al paziente di vivere con maggiore tranquillità e di sperimentare molti meno problemi di quanto non sarebbe possibile, se non fossero presenti questi supporti naturali, che aiutano ad attraversare questa fase difficile della cura dei tumori. Cose che trent'anni fa non esistevano assolutamente.

Guarda anche questo video: Utilità farmacologica delle molecole naturali nella lotta contro il cancro



banner basso postfucina





Mariano Bizzarri

Mariano Bizzarri
Professore e Ricercatore sperimentale

Mariano Bizzarri è nato a Roma il 12/10/1957. Ha studiato in Marocco, Spagna, Francia e Italia. Laurea nel 1981 in Medicina e Chirurgia 110/110 e lode con tesi sperimentale. Nel 2000 ha conseguito il dottorato di ricerca in Chirurgia sperimentale. È stato nominato membro del Consiglio di Amministrazione dell’Università La Sapienza per il ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Corsi - Prevenzione a tavola

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Corsi - Prevenzione a tavola

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ricetta del Pan dei morti senza zucchero

Una versione senza zucchero e con farina integrale del Pan dei morti