I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

I presidi naturali che riducono gli effetti collaterali della chemioterapia

Medicine naturali associate ai trattamenti convenzionali danno ottimi risultati nella cura dei tumori

Pubblicato il 05/10/2015 da Mariano Bizzarri
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Rispetto a trent'anni fa oggi quando facciamo la chemioterapia al paziente, molti effetti collaterali riusciamo a trattarli in modo più che soddisfacente, perché abbiamo dei farmaci che bloccano il vomito o che permettono di recuperare i globuli bianchi e i globuli rossi che vengono attaccati durante la chemio.

Disgraziatamente per tanti alti effetti collaterali non abbiamo farmaci di sintesi, ma è qui che ci viene in soccorso la natura. Oggi esistono tanti presidi naturali, dallo zenzero, all'inositolo, ai preparati dell'uva, ai derivati della nux, che ci aiutano a gestire tanti effetti collaterali, come la nausea, la debolezza, che normalmente non potrebbero essere curati con farmaci convenzionali, per il semplice motivo che questi farmaci non ci sono.

L'associazione di questi rimedi soft, di queste medicine naturali ai trattamenti convenzionali, permette quindi, non solo di amplificare la risposta in modo significativo, ma permette altresì al paziente di vivere con maggiore tranquillità e di sperimentare molti meno problemi di quanto non sarebbe possibile, se non fossero presenti questi supporti naturali, che aiutano ad attraversare questa fase difficile della cura dei tumori. Cose che trent'anni fa non esistevano assolutamente.

Guarda anche questo video: Utilità farmacologica delle molecole naturali nella lotta contro il cancro



banner basso postfucina





Mariano Bizzarri

Mariano Bizzarri
Professore e Ricercatore sperimentale

Mariano Bizzarri è nato a Roma il 12/10/1957. Ha studiato in Marocco, Spagna, Francia e Italia. Laurea nel 1981 in Medicina e Chirurgia 110/110 e lode con tesi sperimentale. Nel 2000 ha conseguito il dottorato di ricerca in Chirurgia sperimentale. È stato nominato membro del Consiglio di Amministrazione dell’Università La Sapienza per il ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Mangiare frutta e verdura rende felici

Uno studio dimostra che il benessere individuale cresce all'aumentare delle porzioni di frutta e verdura

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Zuppa di borlotti con maltagliati fatti in casa

Berrino: come invecchiare in salute con la corretta alimentazione

Il cibo è la nostra arma più forte contro le malattie croniche

Come usare gli agrumi per combattere tosse, mal di gola, raffreddore

I trucchi del contadino a base di agrumi contro i malanni di stagione

Corsi - Prevenzione a tavola

Muffin con olive e capperi agli aromi

Oggi prepariamo di gustosi muffin salati buonissimi ma ottimi per il nostro organismo

Cosa mangiare per combattere il freddo

Arriva la “dieta universale” per prevenire le malattie e salvare il pianeta

Corsi - Prevenzione a tavola

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

Veronesi: le sostanze anti-cancro di frutta e verdura

Come proteggerci dalle numerose sostanze potenzialmente cancerogene intorno a noi

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore