I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Tornano malattie debellate, rischio di morte nei neonati

A causa della carente immunizzazione, aumenta il rischio di morte per malattie scomparse

Pubblicato il 05/10/2015 da

Il calo delle coperture vaccinali è «responsabile di molti casi di morbillo e pertosse, causa del decesso di alcuni lattanti», lo affermano in una nota i medici dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, in occasione della presentazione dei dati sul numero delle vaccinazioni obbligatorie e non pubblicati dal Ministero della Salute. «Senza le vaccinazioni – spiega Alberto Villani, responsabile Pediatria Generale e Malattie Infettive dell’Ospedale della Santa Sede – , ci troviamo a dover fronteggiare di nuovo queste malattie, che invece sarebbero facilmente prevenibili. Ad esempio osserviamo epidemie di pertosse e morbillo, oltre al ritorno, in Europa, di alcune malattie che erano state debellate da molti anni, come ad esempio la poliomielite».

I dati: mai così bassa la copertura da 10 anni

Proprio oggi il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Walter Ricciardi, ha espresso pubblicamente la propria preoccupazione: i dati dell’Iss infatti indicano un tasso di vaccinazioni al di sotto degli obiettivi minimi previsti dal precedente piano. Al di sotto del 95% le vaccinazioni per poliomielite, tetano, difterite ed epatite B e la percentuale cala ulteriormente per le vaccinazioni contro il morbillo, la parotite e la rosolia che raggiungono una copertura dell’86%.
Il calo notevole riguarda anche gli adulti, con l’immunizzazione contro l’influenza, che la scorsa stagione si è fermata al 13,6% per tutte le fasce di età, restando al di sotto del 50% anche negli anziani, quelli per cui è più indicata, toccando il minimo degli ultimi 10 anni.
Questi dati, afferma il rapporto annuale, ci mettono dietro a tutti gli altri paesi dell’Europa occidentale, con solo i paesi dell’Est che hanno tassi inferiori, mentre Olanda e Gran Bretagna sono i “primi della classe”.

Numero verde del Ministero

Come mai l’allarme è così serio? Il fenomeno del calo della copertura rischia di compromettere l’effetto “immunità di gregge”, qualora il numero dei soggetti vaccinati dovesse diminuire al di sotto della soglia minima.
Per informare i cittadini sull’importanza delle vaccinazioni e sui rischi connessi alle malattie infettive che aiutano a prevenire, debutta oggi il call center nazionale Vaccini e Vaccinazioni. Il numero verde 800 56 18 56 sarà attivo il lunedì dalle 10 alle 18, con esperti in grado di rispondere a ogni dubbio e curiosità su un tema spesso al centro dell’attenzione per le troppe, e a volte errate, informazioni che circolano sul web. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Pesche all’aroma di lavanda

Luglio ormai è arrivato e ci concediamo una ricetta fresca e nutriente, perfetta per la stagione estiva

Borragine in crosta

Una ricetta molto stuzzicante, squisita ma anche semplicissima da preparare

Portulaca, la pianta infestante ottima per la salute (e una ricetta)

Gli usi nella medicina tradizionale sono noti sin dall'antichità, vi proponiamo una ricetta sfiziosa e veloce per riscoprirne tutti i benefici

Risotto ai sapori di bosco con porcini e mirtilli

Dalle bontà dell'orto e del bosco, un risotto originale e squisito ispirato a un'antica ricetta, preparato a partire da riso integrale già cotto

Insalata di lenticchie con salsa al profumo di menta

Comoda anche da portare a lavoro, proponiamo una freschissima insalata di lenticchie con asparagi in salsa preparata con la menta

Corsi - Prevenzione a tavola

Amarene, visciole e marasche: sicuri di conoscere queste varietà?

Il ciliegio acido si distingue in diverse categorie: le amarene, le visciole e le marasche.

Insalata di barbabietola con granola di noci

Come preparare una deliziosa insalata a base di barbabietola con funghi in salsa agro e granola di noci

8 buoni motivi per mangiare le albicocche

Proteggono gli occhi, la regolarità intestinale, contrastano i sintomi della menopausa e riducono la glicemia: ecco perché le albicocche fanno così bene

Corsi - Prevenzione a tavola

Pancake senza glutine con giuggiole

Una ricetta squisita, facilissima e naturalmente dolce

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Nespole, il toccasana della primavera

Consigliate per chi soffre di problemi renali e al fegato, oltre che per altri disturbi

Ciliegie, il regalo di fine primavera (e una ricetta)

Da metà maggio la natura ci regala le ciliegie, un frutto ricco di vitamine e sali minerali, ma povero di calorie: uno spuntino perfetto

La ricetta dei Pisarei e fasò

Oggi impariamo a preparare i pisarei, classici gnocchetti di farina e pan grattato della provincia di Piacenza conditi con fagioli borlotti e pomodoro

I cibi che proteggono occhi e vista

La salute degli occhi e il corretto funzionamento della vista passano anche dalla tavola. Ecco i cibi che contrastano o prevengono malattie degenerative oculari, come glaucoma e cataratta)

Crostata con kanten alle ciliegie

Oggi prepariamo una torta squisita, con la base della crostata e la parte superiore di kanten di ciliegie