I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Non sempre le punture dei ragni hanno conseguenze lievi

Il ragno incriminato viene comunemente chiamato falsa vedova nera

Pubblicato il 17/09/2015 da Prevenzione a tavola

Una bambina di tre anni è stata ricoverata in ospedale dopo che non era più in grado di camminare a causa del morso di una Steatoda nobilis, un ragno che in Gran Bretagna viene chiamato ‘falsa vedova nera’. Alla piccola Ella Williamson è comparsa una enorme bolla sulla gamba dopo che il ragno velenoso ha affondato i denti nella sua pelle mentre giocava a casa di suo padre.

La bambina, è stata portata in ospedale dalla sua mamma Bobbie-Louise Willis, due giorni dopo essere stata morsa, ma poi la bolla è quasi triplicata in termini di dimensioni.

La signora Willis, 24 anni, di Dover, Kent, ha dichiarato: “E’ stato il momento peggiore della mia vita, ho pensato che qualcosa la stava mangiando dall’interno Continuava a diventare sempre più grande… Ella non mi permetteva di toccarla. Quindi doveva farle veramente male. Quando l’ho portata in ospedale la prima volta, le hanno dato solo degli antibiotici e l’hanno rimandata a casa, ma il giorno dopo la bolla era notevolmente aumentata e sembrava che qualcosa le stesse divorando la gamba. L’ho portata di nuovo in ospedale anche perché stava davvero male. Ero molto preoccupata, in un primo momento ho pensato che potesse avere la meningite, e un sacco di pensieri orribili stavano attraversando la mia testa. Abbiamo aspettato che arrivasse uno specialista della pelle, che ci ha detto che si trattava del morso della falsa vedova nera. Lei non poteva neanche più camminare e doveva essere trasportata ovunque. E’ stato orribile vedere mia figlia in quelle condizioni. Ho avuto paura che non avrebbe più riavuto l’uso delle gambe“.

Ella Williamson

Ella è stata quindi mandata al William Harvey Hospital di Ashford, Kent, dove è stata confinata nella sua stanza per una notte e messa sotto cura antibiotica molto forte. C’è voluto oltre un mese prima della formazione di brutte croste, poi la bimba ha iniziato a stare meglio, ma ci ha messo tre mesi per guarire completamente. Ora la bambina sta bene, ma ha il terrore dei ragni.

(Fonte)

I paese dove vive il ragno Steatoda nobilis

I paese dove vive il ragno Steatoda nobilis  



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali