I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Stare all’aperto riduce i rischi di miopia nei bimbi

Sensibile riduzione della miopia facendo attività all'aperto tutti i giorni per tre anni

Pubblicato il 17/09/2015 da Prevenzione a tavola

L'attività all'aperto tutti i giorni a scuola per un periodo di tre anni ha comportato una sensibile riduzione del tasso di miopia, secondo uno studio condotto sui bambini di Guangzhou, in Cina, che appare sulla rivista 'Jama'. Questo disturbo della vista ha raggiunto livelli da epidemia nei giovani adulti in alcune aree urbane dell'Asia orientale e sudorientale. In queste zone, l'80-90% dei diplomati alle scuole superiori è attualmente miope. E non c'è ancora alcun intervento efficace per prevenire l'insorgenza del problema.

Gli esperti della Sun Yat-Sen University hanno voluto testare l'ipotesi che il gioco all'aria aperta possa giovare: è stato organizzato uno studio in cui a 952 bambini delle scuole primarie di Guangzhou è stata data la possibilità di fare attività fisica all'aperto per 40 minuti al giorno, e i genitori sono stati incoraggiati a coinvolgere i loro figli in attività del genere anche dopo l'orario scolastico. Altri 951 bambini in un gruppo 'di controllo' hanno continuato con il loro usuale modello di attività. L'età media dei bambini era 6,6 anni.

Il tasso di incidenza cumulativa a 3 anni di miopia è risultato del 30,4% (259 casi tra 853 partecipanti idonei) nel gruppo di intervento contro il 39,5% (287 casi tra 726 partecipanti idonei) nel gruppo di controllo. Dopo 3 anni il valore si manteneva significativamente inferiore nel gruppo di intervento rispetto al gruppo di controllo.

"Il nostro studio ha raggiunto una differenza assoluta del 9,1% nel tasso di incidenza della miopia, che rappresenta una riduzione relativa del 23% dopo 3 anni. Anche se inferiore alla riduzione prevista, questo valore è clinicamente importante. Sono ora necessari ulteriori studi per valutare un follow-up di lungo termine di questi bambini, che consenta di generalizzare questi risultati". (Fonte)

Potrebbe interessarti anche questo video Come sono fatte le gomme da masticare



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore

Non causa solo ipertensione: nuova ricerca svela i rischi del sale

Ecco cosa si rischia con una dieta ad alto contenuto di sale

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Corsi - Prevenzione a tavola

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Corsi - Prevenzione a tavola

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente