I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Scuola: un’ora in più davanti a uno schermo peggiora il rendimento

Un'interessante ricerca che riguarda il rapporto dei nostri ragazzi con i dispositivi elettronici

Pubblicato il 08/09/2015 da

Settembre è il mese proverbialmente più odiato dagli studenti d’Italia e amato dai genitori che finalmente possono tirare un sospiro di sollievo con i figli 8 ore al giorno a scuola. C’è un’interessante ricerca che riguarda il rapporto dei nostri ragazzi con i dispositivi elettronici, dallo smartphone al pc, dalla Tv ai videogiochi.

Secondo la ricerca, appena pubblicata sull’International Journal of Behavioral Nutrition and Physical Activityogni ora in più al giorno trascorsa davanti a uno schermo all’età di 14 anni e mezzo è associata a voti più bassi nel General Certificate of Secondary Education, un esame che certifica le competenze degli studenti inglesi, a 16 anni.

Leggiamo su Panorama:

Facendo i conti è risultato che ogni ora in più al giorno trascorsa davanti alla tv oppure online all’età di 14 anni e mezzo è associata a 9,3 punti GCSE in meno all’età di 16 anni, l’equivalente di due voti in meno in una singola materia, oppure di un voto in meno in due materie. Se le ore di screen time sono due in più, il punteggio dell’esame scende di 18 punti.

E la lettura e i compiti? Come c’era da aspettarsi ogni ora extra al giorno spesa in queste attività ha un effetto positivo sulle votazioni degli esami, aggiungendo in media ben 23 punti complessivi al giudizio ottenuto. Un’attività sedentaria positiva, come la lettura, però non è sufficiente a controbilanciare un’attività “negativa”: anche se i partecipanti si dedicavano molto alla lettura e ai compiti a casa, guardare la TV o svolgere attività online danneggiava comunque il loro rendimento scolastico.

In definitiva quindi quest’anno se volete avere un impatto positivo sul rendimento scolastico dei vostri figli, in base ai risultati di questo lavoro non dovreste limitarvi a suggerire di studiare di più o anche solo di leggere libri per diletto, ma sarebbe utile agire in modo dalimitare il tempo che passano davanti a uno schermo. Dovendo scegliere su cosa in particolare essere più severi, può esservi utile sapere che gli autori hanno concluso che guardare la tv è l’attività sedentaria che ha maggiori ripercussioni negative sui voti agli esami.

Potrebbe interessarti che questo video: Cibo sano a scuola per la salute dei bambini



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La ricetta degli Gnocchi di borragine

Se l'orto ti regala borragine, tu fanne gnocchi deliziosi

La ricetta dei Guadrotti di miglio con nocciole

Un dolce sano, senza glutine e squisito: eccovi la lista degli ingredienti e il procedimento

Torta di mele rovesciata

Oggi v'insegno la ricetta della mia squisita torta di mele rovesciata

Crema di zucca al profumo di rosmarino

Una crema da utilizzare per un dessert, oppure per fare delle crostate, o anche delle fragranti torte salate

Favette dei morti, ricetta e ingredienti

Per la ricorrenza odierna ho preparato un dolce tradizionale di molte regioni italiane, le favette dei morti

Corsi - Prevenzione a tavola

Ricette autunnali, è online il nuovo corso di cucina di Prevenzione a Tavola

Menù giornalieri equilibrati per affrontare il cambio di stagione senza malanni

Giornata mondiale dell’alimentazione: tra coscienza e consapevolezza

Oggi in 150 Paesi si festeggia il World Food Day: da anni Prevenzione a tavola si batte per diffondere una corretta cultura del cibo

Pane di riso cotto fermentato

Una ricetta squisita che ci permette di recuperare gli avanzi di un pasto precedente. Ecco come si prepara

Corsi - Prevenzione a tavola

Pancake alle carote con farina di mandorla e semi di papavero

Una rivisitazione più sana, leggera e nutriente del famosissimo dolce americano per la prima colazione

Troppo fruttosio mette a rischio il fegato

Secondo un nuovo studio causa la steatosi epatica non alcolica

Chi mangia pasta ha un’alimentazione più sana e più ricca di nutrienti

E presenta un'assunzione giornaliera inferiore di grassi saturi e zuccheri aggiunti, rispetto a chi non la mangia

Con la soia diminuiscono le recidive di cancro al seno

La ricerca scientifica ha ampiamente dimostrato come il consumo di cibi tradizionali a base di soia riduca il rischio di recidive e mortalità

Quercetina: la molecola di frutta e verdura che contrasta il Covid-19

Si tratta della quercetina, contenuta in molti frutti, verdure e ortaggi comuni. E anche in vino rosso e thè. Ecco lo studio che dà una speranza in più nella lotta contro il coronavirus

Torta alle mele con grano saraceno ed estratto di liquirizia

La torta che prepariamo oggi è un piacere per le pupille gustative e anche per gli occhi. Ecco la ricetta della Torta alle mele con grano saraceno ed estratto di liquirizia

Le tortine di farro rivisitate da una nostra allieva

Valentina, una studentessa di Prevenzione a Tavola, ha realizzato una delle nostre ricette con qualche piccola variante che noi abbiamo molto apprezzato