I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Obesità: per ogni grammo di sale in più il rischio aumenta del 25%

La scoperta della Queen Mary University di Londra

Pubblicato il 03/09/2015 da Prevenzione a tavola

Mangiare troppo sale puo’ essere un fattore scatenante per l’obesità, indipendentemente da quante calorie provenienti da altri alimenti si consumano. Uno studio della Queen Mary University di Londra ha scoperto che ogni grammo di sale in piu’ che una una persona consuma ogni giorno aumenta del 25 per cento il rischio obesita’.

Per arrivare a queste conclusioni, pubblicate sulla rivista Hypertension, i ricercatori hanno utilizzato i dati di oltre 450 bambini e 780 adulti che hanno partecipato alla National Diet and Nutrition Survey del Regno Unito dal 2008/2009 al 2011/2012. Gli studiosi hanno analizzato campioni di urina di oltre 24 ore e l’apporto calorico e’ stato calcolato da un diario tenuto dai soggetti per 4 giorni.

Ebbene, i risultati hanno mostrato che l’assunzione di sale e’ piu’ alta nelle persone in sovrappeso e negli obesi. “Questi risultati suggeriscono che l’assunzione di sale sia un potenziale fattore di rischio per l’obesita’ indipendente dall’apporto energetico”, ha detto Graham MacGregor, autore dello studio. I ricercatori non sono sicuri del motivo per cui il consumo sale sembra avere un impatto cosi’ profondo, ma sospettano sia capace di modificare il metabolismo, alterando il modo in cui il corpo assorbe il grasso. (Fonte)

Potrebbe interessarti anche questo video: La differenza tra lo zucchero bianco, di canna e di canna integrale



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

I carciofi sono facili da preparare: come pulirli e due ricette

L'autunno e l'inverno sono le stagioni perfette per gustare i carciofi: ecco come pulirli, prepararli e gustarli

Come preparare una deliziosa vellutata di carote e patate

Ingredienti e procedimento per una squisita vellutata, sana e nutriente

I cibi che fanno tornare il buonumore in inverno

Ecco i cibi che sorreggono il nostro umore, in quanto aiutano il rilascio di serotonina e rinforzano il sistema immunitario

Vivere più a lungo? Basta bere tè tre volte a settimana

Un nuovo studio afferma che il tè riduce il rischio di malattie cardiovascolari e il tasso di mortalità

Il cibo influenza subito la qualità del seme maschile

Troppi zuccheri peggiorano la qualità dello sperma, dieta sana la migliora. Ecco cosa mangiare

Corsi - Prevenzione a tavola

Il peperoncino allunga la vita: dimezza rischio di morte per ictus e infarto

Una buona notizia per gli amante del piccante, specie per chi lo usa 4 volte alla settimana

Colesterolo alto: cosa mangiare a Natale?

Ecco i cibi consigliati e quelli da evitare da mangiare durante le feste per chi soffre di colesterolo alto

Esagerare a cena mette in pericolo il cuore

Il cuore delle donne corre il rischio maggiore

Corsi - Prevenzione a tavola

Proteggi il tuo cuore con pasta integrale, peperoncino, caffè e cioccolato fondente

Gli alimenti, se scelti con cura e cucinati nella maniera giusta, sono i veri farmaci del futuro

DOLCI, online il nostro nuovo corso di cucina

Dolci squisiti senza zucchero ma con dolcificanti naturali più sani, senza farine raffinate e senza latte

L’aspartame è pericoloso per la salute?

Ecco cosa dicono alcuni studi recenti e come sono regolamentati in Europa gli additivi alimentari

Mela rosa dei Sibillini utile nella prevenzione di malattie cardiovascolari e neurodegenerative

Lo dimostrano i risultati di uno studio dell'Università di Camerino sulle proprietà salutistiche del frutto

Scampi e gamberi italiani pieni di microplastiche

I ricercatori delle Università di Cagliari e delle Marche hanno scovato un'alta concentrazione nei crostacei

Un avocado al giorno toglie il colesterolo cattivo di torno

La scoperta dei ricercatori americani: Bisogna includerlo nella propria alimentazione

Gli integratori non sostituiscono un’alimentazione corretta né i farmaci

Il Ministero della Salute ha stilato un Decalogo per il corretto uso degli integratori: "non esistono prodotti miracolosi"