I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

I dolcificanti artificiali sono dannosi e fanno venire appetito

I dolcificanti artificiali, tipo saccarina e aspartame, non sono il massimo in termini di potere saziante

Pubblicato il 01/09/2015 da Prevenzione a tavola

Se crediamo di diminuire le calorie utilizzando dolcificanti artificiali che inibiscano anche il senso di fame, commettiamo un grosso errore. Con saccarina e aspartame infatti  l’appetito resta. Ne parla di recente anche il Corriere:

Oltre al fruttosio, anche i dolcificanti artificiali, tipo saccarina e aspartame, non sono il massimo in termini di potere saziante, tant’è che spesso, dopo aver mangiato biscotti ipocalorici senza zucchero, finiamo per tornare ad aprire la dispensa.

Uno studio, pubblicato di recente su Neuron, spiega perché: questi dolcificanti, benché abbiano un alto potere addolcente, non vengono riconosciuti come «dolci» dall’organismo poiché durante tutta l’evoluzione della specie, fino a pochi decenni fa, non esistevano.

Risultato: quando mangiamo qualcosa di artificialmente dolce, nel cervello non si attivano i neuroni che stimolano la produzione di ormoni coinvolti nei processi digestivi e di sazietà, che si «accendono» solo se nel cibo c’è lo zucchero «vero». Insomma, anche se il gusto è più o meno lo stesso, il cervello si accorge dell’inganno, e non smette di inviare segnali di fame.

Sull'innocuità di questo prodotto nel mondo scientifico ci sono ancora alcuni dubbi ma uno studio pubblicato di recente assume una posizione molto chiara sul tema. Leggiamone un riassunto da Repubblica:

La notizia non mancherà di suscitare dibattiti e polemiche ma la fonte - la prestigiosa rivista scientifica Nature - non lascia margini di dubbio sulla serietà della scoperta. Secondo uno studio appena pubblicato sulla versione on line, infatti, alcuni edulcoranti artificiali, in particolare aspartame, saccarina e sucralosio, possono provocare alterazioni metaboliche che si traducono in un aumento della glicemia. I dolcificanti sono grandemente utilizzati - e spesso prescritti anche da molti dietologi per contenere il peso - al posto dello zucchero poiché, a fronte di un potere dolcificante di centinaia di volte superiore rispetto al normale zucchero, hanno al contrario scarsissime calorie, da zero a 2 per grammi contro le quasi 4 dello zucchero.

Si nascondono negli snack, nei soft drink e nelle caramelle. Sono contenuti in bevande dolcificate o soft drink, snack, caramelle, gomme da masticare, yogurt, biscotti e spesso si è discusso sul fatto che siano dannosi per la salute, con risultati diversi e anche contrastanti. Il loro consumo è però sconsigliato da molte istituzioni scientifiche nei bambini sotto i tre anni, nelle donne in gravidanza e in allattamento.

Potrebbe interessarti anche questo video: La differenza tra lo zucchero bianco, di canna e di canna integrale



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Funghi, mantengono giovane il cervello e contrastano la demenza

Lo afferma uno studio pubblicato su Journal of Alzheimer's Disease. Ecco quanti grammi a settimana ne servono.

Berrino, ecco cosa non mangiare per vivere in salute

L'ampiezza del girovita rivela un alto rischio di ammalarsi

Il tè verde migliora la salute intestinale e contrasta l’obesità

Il tè verde incoraggia la crescita di buoni batteri intestinali, e che porta a una serie di benefici che riducono significativamente il rischio di obesità

Ma è vero che gli spinaci contengono così tanto ferro?

E se Popeye, il nostro Braccio di Ferro, coi suoi spinaci ci avesse ingannati per tutto questo tempo? L'ISS fa chiarezza

Ecco come insaporire i cibi senza usare il sale

Dalle spezie alle ricette, come mangiare meno salato

Corsi - Prevenzione a tavola

Sorpresa: la pasta a cena non disturba il sonno e non fa ingrassare

Parola di uno studio pubblicato sulla rivista scientifica The Lancet Public Health

Ecco perché il cedro fa così bene

Il cedro, una sorpresa in cucina e per la salute, dall'agrume simbolo della prevenzione oncologica

Bentornati asparagi, alleati della nostra salute

Con il mese di marzo possiamo salutare calorosamente i nuovi arrivati di stagione: gli asparagi!

Corsi - Prevenzione a tavola

Un panconiglio con crema di nocciola

Unaricetta buona e sana, senza zuccheri aggiunti ovviamente e con farina semintegrale

Crostata testa di moro, ma non solo e sempre cioccolato

Un'alternativa alla solita crostata al cioccolato, ma più buona e sana

Pasta fresca, online il nostro nuovo corso di cucina

Imparare a preparare la pasta fatta in casa partendo da farine non raffinate e ingredienti genuini

Tutti i cibi che fanno bene alla pelle

La mantengono sana, idratata e la fanno invecchiare meno

Mangiare frutta e verdura rende felici

Uno studio dimostra che il benessere individuale cresce all'aumentare delle porzioni di frutta e verdura

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Zuppa di borlotti con maltagliati fatti in casa