I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Cibi crudi: rischi e precauzioni per il consumo

Ci sono dei rischi nel consumo dei cibi crudi e degli accorgimenti che è bene conoscere

Pubblicato il 20/08/2015 da Prevenzione a tavola

D’estate il bisogno di evitare qualsiasi fonte di calore, ancor più se artificiale, induce a consumare pasti frugali, spesso e volentieri composti da materie prime fresche e anche crude.

Ci sono però dei rischi nel consumo dei cibi crudi e degli accorgimenti che è bene conoscere per non incorrere in spiacevoli problemi.

- PESCE. Gli amanti del pesce crudo e i crudisti a tutto tondo, prima di ritrovare in un morso il sapore del mare devono sapere che non è sufficiente che il pesce sia fresco perché sia anche sano. Nelle comuni qualità da banco, ad esempio, si possono annidare larve di parassiti, come l’Anisakis. Se il pesce è ingerito crudo o poco cotto possono trasmettersi all’uomo e provocare un’infezione gastrointestinale, fino ad arrivare, nei casi più gravi, a perforazioni dello stomaco e dell’intestino. Il congelamento, a un determinato rapporto fra tempo e temperatura, è risolutivo perché uccide il parassita, per questo i ristoranti sono obbligati a passare il pesce da servire crudo in un abbattitore a una temperatura inferiore a meno 20°C per almeno 24 ore.

- CARNE. Alcuni animali come suini e polli sono potenziali portatori di parassiti, batteri, virus, agenti patogeni che vengono distrutti con un’accurata cottura. Per questo la carne cruda e in più in generale i cibi di origine animale sono sconsigliati a bambini, anziani, donne in stato di gravidanza e persone immunodepresse. C’è da dire però che in Italia, lungo tutta la filiera, dagli allevamenti al punto vendita, esiste un serrato sistema di controlli per la sicurezza alimentare: le carni vendute in macelleria e nei supermercati sono oggetto di esami per conto del produttore e sottoposte a periodici controlli da parte anche di veterinari dell’Asl. L’etichetta di carni bovine e avicole deve riportare, tra l’altro, Paese di nascita e allevamento dell’animale, oltre a modalità e termini di conservazione che vanno rispettate. Dopo l’acquisto la carne va portata a casa il più rapidamente possibile e riposta in frigorifero o nel congelatore.

- LATTE. Da quando si sono diffuse in Italia apposite macchine erogatrici, è diventato più facile acquistare latte crudo, vale a dire munto, refrigerato e che non ha subito trattamenti termici. La discussione è aperta tra chi ne illustra i benefici nutrizionali e chi invece mette in guardia contro il rischio di trasmissione di infezioni batteriche. Di fatto, per legge, sull’etichetta deve essere riportata la scritta «da consumarsi previa bollitura», a tutela della salute del consumatore.

- UOVA. Oggi il ministero della Salute, se non è prevista la cottura, consiglia di usare solo uova controllate, freschissime, con il guscio pulito e tenute in frigo fino al momento del consumo. (Fonte)

Potrebbe interessarti anche questo video: I pericoli del pesce crudo



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La proteina dei broccoli che spegne i tumori

Nuovo studio scopre virtù di una proteina contenuta in tutte le 'crucifere', broccoli, cavolfiore, cime di rapa

Le straordinarie virtù dell’avocado

Riduce la fame e il peso, protegge il cuore e contrasta il diabete perché riduce i picchi glicemici

Nespole, il toccasana della primavera

Consigliate per chi soffre di problemi renali e al fegato, oltre che per altri disturbi

I cibi che sembrano genuini ma provocano il diabete

Influenzano il metabolismo, provocando aumento di peso e resistenza all'insulina. Nuova ricerca ha scoperto i cibi responsabili

Se mangi i fagiolini la tua salute ti ringrazierà

Ecco perché fanno bene. E poi: trucchi per scegliere i fagiolini migliori e cuocerli senza perdere le proprietà nutritive

Corsi - Prevenzione a tavola

Dieta sana: quali sono i nutrienti essenziali per un’alimentazione corretta?

Scoperti i cibi che contrastano il tumore alla vescica

La ricerca è stata condotta dall’Istituto nazionale tumori di Milano

Le uova proteggerebbero la vista degli anziani da una malattia della retina

Ecco quante uova bisognerebbe mangiare a settimana, secondo la rivista Clinical Nutrition

Corsi - Prevenzione a tavola

Fave, il regalo primaverile che fa bene alla salute (e due ricette)

Regolano l'intestino, controllano glucosio e colesterolo nel sangue. Ma sono tossiche per alcuni.

Le mele ci stanno avvelenando?

Il Codacons denuncia la presenza di troppi pesticidi sulla buccia delle mele del supermercato

L’alimentazione sbagliata uccide più del fumo e della pressione alta

A livello globale una morte su 5 è riconducibile a un'alimentazione scorretta, povera di cereali integrali e verdure

Solo pensare al caffè ci rende più attenti e lucidi

Nuovo studio svolto dall'Università di Toronto pubblicato sulla rivista scientifica Consciousness and Cognition

Prevenzione a tavola: un commento da condividere

Le domande di una nostra studentessa sono diventate un post con i consigli e una ricetta di Elena Alquati

Il colesterolo delle uova mette a rischio il cuore?

Nuovo studio riapre il dibattito sulle uova

Arriva la quinoa tutta italiana

Una varietà adattabile alle nostre condizioni climatiche di quinoa, lo pseudocereale delle Ande