I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Gli allergici in estate dovrebbero evitare frutta e verdure crude

Pubblicato il 13/08/2015 da Prevenzione a tavola

Allergici, attenzione anche all'estate. Chi non sopporta il polline dovrebbe evitare per quanto possibile frutta e verdura crude, perché hanno un rischio elevato "di andare incontro a una serie di reazioni, dall'intenso pizzicore alla bocca fino all'edema del cavo orale, che a volte può sfociare in un senso di soffocamento". Lo sottolinea una campagna di informazione messa a punto dagli esperti dell'Ospedale Sant'Anna di Como.

La campagna viene promossa dall'Accademia Europea di Allergologia e Immunologia Clinica, a cui partecipa anche ilServizio di allergologia del Sant'Anna. "L'allergia a frutta fresca o a vegetali - spiega Marina Russello, allergologa della struttura - è correlata con estrema frequenza all'allergia a pollini e pertanto viene spesso riscontrata nell'adulto affetto da rinite allergica. Il paziente si trova in questo momento dell'anno a dover rinunciare a tali prodotti per una serie di fastidiosi sintomi che compaiono mangiando certi alimenti". Questo avviene perché alcune proteine contenute in questi alimenti hanno una struttura simile alle sostanze del polline che scatenano l'allergia; il sistema immunitario li riconosce entrambi come 'estranei', e quindi innesca la reazione allergica.

Una soluzione consiste nel trattare il frutto o la verdura con una breve cottura o con il succo di limone, che alterano la molecola allergizzante rendendola innocua. Ma non è sempre così semplice: "I frutti - conclude Russello - contengono anche proteine che non vengono alterate né dalla cottura né dalla digestione e pertanto possono causare gravi reazioni nella persona sensibilizzata". E' quindi estremamente importante inquadrare il tipo di allergia in un centro specializzato, "sia per evitare inutili rinunce ad alimenti, sia per sapere con esattezza quali cibi è opportuno limitare". (Fonte)

Potrebbe interessarti anche: Come cuocere le verdure mantenendo le proprietà nutritive

 



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Corsi - Prevenzione a tavola

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo

Come orientarsi tra i diversi tipi di farina

La nutrizionista spiega la differenza tra farine integrali, tipo 00, tipo 0, tipo 1, tipo 2, di manitoba, di grano duro, di grano tenero