I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Pulizia del viso: i 3 errori da NON commettere

I consigli di Women's Health

Pubblicato il 06/08/2015 da Prevenzione a tavola

Lavarsi la faccia potrebbe sembrare la parte più semplice delle nostre faccende quotidiane, eppure, se vogliamo se la pulizia del viso non viene fatta come si deve, potremmo accusare problemi alla pelle come irritazione, secchezza cutanea o untuosità. Per prima cosa è importante scegliere il prodotto che fa per voi: il detergente ideale deve elimiare lo sporco, il trucco e il sudiciume, ma NON rimuovere via gli oli naturali che ricoprono il viso. I lavaggi giornalieri consigliati sono due: uno solo in più può causare irritazione o, paradossalmente, una sovrapproduzione di oli. Anzi, se non avete utilizzato trucco, sudato troppo o preso troppo sole, è meglio lavarsi soltanto con acqua alla sera.

Pulizia del viso: i 3 errori da NON commettere


Dopo aver regolato la temperatura dell'acqua, che deve essere tiepida, potete passare al lavaggio, ma attenzione a non commettere errori! Women's Health ci dà alcuni consigli per evitare brutte sorprese:1) Non risciacquare beneNon risciacquare con cura il viso può causare l'accumulo di sostanze che a sua volta può intasare i pori e rendere la pelle secca. Quindi, risciacquate minuziosamente sia al mattino che alla sera, anche se avete fretta o siete stanchi da morire.2) Utilizzare sostanze irritantiFate un favore alla vostra faccia ed evitate di applicarvi sopra sostanze che la irritano come profumi, coloranti e conservanti sintetici come i parabeni. Il laurilsolfato di sodio è un altro ingrediente da tenere a distanza: è un comune tensioattivo, impiegato per sciacquare via i detriti, ma è anche causa di irritazione e reazioni allergiche.3) Strofinare con l'asciugamanoPassate l'asciugamano con delicatezza, non sfregatelo sul viso per asciugarlo. Può essere bello, ma non fa altro che "strattonare" la vostra pelle, mettendo a rischio l'elastina, la proteina che costituisce il tessuto connettivo.

Come fare la pulizia del viso in casa


Leggiamo su Greenstyle:"Per quanto si possa avere una routine quotidiana per la cura del viso, fatta di detergente, tonico e crema, usando prodotti adatti al proprio tipo di pelle, al momento della giornata e alla stagione, a volte la pelle richiede qualcosa in più. Un lavaggio più accurato, una maschera, una pulizia più profonda. Ci si può affidare agli esperti o si può far da sé in casa. Con un’unica eccezione: se avete intenzione di rimuovere comedoni e punti neri affidatevi soltanto a professionisti (a meno che non lo siate voi stessi), perché altrimenti correte il rischio di crearvi infezioni, brufoli e lasciarvi antiestetiche cicatrici. Tornando alla pulizia del viso fatta in casa, ecco i passi necessari, che vedremo poi nel dettaglio, per ottenere una pelle liscia, morbida e profondamente pulita:trattamento con vapore detersione profonda trattamento all’olio, con massaggio scrub maschera tonico e cremaPer far sì che la pulizia del viso fatta in casa sia un momento di coccola per sé, fate in modo di avere molto tempo a disposizione e di non dover uscire di casa subito finito il tutto: la pelle rimarrà per un po’ molto delicata e reattiva".Continua a leggere...



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Corsi - Prevenzione a tavola

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo

Corsi - Prevenzione a tavola

Perché è bene consumare mandorle italiane

Le mandorle rappresentano un'ottima merenda, sana, nutriente e saziante

Cosa significano i numeri e le lettere sulle uova?

Importante informarsi per sapere che tipo di uova stiamo acquistando

Le uova non aumentano il colesterolo né rovinano il fegato

Sfiatiamo un falso mito e facciamo chiarezza sul ruolo delle uova nella nostra alimentazione

La pasta madre: proprietà, benefici e vantaggi in cucina

Anche chiamato lievito madre, migliora la regolazione della glicemia e la digeribilità dei prodotti

La salsa di pomodoro cotta fa bene all’intestino

Nuovo studio: Aumenta l'effetto dei batteri buoni

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta