I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Pulizia del viso: i 3 errori da NON commettere

I consigli di Women's Health

Pubblicato il 06/08/2015 da Prevenzione a tavola

Lavarsi la faccia potrebbe sembrare la parte più semplice delle nostre faccende quotidiane, eppure, se vogliamo se la pulizia del viso non viene fatta come si deve, potremmo accusare problemi alla pelle come irritazione, secchezza cutanea o untuosità. Per prima cosa è importante scegliere il prodotto che fa per voi: il detergente ideale deve elimiare lo sporco, il trucco e il sudiciume, ma NON rimuovere via gli oli naturali che ricoprono il viso. I lavaggi giornalieri consigliati sono due: uno solo in più può causare irritazione o, paradossalmente, una sovrapproduzione di oli. Anzi, se non avete utilizzato trucco, sudato troppo o preso troppo sole, è meglio lavarsi soltanto con acqua alla sera.

Pulizia del viso: i 3 errori da NON commettere


Dopo aver regolato la temperatura dell'acqua, che deve essere tiepida, potete passare al lavaggio, ma attenzione a non commettere errori! Women's Health ci dà alcuni consigli per evitare brutte sorprese:1) Non risciacquare beneNon risciacquare con cura il viso può causare l'accumulo di sostanze che a sua volta può intasare i pori e rendere la pelle secca. Quindi, risciacquate minuziosamente sia al mattino che alla sera, anche se avete fretta o siete stanchi da morire.2) Utilizzare sostanze irritantiFate un favore alla vostra faccia ed evitate di applicarvi sopra sostanze che la irritano come profumi, coloranti e conservanti sintetici come i parabeni. Il laurilsolfato di sodio è un altro ingrediente da tenere a distanza: è un comune tensioattivo, impiegato per sciacquare via i detriti, ma è anche causa di irritazione e reazioni allergiche.3) Strofinare con l'asciugamanoPassate l'asciugamano con delicatezza, non sfregatelo sul viso per asciugarlo. Può essere bello, ma non fa altro che "strattonare" la vostra pelle, mettendo a rischio l'elastina, la proteina che costituisce il tessuto connettivo.

Come fare la pulizia del viso in casa


Leggiamo su Greenstyle:"Per quanto si possa avere una routine quotidiana per la cura del viso, fatta di detergente, tonico e crema, usando prodotti adatti al proprio tipo di pelle, al momento della giornata e alla stagione, a volte la pelle richiede qualcosa in più. Un lavaggio più accurato, una maschera, una pulizia più profonda. Ci si può affidare agli esperti o si può far da sé in casa. Con un’unica eccezione: se avete intenzione di rimuovere comedoni e punti neri affidatevi soltanto a professionisti (a meno che non lo siate voi stessi), perché altrimenti correte il rischio di crearvi infezioni, brufoli e lasciarvi antiestetiche cicatrici. Tornando alla pulizia del viso fatta in casa, ecco i passi necessari, che vedremo poi nel dettaglio, per ottenere una pelle liscia, morbida e profondamente pulita:trattamento con vapore detersione profonda trattamento all’olio, con massaggio scrub maschera tonico e cremaPer far sì che la pulizia del viso fatta in casa sia un momento di coccola per sé, fate in modo di avere molto tempo a disposizione e di non dover uscire di casa subito finito il tutto: la pelle rimarrà per un po’ molto delicata e reattiva".Continua a leggere...



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo

Come orientarsi tra i diversi tipi di farina

La nutrizionista spiega la differenza tra farine integrali, tipo 00, tipo 0, tipo 1, tipo 2, di manitoba, di grano duro, di grano tenero

Corsi - Prevenzione a tavola

Grassi saturi: sempre più studi ribaltano tutto ciò che sapevamo finora

Oggi sono sempre più numerosi gli studi che ci raccontano tutta un’altra storia rispetto ai grassi cattivi

Il latte di soia fa male ai bambini?

Può essere dato ai bambini? Fa bene o fa male? È il giusto sostituto del latte?

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

Corsi - Prevenzione a tavola

Perché gli asparagi sono così buoni per la salute

Cinque ottimi motivi per mangiare gli asparagi e qualche ricetta per utilizzarli in cucina

L’olio extravergine di oliva fa ingrassare?

Quanti cucchiai bisogna consumarne, è meglio a crudo o cotto e altre risposte ai vostri dubbi

5 ottimi motivi per mangiare indivia

L'indivia è una verdura eccezionale per il nostro organismo

Le virtù del Pan di zucchero, la cicoria bianca

Stimola le funzioni intestinali,del fegato e dei reni. Ecco come cucinarla

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ecco cosa mangiare dopo i 60 anni

Ogni età ha la sua dieta: ecco come dovrebbe essere quella degli over 60

Soia ai bambini: sì o no?

Esisterebbe un rischio nel consumo abbondante e prolungato di prodotti di soia: i fitoestrogeni