I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

8 rimedi naturali per far scomparire delle cicatrici

Rimedi naturali per sbarazzarsi delle cicatrici

Pubblicato il 30/07/2015 da Prevenzione a tavola

Le cicatrici si presentano in tutte le forme e dimensioni, ma raramente si desidera esibirle. Ecco alcuni modi in cui trattare le cicatrici, nascondendole o rimuovendole in modo permanente.

Rimedi Naturali

1- Applica del succo di limone sulla cicatrice. Il limone contiene alfa idrossiacidi, che aiutano a rimuovere le cellule epiteliali morte, aiutano la crescita delle nuove cellule, e fanno riacquistare un po' di elasticità alla pelle. Come ossigenante naturale, possono aiutare a schiarire le cicatrici.
  • Assicurati che la cicatrice e la zona circostante siano completamente pulite.
  • Metti un cucchiaino di succo di limone su un batuffolo di cotone.
  • Strofina il batuffolo di cotone sulla zona cicatrizzata.
  • Lascialo riposare per circa 10 minuti prima di lavarlo via.
  • Il succo di limone può rendere la pelle sensibile al sole, perciò metti della crema solare dopo che l'hai applicato ed esci all'aperto.
2- Usa il miele. Anche il miele può essere usato per rendere le cicatrici meno visibili. È un idratante naturale, può essere efficace nel trattamento delle ferite e stimola la rigenerazione dei tessuti.
  • Mescola due cucchiai di miele con due cucchiai di bicarbonato di sodio.
  • Massaggia per tre minuti.
  • Metti un asciugamano caldo sulla zona.
  • Quando l'asciugamano si è raffreddato, usalo per pulire la zona.
  • Nota: prova a mescolare due cucchiai di miele con un cucchiaio di bicarbonato di sodio per realizzare un lavaggio esfoliante che renderà meno evidenti le cicatrici dovute all'acne.
3- Prova l'estratto di cipolla. È antinfiammatorio e può inibire la produzione di collagene in una cicatrice, rendendola così meno evidente.
  • Si trova tipicamente in forma di gel che puoi strofinare sulla cicatrice.
  • Questo processo è lungo e può richiedere diversi mesi prima di dare risultati.
4- Prova il gel di aloe vera. Le proprietà antinfiammatorie dell'aloe vera aiutano a ridurre le irritazioni della pelle e favoriscono la rimozione delle cellule epiteliali morte dalle ferite. L'aloe vera può anche ridurre il gonfiore, aiutare a riparare le cellule epiteliali danneggiate, e fortificare le nuove cellule.
  • Puoi trovare l'aloe vera in molte forme, ad esempio come gel, lozione o unguento.
  • Applica e massaggia l'aloe vera direttamente sulla cicatrice diverse volte al giorno.
5- Usa l'uva spina indiana. Conosciuta anche come "amla", è un'ottima fonte di vitamina C, ed è più efficace se applicata immediatamente su una zona appena guarita, perché impedirà la formazione del tessuto cicatriziale.
  • Potrai trovare l'amla in polvere o come pasta. Realizza da solo una pasta mescolando la polvere con acqua o olio d'oliva.
  • Massaggia la pasta sulla pelle della zona colpita.
6- Prepara o acquista una pasta di cetriolo. I cetrioli sono poco costosi, facili da trovare e sono usati comunemente per rendere la pelle più morbida e tonica. Inoltre, non sono molto acidi e solo in rarissimi casi provocano un'irritazione della pelle.
  • Prepara da solo una pasta di cetrioli, sbucciandoli, rimuovendone i semi e frullandoli con 4-5 foglie di menta. Sbatti separatamente un albume d'uovo e aggiungilo alla soluzione.
  • Applica la pasta sulla cicatrice e lasciala riposare per circa 20 minuti.
  • Lavala con acqua fredda e usa un asciugamano pulito per asciugare la zona.
  • Usa regolarmente questo trattamento per risultati migliori.
7- Prova l'olio dell'albero del tè. Questo potente olio è antibatterico e, se usato correttamente, può rimuovere gradualmente le cicatrici, incluse quelle dovute all'acne e agli interventi chirurgici. Dal momento che è così forte, dovrebbe essere diluito con acqua prima di essere applicato sulla pelle, e non dovrebbe MAI essere ingerito.
  • Aggiungi una piccola quantità di olio di albero del tè a dell'acqua tiepida per creare un "sapone".
  • Lava la zona interessata con il sapone, poi risciacqua e asciuga delicatamente.
  • Potresti avvertire del formicolio o del leggero bruciore dopo aver usato l'olio, ma si tratta probabilmente degli agenti antibatterici che fanno il loro lavoro. Se il bruciore persiste, smetti di fare uso dell'olio e consulta un dermatologo.
8- Usa dell'olio di oliva per massaggiare la cicatrice. L'olio di oliva è ricco di vitamine E e K, che fanno bene alla pelle e lo rendono un alleato efficace nella lotta contro le cicatrici. L'olio extravergine di oliva è particolarmente ricco di antiossidanti e ha un livello di acidità maggiore, che aiuta a schiarire le cicatrici.
  • Strofina all'incirca un cucchiaio di olio d'oliva sulle cicatrici. Usane meno se la cicatrice è piccola.
  • Massaggia l'olio sulla cicatrice per circa cinque minuti per aiutare il tessuto ad ammorbidirsi.
  • Lascia riposare l'olio sulla pelle per circa 10 minuti, poi eliminalo con un asciugamano pulito.
(Fonte)Potrebbe interessarti anche questo video: Bergamotto: l’agrume dalle straordinarie proprietà curative



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo

Corsi - Prevenzione a tavola

Come orientarsi tra i diversi tipi di farina

La nutrizionista spiega la differenza tra farine integrali, tipo 00, tipo 0, tipo 1, tipo 2, di manitoba, di grano duro, di grano tenero

Grassi saturi: sempre più studi ribaltano tutto ciò che sapevamo finora

Oggi sono sempre più numerosi gli studi che ci raccontano tutta un’altra storia rispetto ai grassi cattivi

Il latte di soia fa male ai bambini?

Può essere dato ai bambini? Fa bene o fa male? È il giusto sostituto del latte?

Corsi - Prevenzione a tavola

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

Perché gli asparagi sono così buoni per la salute

Cinque ottimi motivi per mangiare gli asparagi e qualche ricetta per utilizzarli in cucina

L’olio extravergine di oliva fa ingrassare?

Quanti cucchiai bisogna consumarne, è meglio a crudo o cotto e altre risposte ai vostri dubbi

5 ottimi motivi per mangiare indivia

L'indivia è una verdura eccezionale per il nostro organismo

Le virtù del Pan di zucchero, la cicoria bianca

Stimola le funzioni intestinali,del fegato e dei reni. Ecco come cucinarla

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ecco cosa mangiare dopo i 60 anni

Ogni età ha la sua dieta: ecco come dovrebbe essere quella degli over 60