I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Il riso può causare il cancro? No, se cucinato con la caffettiera!

Il riso contiene elevati livelli di arsenico ma può essere rimosso con un metodo di cottura

Pubblicato il 23/07/2015 da Prevenzione a tavola

Gli scienziati non hanno dubbi: il riso deve essere cotto in una caffettiera perché perde le tracce di arsenico cancerogeno.

"Le persone che mangiano molto riso sono esposti a livelli pericolosi di arsenico che possono causare cancro del polmone e della vescica", sostengono  i ricercatori della Queen’s University di Belfast. Ma oltre ad aver appurato questo suggeriscono un meotodo di cottura semplice: hanno scoperto infatti che cuocere il riso a vapore in una normale caffettiera rimuove l'85% del arsenico.

Il riso è l'unica coltura che cresce nelle risaie allagate. È questo allagamento che rilascia l'arsenico inorganico, normalmente trattenuto dai minerali del suolo, che viene poi assorbita dall'impianto.

Andy Meharg, Professore di Impianti e Scienza del Suolo per la sicurezza alimentare globale presso il Queen’s Institute  ha dichiarato: "Questo è un passo avanti molto significativo in quanto offre una soluzione immediata per diminuire arsenico inorganico nella dieta. "Nella nostra ricerca abbiamo ripensato il metodo di cottura del riso per ottimizzare la rimozione di arsenico inorganico e abbiamo scoperto che utilizzando la tecnica della percolazione, dove l'acqua di cottura è continuamente fatta passare attraverso il riso in un flusso continuo, si può massimizzare la rimozione di arsenico. "L'esposizione cronica all'arsenico inorganico può causare una serie di problemi di salute tra cui problemi di sviluppo, malattie cardiache, diabete e danni al sistema nervoso. Tuttavia, i più preoccupanti sono i tumori al polmone e alla vescica".

La Queen’s University è in attesa del brevetto per lo sviluppo di un fornello su misura basato su un sistema di percolazione che permetterà ai consumatori di avere questo strumento nelle propria cucine. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista PLoS One in lingua inglese.

Potrebbe interessarti anche questo videoCurarsi in cucina: il riso integrale come antinfiammatorio



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Corsi - Prevenzione a tavola

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Corsi - Prevenzione a tavola

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ricetta del Pan dei morti senza zucchero

Una versione senza zucchero e con farina integrale del Pan dei morti