I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Il riso può causare il cancro? No, se cucinato con la caffettiera!

Il riso contiene elevati livelli di arsenico ma può essere rimosso con un metodo di cottura

Pubblicato il 23/07/2015 da

Gli scienziati non hanno dubbi: il riso deve essere cotto in una caffettiera perché perde le tracce di arsenico cancerogeno.

“Le persone che mangiano molto riso sono esposti a livelli pericolosi di arsenico che possono causare cancro del polmone e della vescica“, sostengono  i ricercatori della Queen’s University di Belfast. Ma oltre ad aver appurato questo suggeriscono un meotodo di cottura semplice: hanno scoperto infatti che cuocere il riso a vapore in una normale caffettiera rimuove l’85% del arsenico.

Il riso è l’unica coltura che cresce nelle risaie allagate. È questo allagamento che rilascia l’arsenico inorganico, normalmente trattenuto dai minerali del suolo, che viene poi assorbita dall’impianto.

Andy Meharg, Professore di Impianti e Scienza del Suolo per la sicurezza alimentare globale presso il Queen’s Institute  ha dichiarato: “Questo è un passo avanti molto significativo in quanto offre una soluzione immediata per diminuire arsenico inorganico nella dieta. “Nella nostra ricerca abbiamo ripensato il metodo di cottura del riso per ottimizzare la rimozione di arsenico inorganico e abbiamo scoperto che utilizzando la tecnica della percolazione, dove l’acqua di cottura è continuamente fatta passare attraverso il riso in un flusso continuo, si può massimizzare la rimozione di arsenico. “L’esposizione cronica all’arsenico inorganico può causare una serie di problemi di salute tra cui problemi di sviluppo, malattie cardiache, diabete e danni al sistema nervoso. Tuttavia, i più preoccupanti sono i tumori al polmone e alla vescica”.

La Queen’s University è in attesa del brevetto per lo sviluppo di un fornello su misura basato su un sistema di percolazione che permetterà ai consumatori di avere questo strumento nelle propria cucine. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista PLoS One in lingua inglese.

Potrebbe interessarti anche questo videoCurarsi in cucina: il riso integrale come antinfiammatorio



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Pesche all’aroma di lavanda

Luglio ormai è arrivato e ci concediamo una ricetta fresca e nutriente, perfetta per la stagione estiva

Borragine in crosta

Una ricetta molto stuzzicante, squisita ma anche semplicissima da preparare

Portulaca, la pianta infestante ottima per la salute (e una ricetta)

Gli usi nella medicina tradizionale sono noti sin dall'antichità, vi proponiamo una ricetta sfiziosa e veloce per riscoprirne tutti i benefici

Risotto ai sapori di bosco con porcini e mirtilli

Dalle bontà dell'orto e del bosco, un risotto originale e squisito ispirato a un'antica ricetta, preparato a partire da riso integrale già cotto

Insalata di lenticchie con salsa al profumo di menta

Comoda anche da portare a lavoro, proponiamo una freschissima insalata di lenticchie con asparagi in salsa preparata con la menta

Corsi - Prevenzione a tavola

Amarene, visciole e marasche: sicuri di conoscere queste varietà?

Il ciliegio acido si distingue in diverse categorie: le amarene, le visciole e le marasche.

Insalata di barbabietola con granola di noci

Come preparare una deliziosa insalata a base di barbabietola con funghi in salsa agro e granola di noci

8 buoni motivi per mangiare le albicocche

Proteggono gli occhi, la regolarità intestinale, contrastano i sintomi della menopausa e riducono la glicemia: ecco perché le albicocche fanno così bene

Corsi - Prevenzione a tavola

Pancake senza glutine con giuggiole

Una ricetta squisita, facilissima e naturalmente dolce

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Nespole, il toccasana della primavera

Consigliate per chi soffre di problemi renali e al fegato, oltre che per altri disturbi

Ciliegie, il regalo di fine primavera (e una ricetta)

Da metà maggio la natura ci regala le ciliegie, un frutto ricco di vitamine e sali minerali, ma povero di calorie: uno spuntino perfetto

La ricetta dei Pisarei e fasò

Oggi impariamo a preparare i pisarei, classici gnocchetti di farina e pan grattato della provincia di Piacenza conditi con fagioli borlotti e pomodoro

I cibi che proteggono occhi e vista

La salute degli occhi e il corretto funzionamento della vista passano anche dalla tavola. Ecco i cibi che contrastano o prevengono malattie degenerative oculari, come glaucoma e cataratta)

Crostata con kanten alle ciliegie

Oggi prepariamo una torta squisita, con la base della crostata e la parte superiore di kanten di ciliegie