I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Come prepare un’insalata di riso integrale

La ricetta, le dosi e gli ingredienti necessari per preparare una fresca insalata di riso integrale

Pubblicato il 21/07/2015 da Elena Alquati
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Oggi prepariamo un'insalata di riso integrale bella fresca, che potete portare anche fuori per un picnic o in ufficio.

INGREDIENTI

  • 2 tazze di riso integrale lungo già cotto (puoi acquistarlo qui)
  • 1 ½  tazza di carote tagliate a fiammifero
  • ½ tazza di sedano a quadratini
  • ½ tazza di mais dolce bio
  • ½ tazza di olive snocciolate tritate (verdi o nere come piace a voi)
  • ½ tazza di piselli 
  • 1 tazza di funghi a fettine sottili (a vostra scelta)
  • Un panetto di tofu tagliato a dadini
  • Qualche cappero

PROCEDURA - Scottate le verdure, separatamente, per qualche minuto, così da mantenere il colore acceso unitamente alla loro croccantezza. Unitele al riso cotto precedentemente e mischiate il tutto con attenzione. Per cuocere correttamente il riso integrale potete guardare questo video Il riso integrale come antinfiammatorio

Per glassare il tofu c'è bisogno di:

PROCEDURA  - In una padella scaldare un cucchiaio di olio di sesamo oppure olio extravergine di oliva. Unire il tofu a quadretti e aggiungere un cucchiaio di malto di riso e una spruzzata di tamari. Fate saltare a fiamma alta per qualche minuto  e unite al riso.

Per la salsa di tamari e aceto di riso da aggiungere all'insalata prima di servirla servono: Mescolare  bene gli ingredienti . Impiattate il riso e conditelo con la salsa di tamari e aceto di riso.

Per cuocere correttamente il riso integrale le dosi sono:

  • 1 tazze di riso integrale lungo*
  • 2 tazze di acqua
  • q.b. sale marino integrale

PROCEDURA - In  una pentola mettete il riso, precedentemente mondato e lavato, aggiungete  l’acqua e  portate ad ebollizione.  A questo punto salate, abbassate la fiamma al minimo, aggiungete lo spargi fiamma, mettete un coperchio e, lasciate cuocere per 45/50 minuti. Spegnete, versate il riso in un piatto di portata e lasciate raffreddare.

*una tazza da latte corrisponde ad una quantità giusta per 4 persone.

DA NON PERDERE. Piatto tratto dal “Corso Base di cucina per la prevenzione” (8 lezioni a 55€) di Elena Alquati e Francesco Stefania. Scarica qui la BROCHURE del corso.

Segui tutti gli aggiornamenti di Elena Alquati e della sua Associazione "L'ordine dell'universo"  



banner basso postfucina





Elena Alquati

Elena Alquati
Presidente dell'associazione L'Ordine dell'Universo

Presidente dell’Associazione - più che decennale esperienza di cucina macrobiotica si è diplomata in consulente macrobiotico a Milano nel 2004 - Diploma di shiatsu c/o Accademia Italiana Shiatsu-do ed è iscritta all’albo professionale certificato Apos e DBN n° A 01202. Diploma di operatore in medicina tradizionale cinese come tuinaista ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Corsi - Prevenzione a tavola

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo