I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Come rigenerare il sistema immunitario in 72 ore

Uno studio condotto da un italiano fa questa importante scoperta

Pubblicato il 16/07/2015 da Prevenzione a tavola

Se molti cibi possono essere utili contro questa o quella patologia, il digiuno può rivelarsi l'alleato più potente per il nostro organismo: un'arma contro l'invecchiamento che consentirebbe di contrastare i danni al sistema immunitario causati dalla chemioterapia nei pazienti oncologici. Ma l'astinenza dal cibo indurrebbe addirittura la rigenerazione del sistema immunitario, risvegliando le cellule staminali dormienti e portandole a uno stato di auto rinnovamento. La ricerca è stata condotta dallo scienziato italiano Valter Longo e pubblicata su Cell Stem Cell.

Cellule rinnovate - Sia nei topi che in una sperimentazione sugli uomini di tipo 1, lunghi periodi trascorsi senza mangiare hanno abbassato il livello dei globuli bianchi. Ma, al momento della nutrizione queste ritornano. Nei topi, è stato provato che questi cicli hanno "innescato un cambiamento rigenerativo" modificando i percorsi di segnalazione delle cellule staminali ematopoietiche, responsabili della generazione del sangue e del sistema immunitario.

Cicli di digiuno monitorati - Valter Longo, direttore dell'Istituto di longevità della University of Southern California, spiega: "Per sei mesi abbiamo sottoposto i volontari a periodi di digiuno di quattro giorni al mese rendendoci conto che il sistema immunitario si libera delle delle cellule inutili, non necessarie, mentre è spinto a rimettere in azione in modo naturale, come nei momenti di nascita e crescita, le staminali capaci di assistere la rigenerazione".

Contro invecchiamento e cancro - Nello specifico, il digiuno prolungato riduce l'enzima PKA, in precedenza l'équipe di Longo ha scoperto che ciò estende la longevità negli organismi semplici e che è stato collegato in altre ricerche alla regolazione dell'auto rinnovamento delle staminali e alla pluripotenza – ossia il potenziale di una cellula di svilupparsi in altri tipi di cellula. Il digiuno prolungato, inoltre abbassa i livelli del IGF-1, un ormone collegato a invecchiamento, progressione dei tumori e rischio di cancro.

Contrasta effetti chemio - Inoltre, il digiuno a intermittenza - o una terapia che ne imita gli effetti – protegge dalla tossicità della chemioterapia. Lo spiega Tanya Dorff, tra gli autori della ricerca: "Anche se salva vite, la chemio causa danni collaterali al sistema immunitario. Il risultato del nostro studio suggerisce che il digiuno può mitigarne alcuni". (Fonte)

Potrebbe interessarti anche questo video del dottor Berrino: 

Perché bisogna digiunare prima e dopo la chemioterapia



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali