I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Tablet, smartphone e bambini: l’esempio viene dai genitori

Come genitori è importante che si stabiliscano delle linee guida per il loro uso

Pubblicato il 15/07/2015 da Prevenzione a tavola

Molti genitori ritengono che tablet, smartphone e pc abbiano ormai un ruolo preponderante nella propria famiglia. Mentre alcuni potrebbero obiettare sugli indiscutibili vantaggi che questi dispositivi digitali offrono, come genitori, è importante che si stabiliscano delle linee guida per il loro uso in modo che rimangano strumenti, piuttosto che una fonte di distrazione senza fine dalla vita reale.

Ecco alcuni suggerimenti per la creazione di una vita che bilancia attività online con quelle che può avvenire solo nel mondo reale:

  1. Parlare e ascoltare. Insieme, in famiglia, bisogna discuterne e scegliere le modalità migliori sull'utilizzo dei disposirivi online in modo equilibrato.
  2. Dare l'esempio. Se si interrompe una conversazione quando si riceve un messaggio di testo o si trascorre ogni notte di fronte a un computer portatile, i vostri bambini saranno restii ad accettare un vostro ammonimento in tal senso
  3.  Stabilire rituali. In alcune famiglie, tutti i dispositivi elettronici dei bambini vengono consegnati ai genitori un'ora prima di andare a dormire. In altre case il router viene spento in un momento specifico. Altri genitori consentono di usare internet per lo stesso tempo che i loro figli hanno dedicato alla lettura di un libro.
  4. Instaurare legami profondi. Trascorrere del tempo con i vostri figli a fare attività "offline" che rinsaldino il vostro rapporto.
  5. Essere spietati. Non fatevi intimorire se vostro figlio sarà arrabbiato con voi per queste regole e queste restrizioni: un giorno vi ringrazierà per averlo portato in quella città o a quella mostra!

Potrebbe interessarvi anche questo video: Cucinare con la lavastoviglie: economico, sano e buono!



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Corsi - Prevenzione a tavola

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo

Corsi - Prevenzione a tavola

Perché è bene consumare mandorle italiane

Le mandorle rappresentano un'ottima merenda, sana, nutriente e saziante

Cosa significano i numeri e le lettere sulle uova?

Importante informarsi per sapere che tipo di uova stiamo acquistando

Le uova non aumentano il colesterolo né rovinano il fegato

Sfiatiamo un falso mito e facciamo chiarezza sul ruolo delle uova nella nostra alimentazione

La pasta madre: proprietà, benefici e vantaggi in cucina

Anche chiamato lievito madre, migliora la regolazione della glicemia e la digeribilità dei prodotti

La salsa di pomodoro cotta fa bene all’intestino

Nuovo studio: Aumenta l'effetto dei batteri buoni

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta