I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Sunburn Art, ai confini dell’idiozia: la nuova pratica Made in USA

La deleteria moda di prendere il sole senza protezione può provocare danni seri alla pelle

Pubblicato il 15/07/2015 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Come accade in molti settori le tendenze più innovative o stravaganti arrivano dagli Stati Uniti. Questa volta però il confine dell’idiozia sembra ampliamente valicato da un fenomeno che oscilla tra il narcisismo e masochismo. Di buono c’è che gli esperti d’oltreoceano hanno subito messo in guardia i seguaci di questa strana tendenza.

Esplode con l’estate la pratica del Sunburn Art, ossia coprire o schermare parte della pelle lasciandone altra completamente esposta al sole senza protezione per ottenerne un disegno dal contrasto di colore che ne deriva dopo alcune ore di esposizione. In poche parole si scherma totalmente una porzione di pelle coprendola con una crema o altri espedienti e lasciando esposto ai raggi il resto.

I discutibili capolavori imperversano sui social network, da Pinterest a Facebook, ma non ci vuole un dermatologo per capire i danni che questa nuova pratica, ritenuta profondamente nociva, può procurare alla salute della nostra pelle.

I rischi sono quelli di chi si espone in maniera scriteriata ai raggi solari con le conseguenze che ne derivano: aumento del rischio di melanoma, comparsa di macchie solari, precoce invecchiamento della pelle.

Tuttavia, secondo alcuni esperti, questa nuova moda sarebbe addirittura più dannosa di una profonda abbronzatura completa perché, per ottenere l'effetto desiderato, gli spavaldi praticanti tendono a rimanere più a lungo sotto il sole, con la diretta conseguenza di aumentare l'entità della scottatura.

Non ci sono consigli da dare in questo caso se non quello di astenersi da questa pratica autolesionista.

Potrebbe interessarti anche questo articolo: Crema solare naturale e fai da te



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Corsi - Prevenzione a tavola

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo