I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Sunburn Art, ai confini dell’idiozia: la nuova pratica Made in USA

La deleteria moda di prendere il sole senza protezione può provocare danni seri alla pelle

Pubblicato il 15/07/2015 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Come accade in molti settori le tendenze più innovative o stravaganti arrivano dagli Stati Uniti. Questa volta però il confine dell’idiozia sembra ampliamente valicato da un fenomeno che oscilla tra il narcisismo e masochismo. Di buono c’è che gli esperti d’oltreoceano hanno subito messo in guardia i seguaci di questa strana tendenza.

Esplode con l’estate la pratica del Sunburn Art, ossia coprire o schermare parte della pelle lasciandone altra completamente esposta al sole senza protezione per ottenerne un disegno dal contrasto di colore che ne deriva dopo alcune ore di esposizione. In poche parole si scherma totalmente una porzione di pelle coprendola con una crema o altri espedienti e lasciando esposto ai raggi il resto.

I discutibili capolavori imperversano sui social network, da Pinterest a Facebook, ma non ci vuole un dermatologo per capire i danni che questa nuova pratica, ritenuta profondamente nociva, può procurare alla salute della nostra pelle.

I rischi sono quelli di chi si espone in maniera scriteriata ai raggi solari con le conseguenze che ne derivano: aumento del rischio di melanoma, comparsa di macchie solari, precoce invecchiamento della pelle.

Tuttavia, secondo alcuni esperti, questa nuova moda sarebbe addirittura più dannosa di una profonda abbronzatura completa perché, per ottenere l'effetto desiderato, gli spavaldi praticanti tendono a rimanere più a lungo sotto il sole, con la diretta conseguenza di aumentare l'entità della scottatura.

Non ci sono consigli da dare in questo caso se non quello di astenersi da questa pratica autolesionista.

Potrebbe interessarti anche questo articolo: Crema solare naturale e fai da te



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Corsi - Prevenzione a tavola

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali