I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Tutte le proprietà benefiche dell’anguria

L'anguria è un frutto dissetante, diuretico e depurativo, ricco di vitamine e sali minerali e dalle proprietà antiossidanti

Pubblicato il 15/07/2015 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

L’anguria è un frutto estivo, amica di tutto l’apparato circolatorio, dei reni, del fegato e anche della pelle.

E’ un frutto dissetante, diuretico e depurativo. Ricca di vitamine e sali minerali, contiene licopene un potente antiossidante che aiuta a prevenire alcune forme di tumore e le malattie cardiovascolari.

Non esiste frutto più carico di acqua biologica dell’anguria: l’alimento numero uno per il corpo umano, che è composto prevalentemente di acqua.

Non va mangiata a fine pasto né mescolata con altri frutti: per assimilare tutte le sue proprietà ed evitare processi fermentativi va mangiata da sola. Si digerisce in un quarto d’ora quindi la si può mangiare all’inizio e poi mangiare altro. E’ ottima come pasto unico d’estate.

La potenza super pulente del succo di anguria

E’ ottima per raffreddare il corpo, se venisse consumata da tutti non sentiremmo più quelle lamentele sul caldo soffocante con cui i telegiornali ci annoiano continuamente d’estate. E’ anche ottima per ripulire i reni e la vescica, aiuta questi organi nella escrezione dei materiali di scarto.

Il succo di anguria rossa può essere di per sé molto dolce. Di solito nel farlo aggiungo anche laparte bianca tra la buccia e la polpa rossa. Questa parte del frutto contiene una gran quantità di minerali di qualità e clorofilla, e non dovrebbe essere scartata. Se dai alle galline la buccia con il bianco, la spolperanno completamente, fino al livello della buccia vera e propria, beccata dopo beccata. E’ impressionante come le galline sappiano riconoscere le fonti ricche di minerali organici, di cui normalmente sono carenti se tenute in un pollaio recintato.

Benefici nutrizionali

L’anguria è per il 92% acqua organica. E’ ricca di beta-carotene, acido folico, vitamina C, vitamina B5 e piccole quantità di B1, B2, B3 e B6.

Questo grande frutto è una ricca fonte di minerali essenziali come calcio, magnesio, fosforo, potassio, sodio e piccole quantità di rame, ferro e zinco.

Come i pomodori, l’anguria contiene licopene, il pigmento carotenoide rosso che appunto le dà il colore rosso. Questo importante antiossidante è potente nel neutralizzare i radicali liberi nocivi nel nostro corpo.

Benefici per la salute

L’anguria ha caratteristiche molto disintossicanti, alcalinizzanti, diuretiche e rimineralizzanti. È molto efficace nel promuovere l’eliminazione intestinale, mantenendo il corpo libero da rifiuti tossici.

Il succo di anguria è facilmente digeribile e viene completamente assorbito con tutti i suoi minerali, fornendo nutrienti tanto necessari al corpo.

Il suo effetto alcalinizzante mantiene l’equilibrio acido-alcalino nel corpo, neutralizzando la condizione tossica del corpo risultante da un’eccessiva assunzione di alimenti acidificanti.

Grazie ai ricchi antiossidanti e al beta-carotene, gli effetti del succo di anguria sulla salute sono immensi.

Asma: il potente antiossidante dell’anguria riduce la quantità di sostanze tossiche nel corpo, e di conseguenza si riducono gli attacchi di asma.

Artrite: I contenuti ricchi di beta-carotene e vitamina C in questo grande frutto fanno miracoli nel ridurre il processo infiammatorio che porta a malattie come l’osteoartrite e l’artrite reumatoide.

Problemi alla vescica: Il suo effetto pulente e diuretico naturale è particolarmente indicato per risolvere problemi ai reni e alla vescica.

Colesterolo: il succo di anguria è salutare per prevenire l’intasamento di colesterolo nelle arterie e può aumentare l’HDL, il cosiddetto colesterolo buono, riducendo i rischi di malattie cardiovascolari.

Costipazione: Bere due o tre bicchieri grandi di succo di anguria. È molto efficace nel favorire l’eliminazione di scorie e feci. Bere molto di questo succo rosso farà un sacco di bene.

Ritenzione idrica: La sua azione diuretica aiuta ad eliminare i liquidi in eccesso dal corpo, riducendo la ritenzione idrica, utile soprattutto per le donne durante il ciclo mestruale, e per le donne in gravidanza.

Infarto: La combinazione di acido folico e altre vitamine essenziali di questo frutto svolge un ruolo importante nel ridurre il rischio di attacchi cardiaci, ictus e cancro del colon.

Prurito: Man mano che il succo di anguria purifica il corpo dai rifiuti tossici, si riduce notevolmente anche il prurito derivante dalla tossicità dell’acidosi.

Cancro alla prostata: Il licopene (dei cocomeri rossi) è stato ampiamente studiato per le sue proprietà antiossidanti e le proprietà che prevengono il cancro. E’ stato riportato da diversi studi che è particolarmente protettivo contro il cancro alla prostata.

Macchie della pelle: Si può usare l’anguria esternamente strofinando generosamente un pezzo di anguria sul viso. Lasciare agire per una decina di minuti, poi lavare con acqua calda, seguita da una spruzzata di acqua fredda. Per quanto le macchie sul volto siano dovute a cause interne, è comunque un aiuto ulteriore per chi vuole recuperare una pelle con il suo colore omogeneo naturale.

Suggerimenti

Se non riesci a finire un cocomero intero e lo vuoi conservare per dopo, copri la polpa con la pellicola trasparente per evitare che si secchi. Questo impedisce anche di assorbire gli odori di altri alimenti. Mettilo in frigorifero per conservare al meglio la sua freschezza, il gusto e la succosità.

L’anguria va mangiata da sola perché fermenta con altri cibi nello stomaco. Anche il suo succo va bevuto da solo, per la stessa ragione.

Si può anche frullare l’anguria e versarla nelle vaschette dei cubetti di giaccio e congelarla. Ai bambini piacciono molto questi ghiaccioli, soprattutto in una giornata calda!

Avvertenza

Dato che i cocomeri crescono appoggiati al terreno, è necessario lavarli accuratamente prima di tagliarli. Il coltello usato per dimezzare il melone è in grado di trasferire dalla buccia esterna i batteri direttamente nella polpa. Assicurarti di lavare bene anche il tagliere dopo l’uso per evitare la contaminazione degli alimenti. Per quanto possa essere ovvio, poche volte ho visto lavare l’anguria prima di tagliarla. (Fonte)



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La carne rossa collegata al rischio infarti e ictus

Troppa carne rossa mette in circolo una sostanza legata al rischio cuore

Non causa solo ipertensione: nuova ricerca svela i rischi del sale

Ecco cosa si rischia con una dieta ad alto contenuto di sale

Il caffè può rallentare il Parkinson

I ricercatori hanno scoperto le potenzialità di due composti del caffè

Cos’è il Miso e perché dovresti inserirlo nella tua alimentazione

Il miso protegge lo stomaco e l'intestino, migliora la digestione e sconfigge il gonfiore addominale

Bietola, da gustare tutto l’anno

Trucchetti e consigli di cottura e conservazione, più due ricette

Corsi - Prevenzione a tavola

Ceci alle erbe aromatiche

Oggi vi prepongo una ricetta facile e veloce

Zuppa di Orzo alle erbe, le ricette dell’antica Roma

Oggi vi propongo una ricetta invernale che pare piacesse molto anche agli antichi romani: l'Orzo “speciale” alle erbe!

Le virtù del cardo, parente stretto del carciofo

Tra le tante proprietà del cardo emerge quella protettiva per il fegato e quella anti-tumorale

Corsi - Prevenzione a tavola

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

La ricetta dello strudel di zucca

Oggi prepariamo un dolce buono e sano che non ci farà sentire in colpa, lo strudel di zucca

Ecco la frutta che ti salva da infarto e ictus

Le antocianine presenti in alcuni tipi di frutta rappresentano uno scudo per la salute del cuore

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente