I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Un virus modificato è in grado di curare la sordità

Sarà possibile restituire parzialmente le facoltà uditive ai soggetti colpiti da sordità genetica

Pubblicato il 14/07/2015 da

All’interno dei filamenti di Dna sono incise tutte le informazioni che dovrebbero risultare funzionali alla nostra sopravvivenza e al corretto impiego degli organi di cui siamo stati muniti al momento della nostra nascita; può tuttavia accadere che i minuscoli filamenti elicoidali diano indicazioni erronee al nostro organismo, spingendolo ad eliminare alcune componenti considerate come superflue.

In caso di sordità genetica, ad esempio, il gene Tmc1 spinge l’organismo al liberarsi prematuramente di quel complesso di minuscole “ciglia” che traduce le onde sonore in altrettanti suoni ben codificati, con il risultato di una perdita sostanziale di udito che inizia durante le prime fasi dell’infanzia e che diventa rapidamente irreversibile, dal momento che le ciglia perdute non ricrescono spontaneamente.

Un gruppo di ricercatori dell’Harvard Medical School di Boston ha tuttavia osservato che esiste in natura un particolare virus che, qualora geneticamente modificato e riprogrammato a dovere, è in grado di porre rimedio all’errore genetico e di andare a suggerire al corpo umano come far ricrescere parte del patrimonio pelifero perduto, consentendo così quel medesimo recupero dell’udito considerato come insperato e insperabile fino a poco tempo fa.

Un lungo esperimento condotto su cavie da laboratorio ha infatti mostrato la particolare azione esercitata dal virus sul complesso uditivo, in grado di spingere alcuni topi completamente sordi a percepire l’esistenza di rumori sugli 85-90 decibel dopo soli 60 giorni di “trattamento”.

Secondo gli autori dello studio pubblicato su Science Transaltional Medicine, la loro ricerca potrebbe tradursi nel giro di un decennio nella genesi di terapie farmacologiche mirate in grado di restituire parzialmente le facoltà uditive ai soggetti colpiti da quella particolare sordità genetica attribuibile al gene Tmc1, aprendo così le porte a nuovi approcci mirati.

Purtroppo, avvertono i ricercatori di Boston, la sordità causata da Tmc1 non è che un caso particolare di una lunga serie di possibili errori genetici che spingono l’organismo umano in direzione della perdita del patrimonio cigliato e che vanno a tradire così quel prezioso mandato genetico in base al quale il nostro Dna dovrebbe contenere informazioni utili alla qualità della nostra vita e non alla vendita di apparecchi acustici in età decisamente prematura. (Fonte)

Potrebbe interessarti anche questo video: Frullato di banana: previene le malattie perché ricco di proprietà



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Ecco i cibi che fanno invecchiare

Conoscere per evitare i cibi che causano l'invecchiamento del nostro organismo

La salute dei capelli passa dall’alimentazione

Anche la nostra dieta mediterranea ci può aiutare a mantenere e a riportare la salute nei nostri capelli

Riso con mandorle e friggitelli

Una ricetta sfiziosa e inusuale per sorprendere i vostri ospiti e deliziare il palato

Tortine di farro con marmellata al limone

La ricetta di oggi è perfetta sia per fare una colazione nutriente e golosa, sia per godersi una merenda squisita. Ecco cosa vi serve per prepararla e il procedimento

Come scegliere un dolcificante: tradizione o formule chimiche?

Eritritolo o malto? Ecco qualche strumento in più che ci possa guidare nella scelta del dolcificante più sano.

Corsi - Prevenzione a tavola

Estate, l’alimentazione corretta

Per tenere sotto controllo il caldo, per idratarsi correttamente e rinfrescarsi attraverso le scelte alimentari più corrette

Anguria beach, un fresco aperitivo

Concediamoci un po' di relax con un aperitivo estivo a base di anguria

Umeboshi: cos’è, benefici e ricette

Alla scoperta dell'Umeboshi, la prugna essiccata dalle meravigliose proprietà terapeutiche

Corsi - Prevenzione a tavola

Salsa verde all’acetosella

Anche se non conoscevo proprio questa pianta, nella mia ricerca di ricette tradizionali sono incappata in questa ricetta sfiziosa e semplicissima

Il Corso Base si arricchisce di un nuovo capitolo e due ricettari

La nostra scuola cerca di dare il meglio ogni giorno di più, per questo ci sembrava giusto fornire ulteriori strumenti di apprendimento e comprensione ai nostri allievi che vogliono cambiare la propria alimentazione

Stroncatura, l’antica ricetta calabrese

Oggi andiamo in Calabria per un primo che dentro contiene il sapore del mare e del grano, dei mercanti e dei contadini: la stroncatura è un piatto veloce che si prepara con pochissimi ingredienti

Menopausa, l’alimentazione che ne allevia i sintomi

Consigli alimentari e pratici per vivere la menopausa come un'opportunità e non come un disturbo

Migliaccio, una ricetta antica dal sapore unico

Ecco la mia ricetta del migliaccio, un dolce a base di miglio e guarnito con la composta di albicocche

Combattere il caldo con la giusta alimentazione

Alcuni cibi e abitudini possono aiutarci a sopportare meglio le alte temperature di questo periodo

Treccine di mais senza glutine

Queste treccine si preparano in pochi minuti e si accompagnano benissimo ad una tazza di tè o un bicchiere di succo di frutta naturale