I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

I giovani adulti guariti dal cancro finiscono più spesso in ospedale dopo 20 anni

Nei 20 anni successivi alla guarigione, le persone tra i 20 e i 44 anni subiscono più ricoveri ospedalieri

Pubblicato il 14/07/2015 da Prevenzione a tavola

I progressi nel trattamento di adolescenti e giovani adulti malati di tumore hanno portato a tassi di sopravvivenza più elevati e aspettative di vita più lungheMa una nuova ricerca ha dimostrato che le persone di età compresa tra i 20 e i 44 anni dichiarate esenti dalla cancro, nei 20 anni successivi hanno avuto più ricoveri rispetto al popolazione generale.

"Anche quando i giovani adulti sopravvivono cancro, questo ha ancora un impatto sulla loro vita e la loro salute a lungo termine", ha detto la dottoressa Nancy Baxter, chirurga colonrettale all'ospedale di San Michele e ricercatrice presso la Clinical Evaluative Sciences. "E questa fascia di età ha ancora molti anni da vivere" In un documento pubblicato sul Journal of Clinical Oncology, la dottoressa Baxter ha scoperto che i giovani adulti sopravvissuti al cancro sono stati ricoverati 1,5 volte più spesso rispetto ai pazienti in gruppi di controllo. Per tutti i tumori maligni, ad eccezione di melanoma e tumori testicolari, il tasso di ospedalizzazione era significativamente più alta rispetto ai pazienti tenuti sotto controllo. Il tasso di ospedalizzazione è stato doppio rispetto ai pazienti tenuti sotto controllo e maggiore per i sopravvissuti di cancro gastrointestinale, alla leucemia, ai tumori maligni della vescica, al cancro del rene, del colon-retto, al cervello e linfoma. Baxter ha affermato che questo rappresenta il più grande studio mai pubblicato sul coinvolgimento dei giovani adulti sopravvissuti cancro. Il suo team ha esaminato i dati del Registro Tumori Ontario 1992-1999 relativi a 20.275 persone che avevano avuto la loro prima diagnosi di cancro tra i 20 e i 44 anni e che avevano vissuto cinque anni senza cancro. Questi sono stati confrontati con 101.344 controlli non tumorali. La dottoressa ha aggiunto che questi risultati permettono di avere una migliore comprensione delle cure e degli effetti tardivi del cancro sui giovani adulti e può indirizzarli a comprendere la qualità della loro vita futura, identificare le aree in cui potrebbero essere impiegate strategie preventive e sottolineare la necessità di prendere in considerazione cure alternative non direttamente connesse alle conseguenze per la salute a lungo termine. (Fonte) Potrebbe interessarti anche questi video del dottor Berrino: I 12 comandamenti contro il cancro



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

Corsi - Prevenzione a tavola

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo