I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Nizza, città del futuro o smart city

In poco tempo è diventata una tra le città più vivibili, più ecologiche e dove si pagano meno tasse

Pubblicato il 13/07/2015 da Post Sponsorizzato

Poter vivere in una città più ecologica, con minore inquinamento, una qualità di vita complessivamente migliore grazie all’inclusione sociale, e allo stesso tempo poter beneficiare di una riduzione delle tasse locali da pagare? Non si tratta di una utopia o di una città del futuro, ma sicuramente si rientra nel concetto di città futuristica, che di fatto, in qualche parte del mondo “civilizzato”, già esiste. In poche parole una vera città smart, è una città che ha raggiunto questi obiettivi e fra queste, secondo la classifica delle top five smart city, al primo posto c’è Barcellona, e al quarto un’altra città europea Nizza.

Quest’ultima in particolare merita un plauso, grazie ai tempi record con cui è riuscita ad ottenere dei grandi risultati, fino alla riduzione del 30% del traffico, alla riduzione del 25% dell’inquinamento e a quella dell’80% del costo dell’illuminazione pubblica. Tutto questo è stato raggiunto grazie all’impiego della tecnologia e alla connettività. Infatti in tutta la città sono state installate telecamere e centraline o stazioni che monitorano l’aria, l’umidità, l’inquinamento, le condizioni climatiche, il livello di luminosità, combinando tutti questi aspetti.

Quindi se i sensori individuano un livello di luminosità insufficiente aumentano la potenza delle lampade, ma se al contrario la luminosità è eccessiva, allora la riducono, con un monitoraggio 24 ore su 24 (vedi anche apprendistatoprovinciaroma.it). Lo stesso vale per l’aria, organizzando e distribuendo il traffico in modo da non superare soglie considerate dannose. E’ stata creata una apposita app che permette di tenere sotto occhi la situazione del traffico, ma anche di individuare, pagare e prenotare a distanza il posto libero nei parcheggi, riducendo il volume di emissioni dei gas di scarico, e aumentando le entrate delle casse del comune del 35%.

Ma dato che per risparmiare denaro, bisogna imparare anche a sfruttare al meglio il tempo, c’è anche un servizio molto apprezzato: invece di andare agli uffici pubblici, per avere informazioni o evadere delle pratiche, basta entrare in apposite cabine che permettono di parlare, durante tutto l’orario di apertura dei centri commerciali dove sono installate, con i dipendenti pubblici, e poter anche stampare direttamente i certificati richiesti. Il tutto ovviamente gratis.



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La proteina dei broccoli che spegne i tumori

Nuovo studio scopre virtù di una proteina contenuta in tutte le 'crucifere', broccoli, cavolfiore, cime di rapa

Le straordinarie virtù dell’avocado

Riduce la fame e il peso, protegge il cuore e contrasta il diabete perché riduce i picchi glicemici

Nespole, il toccasana della primavera

Consigliate per chi soffre di problemi renali e al fegato, oltre che per altri disturbi

I cibi che sembrano genuini ma provocano il diabete

Influenzano il metabolismo, provocando aumento di peso e resistenza all'insulina. Nuova ricerca ha scoperto i cibi responsabili

Se mangi i fagiolini la tua salute ti ringrazierà

Ecco perché fanno bene. E poi: trucchi per scegliere i fagiolini migliori e cuocerli senza perdere le proprietà nutritive

Corsi - Prevenzione a tavola

Dieta sana: quali sono i nutrienti essenziali per un’alimentazione corretta?

Scoperti i cibi che contrastano il tumore alla vescica

La ricerca è stata condotta dall’Istituto nazionale tumori di Milano

Le uova proteggerebbero la vista degli anziani da una malattia della retina

Ecco quante uova bisognerebbe mangiare a settimana, secondo la rivista Clinical Nutrition

Corsi - Prevenzione a tavola

Fave, il regalo primaverile che fa bene alla salute (e due ricette)

Regolano l'intestino, controllano glucosio e colesterolo nel sangue. Ma sono tossiche per alcuni.

Le mele ci stanno avvelenando?

Il Codacons denuncia la presenza di troppi pesticidi sulla buccia delle mele del supermercato

L’alimentazione sbagliata uccide più del fumo e della pressione alta

A livello globale una morte su 5 è riconducibile a un'alimentazione scorretta, povera di cereali integrali e verdure

Solo pensare al caffè ci rende più attenti e lucidi

Nuovo studio svolto dall'Università di Toronto pubblicato sulla rivista scientifica Consciousness and Cognition

Prevenzione a tavola: un commento da condividere

Le domande di una nostra studentessa sono diventate un post con i consigli e una ricetta di Elena Alquati

Il colesterolo delle uova mette a rischio il cuore?

Nuovo studio riapre il dibattito sulle uova

Arriva la quinoa tutta italiana

Una varietà adattabile alle nostre condizioni climatiche di quinoa, lo pseudocereale delle Ande