I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Sudorazione eccessiva: meglio il deodorante o l’antitraspirante?

Il professor Micali spiega in quali casi è meglio usare deodoranti e antitraspiranti

Pubblicato il 13/07/2015 da Prevenzione a tavola

L’estate è sicuramente il momento dell’abbronzatura a tutti i costi, dei tuffi in piscina (o al mare, se sei più fortunato) e dei cocktail sorseggiati sotto l’ombrellone con amici e amiche. Ma è anche quello del sudore a tutte le ore del giorno, delle sgradevoli chiazze sui vestiti e delle docce che non sembrano mai essere sufficienti. Ma come si può combattere questo sgradito compagno di vacanze? I metodi ci sono, anche se gli italiani non li conoscono affatto bene. O almeno così sembra suggerire un recente sondaggio condotto dall’Università di Catania, secondo il quale la differenza tra deodorante e antitraspirante è ancora poco chiara.

Se negli Stati Uniti, infatti, gli antitraspiranti sono considerati veri e propri farmaci, in Europa sono invece catalogati come cosmetici, al pari dei deodoranti. La confusione, dunque, è più che lecita. In un’intervista al Corriere della Sera, il professor Giuseppe Micali (direttore della Clinica dermatologica dell’Università di Catania) spiega che bisogna innanzitutto distinguere tra due tipi di problemi legati alla sudorazione: quello che porta alla produzione eccessiva di sudore, altrimenti noto come iperidrosi, e quello che causa cattivi odori, la bromidrosi.

La prima può riguardare qualsiasi parte del corpo e solitamente non porta con sé particolari odori. In questo caso è consigliabile l’utilizzo di un antitraspirante a base di sali metallici, che va a depositarsi sul dotto ghiandolare formando una sorta di tappo che impedisce la fuoriuscita di liquidi e favorisce il riassorbimento del sudore. Prima di utilizzarlo è però importante verificare di non essere allergici alle sostanze contenute.

Per quanto riguarda la bromidrosi, invece, il prodotto indicato è il deodorante. La causa del cattivo odore, però, può essere anche la presenza di batteri: in tal caso è meglio utilizzare deodoranti con azione battericida o batteriostatica, che arginano l’attività degli enzimi batterici. (Fonte)

La Fucina ti consiglia di provare questi prodotti naturali!



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La curcuma è in grado di uccidere le cellule tumorali

I ricercatori hanno scoperto che unendola al platino riesce a uccidere le cellule malate

Psoriasi? Ci pensa la dieta mediterranea

Studio condotto su oltre 3500 persone colpite da malattia dà ottimi risultati

Come conservare l’olio extravergine di oliva

Esistono diverse accortezze, come tenere l'olio al riparo da luce, calore e ossigeno

Cosa pensa davvero l’ONU di parmigiano, olio d’oliva e prosciutto

Siamo tornati sull'argomento per fare chiarezza su quello che è avvenuto realmente

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

Corsi - Prevenzione a tavola

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

Corsi - Prevenzione a tavola

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo