I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Cucinare con la lavastoviglie: economico, sano e buono!

Lisa Casali ci spiega quanto è conveniente utilizzare questo metodo e c'insegna una gustosa ricetta

Pubblicato il 09/07/2015 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Avete mai sentito parlare di Dishwasher Cooking, ossia cucinare con la lavastoviglie? Si tratta di un metodo inventato negli anni '70 e che ora sempre più chef stanno sperimentando in giro per il mondo. In Italia la food blogger Lisa Casali ne ha fatto la sua filosofia di cucina.

Basta utilizzare dei vasetti a chiusura ermetica o dei sacchetti adatti alle alte temperature che possono essere sigillati, inerire dentro gli ingrediente e impostare un ciclo di lavaggio normale. Il meccanismo sfrutta la cottura a basse temperature, più lenta ma molto salutare. Ma soprattutto si tratta di un metodo per risparmiare energia e acqua e di avere contemporaneamente piatti puliti e il pranzo pronto. Sono state fatte anche numerose analisi chimiche ai cibi preparati in questo modo, ma non si sono riscontrate né tracce di acqua né di detersivo.

In parole povere, si sfrutta il calore che l’elettrodomestico sviluppa durante il lavaggio, un tepore lieve e costante. “La lavastoviglie non è altro che un forno professionale ad altissima precisione per cuocere a bassa temperatura – spiega divertita Casali a Kataweb - ce l’abbiamo in casa senza saperlo. Il range ideale di temperatura è intorno ai 54°, il massimo che la lavastoviglie può raggiungere sono 75°. Nel perfezionare e mettere a punto il metodo non ho fatto altro che applicare la tecnica già codificata della bassa temperatura, usata dagli chef di professione. Non tutto il menù – tuttavia - può finire in lavastoviglie: scordiamoci di cuocere patate, cereali e legumi ma possiamo preparare ottime ricette con gli stessi ingredienti usati nell’alta cucina, come: uova (ideali per il lavaggio intensivo), pesce, crostacei, molluschi (perfetti con il lavaggio rapido) e carni, che a bassa temperatura danno il meglio di sé”.

I vasetti o i sacchetti si possono predisporre nei punti più scomodi o magari in alto nella zona dei bicchieri. Ovviamente per un vero risparmio energetico bisogna avviare lavaggi a pieno carico. La cottura ovviamente dura per tutto il ciclo del lavaggio. Per cominciare potete provare a preparare il cous cous con fagiolini, zucchine e menta da realizzare con il lavaggio automatico. Occorrono due bicchieri di brodo vegetale, 250 grammi di fagiolini, un cipollotto rosso, due zucchine, menta e cous cous, come ci spiega la stessa Lisa Casali nel video qui sopra!

E allora buon lavaggio e buon appetito!

Potrebbe interessarti anche questo video: Curarsi in cucina: “Riso integrale con cornetti e mandorle”



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta

Frutta verdure e pesce tengono le rughe lontane

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam

Olio extravergine d’oliva: meglio DOP o IGP?

Il legame col territorio è dunque più forte nel DOP piuttosto che nell’IGP

Perché scegliere una birra artigianale?

Tra le altre cose ha un maggiore contenuto in vitamine e minerali rispetto ad una birra filtrata

Corsi - Prevenzione a tavola

Ecco cosa succede al cervello se mangiamo cioccolato fondente

Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress

Il miglio previene diabete e cancro

È un cereale ricco di ferro, fosforo, magnesio, vitamine del gruppo B e soprattutto di acido folico

La carne dei fast food è da demonizzare?

Basta evitare patatine fritte, salse e bevande zuccherate e tenere a mente le raccomandazioni anti-cancro

Corsi - Prevenzione a tavola

Gli effetti di verdure, yogurt, tè e cioccolato sul fegato

Studio su cirrosi epatica, più diversità batteri intestino

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo