I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

10 segnali che indicano che sei intollerante al glutine

Un elenco di 10 segnali che dovrebbero farvi allarmare

Pubblicato il 22/06/2015 da Prevenzione a tavola
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Numerose malattie sono state collegate al glutine, la proteina presente in grano, segale e orzo. Si stima che il 99% delle persone che sono intolleranti al glutine o celiaci non hanno mai ricevuto una diagnosi corretta. Questo perché i sintomi legati a questo tipo d'intolleranza sono facilmente confondibili con altri legati ad altre intolleranze o a diverse patologie.

GUARDA IN ALTO IL VIDEO: COME CAPIRE SE SONO INTOLLERANTE AL GLUTINE?

Ecco un elenco di 10 segnali che potrebbero essere ricollegati all'intolleranza al glutine e che dovrebbero farvi allarmare.

  • 1. Problemi digestivi come gas, gonfiore, diarrea e costipazione.
  • 2. Cheratosi pilare, (nota anche come 'pelle di pollo' sul retro delle braccia) che si verifica sia per una carenza di acidi grassi che per la carenza di vitamina A, causate da un malassorbimento del glutine che danneggia l'intestino.
  • 3. Sensazione di stanchezza, sonno e annebbiamento della mente  dopo aver mangiato un pasto contenente glutine.
  • 4. La diagnosi di una malattia autoimmune come la tiroidite di Hashimoto, artrite reumatoide, colite ulcerosa, il lupus, psoriasi, sclerodermia o sclerosi multipla.
  • 5. Sintomi neurologici quali vertigini o sensazione di perdere l'equilibrio.
  • 6. Squilibri ormonali, come PMS, sindrome dell'ovaio policistico o infertilità inspiegata.
  • 7. Emicrania e mal di testa.
  • 8. La diagnosi di affaticamento cronico o fibromialgia (queste diagnosi indicano semplicemente che il vostro medico non è in grado di individuare la causa della vostra fatica o dolore).
  • 9. L'infiammazione, gonfiore o dolore alle articolazioni, come dita, ginocchia o fianchi.
  • 10. Ansia, depressione, sbalzi d'umore.

Potrebbe interessarti anche: Come consumare i cibi integrali per non sentirsi gonfi



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Corsi - Prevenzione a tavola

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo

Corsi - Prevenzione a tavola

Perché è bene consumare mandorle italiane

Le mandorle rappresentano un'ottima merenda, sana, nutriente e saziante

Cosa significano i numeri e le lettere sulle uova?

Importante informarsi per sapere che tipo di uova stiamo acquistando

Le uova non aumentano il colesterolo né rovinano il fegato

Sfiatiamo un falso mito e facciamo chiarezza sul ruolo delle uova nella nostra alimentazione

La pasta madre: proprietà, benefici e vantaggi in cucina

Anche chiamato lievito madre, migliora la regolazione della glicemia e la digeribilità dei prodotti

La salsa di pomodoro cotta fa bene all’intestino

Nuovo studio: Aumenta l'effetto dei batteri buoni

Ecco cosa succede a mangiare un uovo al giorno

Nuovo studio riabilita l'alimento: riduce il rischio cardiovascolare

Ecco i cibi che causano 500mila morti l’anno per malattie di cuore

Da Oms guerra a grassi trans, eliminarli dalla dieta