I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Un parassita dei gatti domestici può causare malattie mentali nel padrone

Schizofrenia e malattie mentali potrebbero essere causate dal batterio che vive nei gatti

Pubblicato il 16/06/2015 da Prevenzione a tavola

Chi possiede un gatto deve stare attento: il batterio Toxoplasma gondii, parassita che vive dentro di loro e altri animali (e causa della toxoplasmosi nell'uomo), potrebbe essere un fattore di rischio per lo sviluppo di alcune malattie mentali, tra cui la schizofrenia. A scoprire il legame è uno studio Stanley Medical Research Institute del Maryland, pubblicato sulla rivista Schizophrenia Research.

Secondo i ricercatori, nelle famiglie dove vengono diagnosticate la schizofrenia o altre patologie della mente è più frequente la presenza di un gatto nell'infanzia. Partendo da due studi degli anni '90, da cui era emerso la presenza di un gatto come fattore di rischio per la schizofrenia nella metà dei casi, gli studiosi hanno voluto riprendere la questione analizzando dei questionari compilati dal 1982 da 2.125 famiglie, e appartenenti al National Institute of Mental Illness (l'agenzia Usa che si occupa di ricerca sulla salute mentale), scoprendo così che il 50,6% delle persone, che aveva sviluppato la schizofrenia, nell'infanzia aveva avuto un gatto. Nonostante i casi complessivi di schizofrenia emersi durante lo studio siano pochi, i ricercatori vogliono ora capire perchè esiste questo legame.

Secondo loro il responsabile potrebbe essere appunto il parassita Toxoplasma gondii. ''Entra nel cervello e forma delle microscopiche cisti - spiega Edwin Fuller Torrey, uno dei ricercatori - Pensiamo che poi venga attivato più tardi nell'adolescenza causando la malattia, probabilmente colpendo i neurotrasmettitori. E' importante fare nuovi studi per replicare e confermare questi risultati''. Un'altra ricerca aveva mostrato che il batterio si insinuava nel cervello umano usando un tipo di globuli bianchi presenti nel sistema immunitario, come cavallo di Troia per entrare nel sistema nervoso centrale. Il T. gondii può vivere in molte diverse specie, ma riesce a completare il suo intero ciclo vitale solo nei gatti, quando gli animali lo espellono attraverso le feci.

(Ansa)

Questo video potrebbe piacerti: Il gatto che sfida il postino



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Tutti i cibi che fanno bene alla pelle

La mantengono sana, idratata e la fanno invecchiare meno

Mangiare frutta e verdura rende felici

Uno studio dimostra che il benessere individuale cresce all'aumentare delle porzioni di frutta e verdura

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Zuppa di borlotti con maltagliati fatti in casa

Berrino: come invecchiare in salute con la corretta alimentazione

Il cibo è la nostra arma più forte contro le malattie croniche

Corsi - Prevenzione a tavola

Come usare gli agrumi per combattere tosse, mal di gola, raffreddore

I trucchi del contadino a base di agrumi contro i malanni di stagione

Muffin con olive e capperi agli aromi

Oggi prepariamo di gustosi muffin salati buonissimi ma ottimi per il nostro organismo

Cosa mangiare per combattere il freddo

Corsi - Prevenzione a tavola

Arriva la “dieta universale” per prevenire le malattie e salvare il pianeta

Quanti grammi di fibre e cereali integrali servono contro cancro, diabete e infarto?

Il sale rosa dell’Himalaya fa bene?

Sento spesso farmi questa domanda: ”Il sale rosa fa bene? E’ meglio di quello bianco?”

Come stufare carciofi e cicoria

uUn accostamento semplice che unisce due sapori particolari che insieme si armonizzano

Il dolcificante fa davvero perdere peso?

Veronesi: le sostanze anti-cancro di frutta e verdura

Come proteggerci dalle numerose sostanze potenzialmente cancerogene intorno a noi

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute