I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Curarsi in cucina: Dolce di frutta con gelatina agar agar

Una ricetta fresca e veloce dalle proprietà depurative con fragole e more

Pubblicato il 12/06/2015 da Elena Alquati
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

TEMPI 15 minuti per la preparazione e 1 h per il raffreddamento in frigorifero

PROPRIETÀ BENEFICHE

 Lassative e depurative

INGREDIENTI

  • 7,5 grammi di agar agar
  • More
  • Fragole
  • 1/2 litro di succo di mela
  • Un pizzico di sale

RICETTA

La ricetta di oggi è un dolce fresco, fatto con la frutta ed è una gelatina, una gelatina che viene chiamata KANTEN. Gli ingredienti sono: dei fili di Agar Agar che è un’alga, delle more, delle fragole, del succo di mela, ci servirà anche un pizzico di sale (il sale serve sempre nei dolci perché esalta il sapore dolce).

Cominciamo a versare il succo di mela dentro e poi gli mettiamo l’Agar Agar che è in questo formato, sono 15 grammi per ogni litro, noi abbiamo circa mezzo litro per cui ne metto 7,5 grammi. Non prendetene nota perché poi ci sono altri formati c’è l’Agar Agar in polvere, in fiocchi, in stecca e ognuno di questi ha una quantità diversa ma che però troverete sopra come indicazioni, è un ingrediente che si trova facilmente nei negozi dove vengono prodotti biologici. Gli buttiamo dentro un pizzico di sale e intanto che viene a bollore l’Agar Agar si deve sciogliere completamente, vi spiego le proprietà di questa alga molto interessante.

L’Agar Agar  ha delle proprietà di aiuto nel far scivolare le feci, quindi aiuta nelle situazioni di stitichezza, quando questa stitichezza è data dalle feci secche, le umidifica e le fa scivolare nel tratto intestinale. Inoltre è di grande aiuto nelle stipsi da chemioterapia. Ho imparato a usarla proprio a Cascina Rosa nel Dipartimento di medicina preventiva dell’Istituto nazionale tumori quando era direttore il Dott. Berrino, è veramente molto interessante, aiuta veramente tanto.

Dividiamo le more, le fragole le ho già lavate, le taglio in 4 così, voi potete assolutamente usare la vostra di fantasia e poi possiamo usare anche altri tipi di frutti di bosco, possiamo mettere dentro i mirtilli, i lamponi, più colorato lo facciamo e meglio è, possiamo usare anche il melone che adesso è il periodo, l’anguria, guardate che colori meravigliosi.

Per scogliere l’Agar Agar ci vogliono 5/10 minuti, se volete accelerare la cosa potete metterla a bagno un po’ prima in modo che quando la mettete sul fuoco si accelera il suo scioglimento. Una volta che l’abbiamo sciolto lo rovesciamo direttamente dentro le scodelline e le lasciamo raffreddare. Quando si sono raffreddate le mettiamo in frigorifero e poi diventerà una gelatina che adesso andiamo a vedere.

Ecco il risultato, guardate come è bello solido, anche questo è un dolce velocissimo, i tempi anche di compattazione sono abbastanza veloci, se dovete preparare un dolce a mezzogiorno chiaramente è la prima cosa che dovete fare, così lo mangiate anche molto fresco. Ripeto quando si è addensato che il calore forte è passato lo potete mettere in frigorifero e in questa stagione è sicuramente molto rinfrescante.

VARIANTE

Potete usare tutta la frutta che volete, potete anche fare un’altra versione, metterlo nel frullatore, mettergli dentro un cucchiaio di crema di mandorla e frullarlo bene, si addenserà in maniera molto consistente e potete anche metterlo nella gelatiera e fare un ottimo gelato e di ottima qualità.

Elena de L’Ordine dell’Universo vi rimanda alla prossima ricetta, mi raccomando cucinate con amore.

DA NON PERDERE. Piatto tratto dal “Corso Base di cucina per la prevenzione” (8 lezioni a 55€) di Elena Alquati e Francesco Stefania. Scarica qui la BROCHURE del corso.

Scopri un'altra ricetta di Elena: Curarsi in cucina: crema di riso integrale



banner basso postfucina





Elena Alquati

Elena Alquati
Food Consultant

Elena Alquati - Food Consultant consulente alimentare - Docente di cucina per la prevenzione - Autrice di diversi articoli e due libri: Nutrire la Bellezza - Nutrire il corpo e la mente editi da Giunti - Food Blogger ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Corsi - Prevenzione a tavola

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ricetta del Pan dei morti senza zucchero

Una versione senza zucchero e con farina integrale del Pan dei morti

La ricetta del castagnaccio

Ecco la ricetta sana e genuina del castagnaccio, senza zucchero o latte

Corsi - Prevenzione a tavola

Alla scoperta della Batata, la patata a basso indice glicemico

La batata è il tubero della salute: proprietà nutrizionali e qualche ricetta

La pasta non fa ingrassare ma rende felici

Gli endocrinologi svelano come godersi un piatto di pasta senza ingrassare

Maltagliati di farro con borlotti e castagne

Una ricetta autunnale, sana e golosa

Zuppa di lenticchie con castagne

Ricetta sana e gustosa, perfetta per l'autunno

Come scegliere una buona zucca? Ecco le differenze tra le diverse qualità

Mantovana, Delica, Napoletana, Violina: perché fanno bene e come cucinarle

6 ottimi motivi per mangiare finocchi

I finocchi rappresentano un ottimo alimento per il nostro organismo

Anemia da carenza di ferro? Ecco cosa mangiare

Quali sono i cibi che ne contengono di più?