I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Curarsi in cucina: crema di riso integrale

La ricetta per preparare la crema di riso integrale, ottimo antinfiammatorio

Pubblicato il 04/06/2015 da Elena Alquati
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

TEMPI

2 ore e 30

PROPRIETÀ BENEFICHE

Antinfiammatorio

INGREDIENTI E UTENSILI

  • - una tazza di riso tondo integrale
  • - un pezzettino di alga kombu
  • - 6 parti di acqua
  • - una pentola di acciaio inossidabile, possibilmente doppio fondo
  • - uno spargifiamma che metteremo sotto la pentola nel momento della cottura
  • - un cucchiaio di gomasio
 

Contributo del Dott. Franco Berrino

Raccomando di mangiare il riso integrale sotto forma di crema di riso integrale, che è un riso integrale molto cotto, cotto a lungo e poi passato al setaccio per togliere le fibre più grossolane. Questa crema di riso integrale, che può essere insaporita in vari modi, è molto ben tollerata, ha la proprietà di ridurre le infiammazioni. I polifenoli che ci sono nel riso integrale, nei cereali integrali in generale, ma in particolare nel riso integrale, hanno una forte azione antinfiammatoria (il dottor Berrino lo ha spiegato molto bene nel video Mantenere basse le infiammazioni)

Ricetta di Elena Alquati

Il piatto che andiamo a preparare oggi è una crema di riso, è un patto curativo ma è molto semplice da preparare.

Gli ingredienti sono: una tazza di riso tondo integraleun pezzettino di alga kombu, acqua, una pentola di acciaio inossidabile, possibilmente doppio fondo, uno spargifiamma che metteremo sotto la pentola nel momento della cottura.

Gli ingredienti sono anche molto semplici da reperire, basta andare in un negozio di prodotti biologi. Durante i nostri corsi spesso mostriamo come si prepara la crema di riso: è un piatto molto curativo che il Dott. Berrino consiglia sempre per diversi tipi di problemi.

Prendiamo una tazza di riso integrale tondo e lo laviamo. Bisogna lavarlo bene perché sono molto sporchi i cereali integrali, in maniera veloce ma soprattutto l’indicazione che do io è cercare di trovare una comunicazione con il cibo che stiamo toccando e con il cibo che stiamo preparando, per cui mettiamo tranquillamente dentro la mano e muoviamolo.

Quando l’abbiamo riempito per la terza volta prendiamo uno scolino e rovesciamo la nostra acqua. Una volta colato il riso lo mettiamo nella pentola. Dentro metto sempre un pezzettino di alga kombu che è molto ricca di sali minerali e poi mettiamo dentro 6 parti di acqua, quindi una parte di riso, 6 parti di acqua. Lo mettiamo sul fuoco, una volta che è a bollore saliamo, dopodiché mettiamo il coperchio sopra, la fiamma al minimo e lo lasciamo cuocere per due ore.

Le due ore sono passate, la nostra crema è pronta, vedete come è diventata cremosa? Prendiamo un mestolo e la passiamo con il passaverdura, viene una crema meravigliosa che poi noi andiamo a impiattare. Essendo un piatto molto curativo è bene condirla con un condimento molto curativo che è il gomasio Il gomasio è meraviglioso, è fatto di semi di sesamo macinati con del sale e insieme alla crema di riso è un piatto antinfiammatorio molto potente.

Elena e "L’Ordine dell’Universo" vi rimandano alla prossima ricetta, mi raccomando, cucinate con amore!

DA NON PERDERE. Piatto tratto dal “Corso Base di cucina per la prevenzione” (8 lezioni a 55€) di Elena Alquati e Francesco Stefania. Scarica qui la BROCHURE del corso.

ACQUISTA I PRODOTTI PER LA TUA RICETTA DIRETTAMENTE QUI SOTTO!



banner basso postfucina





Elena Alquati

Elena Alquati
Presidente dell'associazione L'Ordine dell'Universo

Presidente dell’Associazione - più che decennale esperienza di cucina macrobiotica si è diplomata in consulente macrobiotico a Milano nel 2004 - Diploma di shiatsu c/o Accademia Italiana Shiatsu-do ed è iscritta all’albo professionale certificato Apos e DBN n° A 01202. Diploma di operatore in medicina tradizionale cinese come tuinaista ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui Prevenzione a Tavola:





NOTIZIE + RECENTI

La frutta secca fa battere il cuore a un ritmo regolare

Il consumo riduce il rischio di fibrillazione atriale

Perché scegliere i grani antichi?

Coltivare i grani antichi significa salvaguardare queste specie vegetali ed impedire che si estinguano

I ravanelli fanno benissimo al nostro organismo

Ha importanti facoltà antiossidanti e depurative, un ottimo aiuto per il fegato e la cistifellea

Cosa succede se si beve una birra in gravidanza?

Anche le bevande con gradazione alcolica medio-bassa sono pericolose in gravidanza

Ecco come scegliere il miglior olio extravergine d’oliva

Il miglior olio evo? Fruttato, amaro e piccante

Corsi - Prevenzione a tavola

Latte di mandorla: ottimo alleato per le ossa

Tra le bevande vegetali, è quello che contiene un maggior quantitativo di calcio, magnesio e fosforo

Come orientarsi tra i diversi tipi di farina

La nutrizionista spiega la differenza tra farine integrali, tipo 00, tipo 0, tipo 1, tipo 2, di manitoba, di grano duro, di grano tenero

Grassi saturi: sempre più studi ribaltano tutto ciò che sapevamo finora

Oggi sono sempre più numerosi gli studi che ci raccontano tutta un’altra storia rispetto ai grassi cattivi

Corsi - Prevenzione a tavola

Il latte di soia fa male ai bambini?

Può essere dato ai bambini? Fa bene o fa male? È il giusto sostituto del latte?

Sicuri di conoscere tutte le proprietà dello scalogno?

Ricostituente, digestivo, disintossicante. Ecco come usarlo in cucina

Perché gli asparagi sono così buoni per la salute

Cinque ottimi motivi per mangiare gli asparagi e qualche ricetta per utilizzarli in cucina

L’olio extravergine di oliva fa ingrassare?

Quanti cucchiai bisogna consumarne, è meglio a crudo o cotto e altre risposte ai vostri dubbi

5 ottimi motivi per mangiare indivia

L'indivia è una verdura eccezionale per il nostro organismo

Le virtù del Pan di zucchero, la cicoria bianca

Stimola le funzioni intestinali,del fegato e dei reni. Ecco come cucinarla

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali