I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Segnali insospettabili di problemi al cuore

Il cuore affaticato ci manda diversi segnali che è bene imparare a conoscere

Pubblicato il 19/05/2015 da Prevenzione a tavola

Scoprire una malattia cardiovascolare per tempo vuol dire in molti casi salvarsi la vita. Seppur il cuore è in grado di avvisarci in maniera precisa nel momento in cui inizia a non funzionare come dovrebbe, ci sono altri sintomi che potrebbero essere confusi con quelli di altre patologie, e quindi sottovalutati.

Ci sono dei segnali che precedono anche di parecchio tempo un infarto e che bisogna imparare a riconoscere e a tenere in considerazione.

MAL DI STOMACO E NAUSEA

Il mal di stomaco costante e il sopraggiungere del senso di nausea potrebbero essere i segnali di un cuore troppo affaticato. Dopo aver scongiurato eventuali malattie gastro-intestinali, i grassi stanno ostruendo le arterie (o per un alimentazione sbagliata o per un eccesso di stress) e potrebbero infatti bloccare il normale flusso sanguigno anche a livello addominale. Bisogna fare un esame cardiologico se con la distensione e il riposo i disturbi non passano.

DECIFIT DI EREZIONE

Un eventuale problema cardiaco può non permettere un corretto afflusso di sangue al pene comportando un deficit di erezione. Dopo diversi episodi di questo tipo potrebbe essere il caso di effettuare un controllo.

AFFANNO E GIRAMENTI DI TESTA

Anche questi sintomi possono celare dei disfunzionamenti cardiaci. Più del 40% delle donne colpite da infarto aveva problemi simili, pur non avendo malattie respiratorie o asma.

DOLORE AL COLLO, ORECCHIE O MASCELLA

Se non esistono cause evidenti a questi disturbi, potrebbe dipendere dal cuore: il segnale di allarme è un dolore diffuso in queste zone. Sono certamente tra i sintomi più insospettabili, ma di certo da non sottovalutare.

Puoi leggere anche I 10 alimenti che fanno bene al cuore



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Crostata senza glutine con marmellata di pesche

Una ricetta buona e sana, adatta anche ai celiaci

Pane di zucca: dalla Pianura Padana con delizia

È un tipico pane della bassa Pianura Padana dove si prepara con le meravigliose zucche mantovane

Il tempo dei carciofi: proprietà benefiche e trucchi per cucinarli

Da gustare da novembre ad aprile, ottimi per gli effetti farmacologici e terapeutici su fegato e cistifellea

Pisciammare: la nutriente colazione del passato

Un tempo si preparava per andare a lavorare nei campi, oggi può costituire un pasto sano e nutriente

4 ottimi motivi per mangiare i cavoli

Ortaggio antinfiammatorio e anti-raffreddore per eccellenza, da preferire crudo o al vapore

Corsi - Prevenzione a tavola

Come pulire e cucinare il cardo

Le sue coste sono molto ricche di acqua e fibre, vitamine B e C, sali minerali

Ricetta del Pan dei morti senza zucchero

Una versione senza zucchero e con farina integrale del Pan dei morti

La ricetta del castagnaccio

Ecco la ricetta sana e genuina del castagnaccio, senza zucchero o latte

Corsi - Prevenzione a tavola

Alla scoperta della Batata, la patata a basso indice glicemico

La batata è il tubero della salute: proprietà nutrizionali e qualche ricetta

La pasta non fa ingrassare ma rende felici

Gli endocrinologi svelano come godersi un piatto di pasta senza ingrassare

Maltagliati di farro con borlotti e castagne

Una ricetta autunnale, sana e golosa

Zuppa di lenticchie con castagne

Ricetta sana e gustosa, perfetta per l'autunno

Come scegliere una buona zucca? Ecco le differenze tra le diverse qualità

Mantovana, Delica, Napoletana, Violina: perché fanno bene e come cucinarle

6 ottimi motivi per mangiare finocchi

I finocchi rappresentano un ottimo alimento per il nostro organismo

Anemia da carenza di ferro? Ecco cosa mangiare

Quali sono i cibi che ne contengono di più?