I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Le raccomandazioni sul cibo dell’Organizzazione mondiale della Sanità

Un'alimentazione consapevole può prevenire tumori, infarti e malattie respiratorie

Pubblicato il 18/05/2015 da Franco Berrino
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Diamo i consigli della comunità europea che nell'ottobre scorso ha rilasciato il codice europeo per la prevenzione dei tumori, con le raccomandazioni ai cittadini. Fra queste ci sono raccomandazioni sul fumo, quindi evitare il tabacco e anche il fumo passivo, ci sono raccomandazioni sull'ambiente e ci sono delle raccomandazioni sul cibo.

Io mi occupo particolarmente di cibo e ho partecipato al gruppo di lavoro dell'Organizzazione mondiale della Sanità che ha redatto queste raccomandazioni sul cibo. E' stato un gruppo di lavoro che ha considerato tutti gli studi scientifici sul rapporto tra cibo e cancro. Quindi le raccomandazioni cosa sono: basare l'alimentazione quotidiana sui cereali non industrialmente raffinati, sui legumi, sulle verdure e sulla frutta. Noi in Italia abbiamo un vantaggio: fra i cereali industrialmente raffinati abbiamo la pasta, la nostra buona pasta di grano duro che non ha gli aspetti così negativi degli altri alimenti (pane bianco, farina 00, farina 0, ecc.). La pasta ha questa bellissima proprietà di non fare alzare rapidamente la glicemia, che è uno degli aspetti più negativi dei cerali raffinati.

Le cose si stanno riconoscendo un po' in tutto il mondo. Due anni fa il direttore del Dipartimento dell'Agricoltura americano insieme alla First Lady, Michelle Obama hanno annunciato che nelle scuole americane non ci sarà più nessun prodotto a base di cereali che non abbia come primo ingrediente il cereale integrale. Quindi via le farine bianche, via il pane bianco dalle nostre scuole.

L'altra raccomandazione importante è di limitare il consumo di carni rosse perché sono associate ai tumori dell'apparato digerente ed evitare il consumo di carni conservate. Per cui i nostri salumi sono eccezionalmente da mangiare, non nella quotidianità o nella settimanalità come fanno moltissimi italiani. E bisogna anche invitare l'industria a produrre delle carni meno nocive, dei salumi meno nocivi.

L'altra importante raccomandazione è di limitare i cibi ad alta densità calorica, che sono i cibi troppo ricchi di grassi e di zuccheri, e di evitare le bevande zuccherate. E, ma questo lo aggiungo io personalmente, sulla base degli studi più recenti, possiamo raccomandare di evitare anche le bevande zero, cioè le bevande dolcificate con dei dolcificanti non calorici. Perché anche loro sono associate a al diabete e alla sindrome metabolica e ai dismetabolismi. Beviamo l'acqua e mettiamo un bicchiere di vino. C'è una raccomandazione sull'alcol che intende limitare il consumo di alcol.

Queste sono le raccomandazioni della comunità europea per la prevenzione dei tumori, ma la protezione è ancora più forte per l'infarto ed è ancora più forte per le malattie respiratorie, quindi sono le raccomandazioni per la prevenzione dei tumori ma valgono per la prevenzione delle principali cause di morte oggi. Tutti presto o tardi dobbiamo morire, ma valgono per la prevenzione della mortalità precoce.



banner basso postfucina





Franco Berrino

Franco Berrino
Medico ed epidemiologo

Laureatosi in medicina e chirurgia magna cum laude all'università di Torino nel 1969 e specializzatosi in anatomia patologica, si è poi dedicato principalmente all’epidemiologia dei tumori. Dal 1975 lavora all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, dove dal 2002 dirige il Dipartimento di medicina preventiva e ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

Corsi - Prevenzione a tavola

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Corsi - Prevenzione a tavola

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo

Perché è bene consumare mandorle italiane

Le mandorle rappresentano un'ottima merenda, sana, nutriente e saziante

Cosa significano i numeri e le lettere sulle uova?

Importante informarsi per sapere che tipo di uova stiamo acquistando

Le uova non aumentano il colesterolo né rovinano il fegato

Sfiatiamo un falso mito e facciamo chiarezza sul ruolo delle uova nella nostra alimentazione

La pasta madre: proprietà, benefici e vantaggi in cucina

Anche chiamato lievito madre, migliora la regolazione della glicemia e la digeribilità dei prodotti