I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Le 10 regole per sconfiggere l’allergia al polline

I consigli del San Raffaele

Pubblicato il 13/05/2015 da Prevenzione a tavola

L’allergia al polline è provocata dall’inalazione dei pollini e si ripresenta con ricorrenza stagionale in base al periodo di pollinazione delle specie responsabili dell’allergia, che si può manifestare in diversi modi a seconda che il polline sia ingerito, respirato o ci sia contatto diretto. I sintomi sono: congestione nasale e naso gocciolante, prurito agli occhi e lacrimazione, infiammazione delle mucose e tosse. In casi estremi possono anche manifestarsi sintomi più gravi come quelli tipici dell’asma e raramente l’allergia induce a shock anafilattico.

Le 10 regole per sconfiggere l’allergia al polline

Il San Raffaele ci offre 10 importanti consigli per combattere questa allergia:

1) Evitare di uscire durante le giornate secche e ventose, quando è più alta la concentrazione di pollini;

2) Evitare l’aerazione degli ambienti durante le ore più calde della giornata ed eventualmente usare condizionatori d’aria;

3) Fare la doccia e lavare i capelli quotidianamente. I granuli pollinici spesso rimangono intrappolati tra i capelli e la notte possono depositarsi sul cuscino, venendo così inalati;

4) Evitare di uscire subito dopo un temporale: l’acqua rompe i granuli pollinici in frammenti più piccoli che raggiungono facilmente le vie aeree e in maggiore profondità;

5) Tenere sempre sott’occhio il calendario dei pollini;

6) Usare appropriate mascherine durante i lavori all’aperto;

7) Evitare i viaggi in macchina od in treno con i finestrini aperti. Quando possibile è preferibile viaggiare in autoveicoli con aria condizionata e filtri di aerazione anti-polline da pulire spesso:

8) Indossare un nuovo paio di scarpe quando si rientra a casa, e riporre le altre in un armadio in modo che non trasportino in giro le particelle allergizzanti.

9) Lavare spesso i pavimenti; ma attenzione all’utilizzo dell’aspirapolvere che può sollevare le particelle allergizzanti;

10) Tappeti, moquette, tappezzerie e tendaggi sono arredamenti rischiosi per gli allergici: lì si depositano pollini e polveri difficili da rimuovere.

Allergia al polline: il calendario dei pollini

Ed ecco un utile calendario che riporta i periodi di pollinazione:

I principali allergeni che si presentano nel periodo primaverile sono i pollini della Graminacee, della Parietaria, le Composite (ad esempio l’ambrosia), le Betullacee, le Oleacee e le Cupressacee.

GRAMINACEE: da aprile a giugno
PARIETARIA: da marzo ad ottobre
COMPOSITE o ASTERACEE: da luglio a settembre
BETULLACEE: da gennaio a maggio
OLEACEE: da maggio a giugno
CUPRESSACEE (Cipresso): da febbraio a fine marzo con possibili anticipi a gennaio o continuazioni fino ad aprile

Negli ultimi anni si registra un incremento dei soggetti che soffrono di pollinosi da cipresso, in particolare in Toscana, Puglia, Liguria, Umbria, Lazio e Campania. Questo tipo di allergia riguarda soprattutto i più piccoli: nel centro Italia si stima che un bambino su dieci sia allergico al cipresso.
Tra le principali cause l’aumento della sua coltivazione a scopi ornamentali o di rimboschimento
“.

La diagnosi dell’allergia al polline

Leggiamo sul sito dell’Istituto Superiore della Sanità:

Per identificare quale polline causa una certa allergia, è possibile effettuare diversi tipi di test. Un’attenta analisi delle abitudini e degli stili di vita del paziente, e di conseguenza delle probabili esposizioni in determinati periodi dell’anno, aiuta a limitare la ricerca. Tra i test veri e propri, quelli cutanei, eseguiti ‘graffiando’ o iniettando in un lembo di pelle estratti di diversi tipi di allergeni, consentono di verificare visivamente la risposta infiammatoria. Una ricerca più accurata può essere eseguita individuando le IgE nel sangue“.



banner basso postfucina







  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La ricetta dei Muffin alle carote con mandorle

Squisiti per merenda o per colazione, ma anche come dolcetto da gustare dopo cena guardando un film. Senza farine né zuccheri raffinati, naturalmente dolce

Abbuffarsi: ecco come vivere fino a 100 anni in salute

Lo dice la scienza

Ricetta: Alghe Hijiki con verdure all’aceto di riso (o di vino)

La Hijiki è un'alga bruna che proviene dall'Estremo Oriente, con particolari proprietà rimineralizzanti, cicatrizzanti e ipocolesterolemizzanti

Ricetta: Zeppole con farina di ceci e fiocchi di alghe nori

Avete mai mangiato le alghe? Ecco una ricetta invitante e veloce per inserirle nella vostra alimentazione

Il ruolo del cibo sul Coronavirus

Quanto è importante in questo momento, quanto influisce sulla possibilità di ridurre il contagio e quanto impatta sulla prognosi di una persona che ha contratto il Covid-19

Corsi - Prevenzione a tavola

Spiedini di cavoletti con carote all’aceto balsamico

Ecco a voi i miei spiedini in pastella nella versione senza glutine. Un mondo creativo e gustoso per far mangiare le verdure anche ai bambini

Troppo sale in cucina riduce le difese immunitarie

E quindi abbatte la capacità del nostro organismo di contrastare le infezioni batteriche, e in questo periodo non è proprio il massimo

Cannellini con cipolle di Tropea marinata

Un piatto a base di legumi, semplice, sano e gustoso

Corsi - Prevenzione a tavola

Gli alimenti più ricchi di Vitamina C, oltre agli agrumi

Non solo arance, mandarini e limoni: ecco tutti gli alimenti che contengono vitamina C, indispensabile per rafforzare il nostro sistema immunitario

Bergamotto, l’agrume che combatte stress e colesterolo

Studio Università di Tor Vergata conferma 'frutto della salute'

Come preparare le Crêpes di farina di lenticchie rosse

Una ricetta semplice e veloce a base di legumi, nutrienti fondamentali per il funzionamento del nostro sistema immunitario

Gnocchi d’orzo: Marraconis de orgiu

Dalla civiltà sarda rurale, ecco una ricetta antica a base di cereali, fondamentali per un'alimentazione sana ed equilibrata

La ricetta dei Tortelli di ceci

Come preparare i tortelli di ceci, un piatto squisito e sano a base di legumi, fondamentali per la salute del nostro organismo

Diverticoli e diverticolite: cosa mangiare e da cosa tenersi lontani

Per prevenire la diverticolosi, ma anche per evitare l’infiammazione di diverticoli già presenti e quindi l’insorgenza di diverticolite, alcuni alimenti sono più indicati di altri

Il cuore è a rischio mangiando un uovo al giorno?

La risposta arriva da un grande studio pubblicato sul British Medical Journal che finalmente sembra mettere un punto alla questione del colesterolo contenuto nelle uova