I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Dieta vegana, l’importanza della vitamina B12

La dieta vegana può essere molto sana, ma è molto difficile

Pubblicato il 11/05/2015 da
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Dieta vegana: vegano vuol dire mangiare soltanto degli alimenti di provenienza vegetale. Può essere molto sana, ma è molto difficile: ci sono persone che mangiano zucchero, farina 00, whiskey, tutta roba vegetale. Ci sono persone che sono vegane per ragioni etiche e salutistiche che mangiano il cibo vegetale, naturale, ben equilibrato, e allora la dieta vegana può essere accettata, ma è abbastanza difficile. C’è un’unico problema importante in chi mangia esclusivamente del cibo vegetale: la vitamina B12, che prendiamo praticamente solo dal cibo animale, anche se ci sono delle alghe che contengono della vitamina b12. Sono stati fatti degli studi che mostrano che se i vegani prendono delle pillole con l’alga Klamath ottengono la vitamina b12.

Dieta vegana, l’importanza della vitamina B12

Se uno vuol essere vegano è necessario che faccia una dieta che faccia funzionare perfettamente il suo intestino, perché le decine di migliaia di microbi intestinali che vivono nel nostro intestino possono anche sintetizzare per noi una sufficiente quantità di vitamina b12, ma allora bisogna essere dei vegani molto colti sul piano dell’alimentazione. Io sconsiglio alle persone di essere vegane e di mangiare soltanto il cibo vegetale senza una preparazione: io dico, se non volete fare proprio male agli animali magari ogni tanto trovate un uovo di una “gallina felice”.
È appena stato pubblicato uno studio importantissimo sui vegetariani degli avventisti del settimo giorno: nella Chiesa Avventista c’è la raccomandazione di evitare il consumo di prodotti animali, alcuni avventisti sono vegani, altri sono vegetariani e alcuni mangiano anche carne o pesce. I ricercatori hanno seguito gli avventisti americani e sono andati a vedere di che cosa si ammalano, di cosa muoiono: gli onnivori sono quelli che si ammalano di più, in particolare di tumori dell’intestino; poi ci sono i vegetariani che mangiano uova e formaggio, poi ci sono i vegani, e quelli che muoiono di meno sono i pescovegetariani.



banner basso postfucina





Franco Berrino

Franco Berrino
Medico ed epidemiologo

Laureatosi in medicina e chirurgia magna cum laude all'università di Torino nel 1969 e specializzatosi in anatomia patologica, si è poi dedicato principalmente all’epidemiologia dei tumori. Dal 1975 lavora all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, dove dal 2002 dirige il Dipartimento di medicina preventiva e ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

La ricetta degli Gnocchi di borragine

Se l'orto ti regala borragine, tu fanne gnocchi deliziosi

La ricetta dei Guadrotti di miglio con nocciole

Un dolce sano, senza glutine e squisito: eccovi la lista degli ingredienti e il procedimento

Torta di mele rovesciata

Oggi v'insegno la ricetta della mia squisita torta di mele rovesciata

Crema di zucca al profumo di rosmarino

Una crema da utilizzare per un dessert, oppure per fare delle crostate, o anche delle fragranti torte salate

Favette dei morti, ricetta e ingredienti

Per la ricorrenza odierna ho preparato un dolce tradizionale di molte regioni italiane, le favette dei morti

Corsi - Prevenzione a tavola

Ricette autunnali, è online il nuovo corso di cucina di Prevenzione a Tavola

Menù giornalieri equilibrati per affrontare il cambio di stagione senza malanni

Giornata mondiale dell’alimentazione: tra coscienza e consapevolezza

Oggi in 150 Paesi si festeggia il World Food Day: da anni Prevenzione a tavola si batte per diffondere una corretta cultura del cibo

Pane di riso cotto fermentato

Una ricetta squisita che ci permette di recuperare gli avanzi di un pasto precedente. Ecco come si prepara

Corsi - Prevenzione a tavola

Pancake alle carote con farina di mandorla e semi di papavero

Una rivisitazione più sana, leggera e nutriente del famosissimo dolce americano per la prima colazione

Troppo fruttosio mette a rischio il fegato

Secondo un nuovo studio causa la steatosi epatica non alcolica

Chi mangia pasta ha un’alimentazione più sana e più ricca di nutrienti

E presenta un'assunzione giornaliera inferiore di grassi saturi e zuccheri aggiunti, rispetto a chi non la mangia

Con la soia diminuiscono le recidive di cancro al seno

La ricerca scientifica ha ampiamente dimostrato come il consumo di cibi tradizionali a base di soia riduca il rischio di recidive e mortalità

Quercetina: la molecola di frutta e verdura che contrasta il Covid-19

Si tratta della quercetina, contenuta in molti frutti, verdure e ortaggi comuni. E anche in vino rosso e thè. Ecco lo studio che dà una speranza in più nella lotta contro il coronavirus

Torta alle mele con grano saraceno ed estratto di liquirizia

La torta che prepariamo oggi è un piacere per le pupille gustative e anche per gli occhi. Ecco la ricetta della Torta alle mele con grano saraceno ed estratto di liquirizia

Le tortine di farro rivisitate da una nostra allieva

Valentina, una studentessa di Prevenzione a Tavola, ha realizzato una delle nostre ricette con qualche piccola variante che noi abbiamo molto apprezzato