I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo blog. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Dettagli OK

Il problema dell’alimentazione dei bambini

È drammatico come a livello istituzionale domini ancora una ignoranza così importante nei confronti dei grandi studi scientifici

Pubblicato il 04/05/2015 da Franco Berrino
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Il problema dell'alimentazione dei bambini in generale, e in particolare di quello che offriamo nelle mense scolastiche, è che offriamo un'esagerazione di proteine di origine animale. Ci sono proteine di origine animale tutti i giorni: o la carne, o il formaggio, o l'uovo, o il pesce; spesso più proteine animali nello stesso pasto.

I nostri bambini mangiano troppe proteine: spesso mangiano più del doppio delle proteine di cui hanno bisogno. Se i bambini mangiassero quello che le raccomandazioni ministeriali attuali per le mense scolastiche scrivono per il pasto di mezzogiorno, avrebbero già mangiato tutte le proteine della giornata. Ci sono più di 30 grammi di proteine nel pasto di mezzogiorno e le proteine per i bambini dovrebbero essere circa 1 grammo per 1 kilogrammo di peso corporeo, e un bambino dei primi anni delle elementari pesa circa 30 chili.

Alimentazione dei bambini: l'eccesso di proteine è una delle principali cause del rischio di diventare obesi

Questo eccesso di proteine è una delle principali cause del rischio di diventare obesi: i grandi studi che abbiamo fatto ci indicano chiaramente che più proteine si mangiano più si tende ad ingrassare. C'è un altro grande fattore, che è determinante dell'obesità, che sono le farine raffinate. Quindi troppe proteine, più pane bianco, più dolciumi commerciali, più bevande zuccherate: questa è una causa dei dismetabolismi che gettano le basi per le malattie croniche che avranno i nostri figli e i nostri nipoti quando saranno adulti.

È drammatico come a livello istituzionale, a livello ministeriale domini ancora una ignoranza così importante nei confronti dei grandi studi scientifici che mostrano che non va bene mangiare in questo modo.

La cosa bella dell'esperienza che abbiamo fatto in questi anni con l'associazione L'Ordine dell'Universo è che i bambini sono disponibilissimi a mangiare un cibo sano, purché sia buono. Per cui risparmiamo sul cibo animale. NON risparmiamo sui cibo vegetale, prendiamolo buono e cuciniamolo a regola d'arte e i bambini saranno felici.

Ho visto i bambini felici di mangiare la "Zuppa di Shrek", una vellutata di piselli che fa Elena Alquati dell'Ordine dell'Universo nei suoi corsi con i bambini. Ho visto i bambini mangiare le cecine, fatte con la farina di ceci, le polpette fatte con riso integrale e legumi.

La gente dice 'Ah ma il mio bambino non vuole mangiare le verdure': prova a fargliele buone e a cucinare con lui. È quello che stiamo facendo faticosamente con alcune istituzioni un pochino più avanzate e a cercare un cambiamento. Speriamo che nelle istituzioni scolastiche arrivi un po' di saggezza.



banner basso postfucina





Franco Berrino

Franco Berrino
Medico ed epidemiologo

Laureatosi in medicina e chirurgia magna cum laude all'università di Torino nel 1969 e specializzatosi in anatomia patologica, si è poi dedicato principalmente all’epidemiologia dei tumori. Dal 1975 lavora all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, dove dal 2002 dirige il Dipartimento di medicina preventiva e ... LEGGI »

Seguilo su:Blog


  • Segui Prevenzione a Tavola:





Leave a Reply

NOTIZIE + RECENTI

Gli alimenti che fanno male alla prostata

Ecco cosa mangiare d'estate per tenere la prostata in salute

La panzanella: la vera ricetta e le inaspettate proprietà del pane toscano DOP

Mangiare la panzanella può essere estremamente prezioso per il nostro organismo

Bere un tè al giorno protegge il cuore, specie negli anziani

Rallenta la naturale diminuzione del colesterolo Hdl, quello cosiddetto 'buono'

Scoperto perché una mela al giorno leva il medico di torno

Il segreto è contenuto nei polifenoli che hanno un ruolo decisivo nel microbiota dell'intestino

La ricetta dell’Acquasale pugliese, piatto povero ma ricco

Acquasale, una tipica ricetta Salentina povera negli ingredienti ma ricca in principi nutritivi

Corsi - Prevenzione a tavola

I valori nutrizionali della farina di grano duro

La classificazione degli sfarinati e la superiorità nutrizionale della farina integrale e dei suoi derivati

Alla scoperta della Meloncella, frutto-verdura dalle mille virtù

La meloncella del Salento è ricchissima di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

Conoscete la cottura passiva?

La cottura passiva fa risparmiare e conserva tutti i nutrienti

Corsi - Prevenzione a tavola

Il tè verde mantiene il cuore in salute e contrasta l’infarto

Il merito potrebbe essere di una sostanza antiossidante contenuta nel tè verde

Il mango contrasta stitichezza e intestino pigro

Studio rivela che basta un mango uno al giorno

Tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno in un’unica ciotola

Impariamo a preparare la ciotola di Buddha per un pasto sano e completo

Perché è bene consumare mandorle italiane

Le mandorle rappresentano un'ottima merenda, sana, nutriente e saziante

Cosa significano i numeri e le lettere sulle uova?

Importante informarsi per sapere che tipo di uova stiamo acquistando

Le uova non aumentano il colesterolo né rovinano il fegato

Sfiatiamo un falso mito e facciamo chiarezza sul ruolo delle uova nella nostra alimentazione

La pasta madre: proprietà, benefici e vantaggi in cucina

Anche chiamato lievito madre, migliora la regolazione della glicemia e la digeribilità dei prodotti